Stardust (film 2007)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stardust
Stardust2007.jpg
Charlie Cox e Claire Danes in una scena del film
Titolo originale Stardust
Paese di produzione Regno Unito, Stati Uniti
Anno 2007
Durata 128 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantastico
Regia Matthew Vaughn
Soggetto Neil Gaiman
Sceneggiatura Jane Goldman, Matthew Vaughn
Produttore Lorenzo di Bonaventura, Michael Dreyer, Neil Gaiman, Matthew Vaughn
Fotografia Ben Davis
Montaggio Jon Harris
Effetti speciali Stuart Brisdon, Peter Chian The senate visual effects limited Daman, Gentle Giant Studios Inc.
Musiche Ilan Eshkeri
Scenografia Gavin Bocquet
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Stardust è un film del 2007 diretto da Matthew Vaughn, tratto dal romanzo omonimo di Neil Gaiman, sebbene siano molteplici le differenze tra libro e film. Racconta le gesta di Tristan, che si avventura alla ricerca di una stella cadente da donare all'amata Victoria attraverso il regno magico di Stormhold, popolato da unicorni, streghe e pirati, separato dal mondo ordinario da un semplice muro.

Il film è uscito in Italia il 12 ottobre 2007.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia con una voce fuori campo, che narra di un giovane che, un tempo, eludendo la sorveglianza dell'anziano guardiano del muro di confine tra il mondo umano ordinario e quello sconosciuto e magico del regno di Stormhold, riuscì ad entrare nel territorio straniero. Qui il giovane conosce la giovane principessa Una (figlia del Re), tenuta prigioniera da una strega che si sposta su un carro ambulante di mercato in mercato; da i due nasce un bambino, Tristan, che viene allevato dal padre nel mondo umano. Cresciuto, Tristan s'invaghisce di Victoria, egocentrica ragazza materialista e calcolatrice. Nel frattempo, nel regno di Stormhold, il re è in fin di vita e chiama al proprio capezzale i figli maschi per discutere della successione al trono; il sovrano, astuto e senza scrupoli, prima di spirare decreterà che il trono spetterà di diritto all'erede maschio in grado di riportargli il topazio che nel frattempo lancia tra le stelle. Il gioiello ricadrà sulla terra dopo essersi scontrato con una stella cadente, che precipiterà anch'essa. Tristan e Victoria, che in quel momento si trovano insieme, osservano la caduta del corpo celeste oltre il muro di confine che separa i due mondi; Tristan, per fare colpo su Victoria, le promette che le riporterà proprio quella stella come segno d'amore.

La stella caduta sulla terra, ma nel territorio del regno magico di Faerie, assumerà le fattezze di un'algida ragazza indifesa di nome Yvaine con indosso il gioiello del re. Il cuore della stella in forma umana, nel regno di Stormhold, garantisce eterna giovinezza a chi ne entra in possesso; per questo motivo, la ragazza diverrà l'obiettivo di una triade di streghe sorelle bicentenarie avide di giovinezza e vita eterna e, successivamente, anche dell'erede al trono del regno, Septimus, ultimo dei sette figli maschi del re (tutti assassinati per reciproco arrivismo) ed anch'esso attratto dalla prospettiva di reggenza eterna. Delle tre streghe, sarà Lamia, regina delle streghe del regno di Stormhold, a partire in caccia della stella caduta. Tristan dapprima cercherà di portare Yvaine al di là del muro per consegnarla come trofeo alla sua Victoria, ma poi, resosi conto del pericolo in cui versa la "stella", ne assumerà le difese. Yvaine, durante la fuga, s'innamora di Tristan. Dopo molte vicissitudini ed incontri con personaggi fantastici, Tristan si accorge dell'amore che nel frattempo anche lui inizia a provare per Yvaine e, resosi conto di quanto possa essere sentimentalmente distante la "stella" dall'egoista Victoria, decide di ritornare nel territorio umano per metterla al corrente della sua scelta: resterà con Yvaine nel regno di Stormhold. Nel frattempo, le strade della fattucchiera che teneva prigioniera la principessa Una, ormai data per morta anche dai fratelli defunti, e quella della strega "cacciatrice" Lamia s'incontrano davanti alla breccia nel muro che collega i due mondi e, dopo uno scontro tra le due streghe, sia Yvaine che la principessa Una vengono prese dalla strega regina.

La strega regina porterà Yvaine e la principessa nella propria dimora con l'intenzione di estirpare il cuore alla prima e di schiavizzare la seconda. Tristan, tornato nel regno di Stormhold, viene messo al corrente dell'accaduto dal vecchio guardiano del muro e corre al palazzo della strega Lamia dove, in procinto di entrare, incontra Septimus, anch'egli sulle tracce della stella e giunto in ritardo sui tempi. I due, pur non fidandosi l'uno dell'altro, decidono di entrare nell'edificio insieme.

Una volta posta Yvaine sul tavolo sacrificale dalle due sorelle della strega, Tristan e Septimus irrompono nella scena distraendo la triade di streghe. Septimus uccide una delle 3 streghe; sorpreso di ritrovare nella residenza maligna la propria sorella scomparsa anni prima, verrà preso alla sprovvista dalla strega regina rimanendo ucciso. Una resta involontariamente chiusa fuori dalla dimora. Tristan, liberando le bestie segregate in gabbie dalle streghe, porrà fine all'esistenza della seconda strega sorella della regina. Lamia, rimasta sola, si scontrerà direttamente con Tristan, cercando però di non ucciderlo prima di aver estirpato il cuore alla "stella", poiché se fosse morto, ad Yvaine si sarebbe "spezzato il cuore", rendendolo inutilizzabile. Sarà Yvaine allora che, chiedendo a Tristan di stringerla e di chiudere gli occhi, avvertendo il reciproco amore, si illuminerà investendo con tutto il proprio bagliore la strega, uccidendola. Tristan, ricongiuntosi con la madre verrà messo al corrente di essere divenuto, di fatto, l'ultimo erede maschio del regno di Stormhold e, preso in consegna il topazio da Yvaine, verrà incoronato sovrano. Tristan, possedendo completamente il "cuore" di una stella, vivrà in eterno ed al suo fianco. Infatti i due, dopo aver goduto di una lunga e felice vita terrena, si sposteranno nel cielo infinito, dividendo l'eternità sotto forma di stelle.

Errori e Imprecisioni[modifica | modifica wikitesto]

  • La scena in cui Septimus minaccia Bernard col pugnale, si svolge con l'alternarsi di un secondo piano ed un primo piano dei due personaggi. Nel primo piano il pugnale di Septimus è pigiato sulla guancia sinistra del ragazzo, mentre nel secondo piano è appoggiato sulla gola. Chiaramente le due inquadrature sono state girate separatamente e poi montate assieme.
  • Il fiore che viene venduto a Dunstan da Una, secondo alcuni è di plastica. Tuttavia tutti i fiori lì presenti non sono veri, sono sistemati per essere utilizzati come boutonnière (come poi verrà usato da Tristan). Di conseguenza si può ricondurre il fatto che non sia un vero fiore alle boutonniere inglesi, in cui i fiori sono realizzati in seta o in vetro-metallo smaltato, come in questo caso.
  • Nella scena in cui l'Uggiosa Sal muore, Tristan prende solo il cavallo e lascia lì il carrozzone giallo appartenuto alla strega; ma quando Septimus raggiunge lo stesso luogo, il carrozzone è sparito.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto responsi positivi. Sul circuito Rotten Tomatoes è stato etichettato come "qualcosa di indubbiamente rinfrescante" nel panorama fantastico ("certified fresh"), ottenendo un rating del 76%, ponderato su una media di 186 recensioni di critici di settore. Su Metacritic il film si attesta con un punteggio di 66/100, basato su 33 recensioni della critica, contro una media di 8.5 fornita dall'utenza. David Germain di Associated Press lo ha inserito come #07 tra i migliori film del 2007. Stardust ha trascorso otto settimane nella top ten del box office del Regno Unito e dell' Irlanda, nelle cui sale ha esordito il 19 ottobre 2007, totalizzando complessivamente $135,553,760.

Home video[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in DVD, negli Stati Uniti d'America, l'11 dicembre 2007, mentre in Italia è uscito il 12 febbraio 2008 nell'edizione speciale insieme all'omonimo libro.

Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

La musica della colonna sonora del film è uscita il 2 novembre 2007. È diretta da Matthew Vaughn e le musiche composte da Ilan Eshkeri. La sua durata è di 130 minuti.

  1. Prologue (Through the Wall)
  2. Snowdrop
  3. Tristan
  4. Shooting Star
  5. Three Witches
  6. Yvaine
  7. Septimus
  8. Creating the Inn
  9. Lamia's Inn
  10. Cap'n' Shakespeare
  11. Flying Vessel
  12. Cap'n's At the Helm
  13. Tristan & Yvaine
  14. Pirate Fight
  15. The Mouse
  16. Lamia's Lair
  17. Lamia's Doll
  18. Zombie Fight
  19. The Star Shines
  20. Coronation
  21. Epilogue

Nei titoli di coda c'è la canzone dei Take That "Rule the world". Nei trailer americano e inglese è presente l'inizio strumentale di "Eradication Instincts Defined" della band black metal norvegese Dimmu Borgir.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]