Joe Laurinaitis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Road Warrior Animal)
Road Warrior Animal
Road Warrior Animal nella millesima puntata di Raw (2012)
Road Warrior Animal nella millesima puntata di Raw (2012)
Ring name The Road Warrior
Animal
Road Warrior Animal
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Philadelphia
26 gennaio 1960
Residenza Minneapolis, Minnesota
Altezza dichiarata 188 cm
Peso dichiarato 138 kg
Allenatore Eddie Sharkey
Debutto 1982
Progetto Wrestling

Joseph Michael "Joe" Laurinaitis (Philadelphia, 26 gennaio 1960) è un wrestler statunitense. La notorietà di Laurinaitis è legata al suo passato come membro del tag team Road Warriors (noto anche come Legion of Doom), nel quale combatteva con il ring name Road Warrior Animal (o Animal) assieme a Road Warrior Hawk.

Ha combattuto nel circuito NWA, nella World Championship Wrestling e nella World Wrestling Federation, sempre accanto ad Hawk. Tra il giugno 2005 ed il giugno 2006 ha lottato nel roster di SmackDown! prendendo parte sia a match singoli che in tag team, stavolta accanto a Heidenreich e Matt Hardy. E' stato introdotto nella WWE Hall of Fame del 2011 da Dusty Rhodes come membro dei Road Warriors, assieme al compagno di sempre, il defunto Road Warrior Hawk e al loro manager Paul Ellering.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Mentre viveva a Chicago, Laurinaitis ha incontrato Michael Hegstrand (in seguito noto come Road Warrior Hawk), e i due divennero grandi amici. Vista l'enorme stazza, Laurinaitis trovò lavoro come buttafuori e durante il lavoro, venne notato da Eddie Sharkey, un noto allenatore di wrestling. Sharkey pensò che Laurinaitis, Hegstrand, Richard Rood, e Barry Darsow avrebbero potuto sfondare e decise di allenarli.

Debuttò nel novembre 1982, con il ring name "The Road Warrior", utilizzando la gimmick di un biker. Dopo un paio di match come singolo, la carriera di Joe cambiò per sempre grazie ad un'idea del manager Paul Ellering.

Georgia Championship Wrestling / American Wrestling Association / All Japan Pro Wrestling (1983–1986)[modifica | modifica sorgente]

Paul Ellering stava cercando di mettere insieme un team Heel nella Georgia Championship Wrestling chiamato "The Legion of Doom", fu allora che gli venne l'idea di reclutare Laurinaitis e il suo buon amico Michael Hegstrand cambiandogli i ring nama rispettivamente in "Animal" e "Hawk". Hanno iniziato con la gimmick di biker; nel DVD dedicato ai Road Warriors, Animal disse che all'epoca si sentiva come uno dei Village People, così sperimentarono dei modi per avere un aspetto più minaccioso. Iniziarono col rasarsi i capelli in stile "Mohawk", indossarono collari per cani pieni di spilli, le spalline con gli spuntoni e il celebre face paint. L'ispirazione per il look fu presa dal film Interceptor - Il guerriero della strada (Mad Max 2). Inoltre, durante le interviste si dimostravano minacciosi, ma venivano apprezzati per via del loro carisma.

Questo cambio di look, ebbe un successo immediato, rivoluzionando la scena tag-team con le loro mosse di potenza e l'innovativo face paint. Nella Georgia Championship Wrestling vinsero il NWA National Tag Team Championship quattro volte per poi passare a federazioni più importanti, come la American Wrestling Association e la All Japan Pro Wrestling, vincendo più volte i titoli di coppia.

Jim Crockett Promotions (1986-1990)[modifica | modifica sorgente]

Il loro stile aggressivo e violento, piaceva molto ai fan e anche quando erano Heel il pubblico non li fischiava (trattamento riservato di solito ai cattivi), anzi, li applaudiva. Nel 1986 lottavano nella National Wrestling Alliance, fino alla cessazione definitiva dalla federazione. Vinsero il "Jim Crockett Sr. Memorial Cup Tag Team Tournament" ed ebbero un feud con i Four Horsemen e la "squadra russa". Durante il loro percorso nella NWA, hanno contribuito alla diffusione di alcuni tipo di match come il "WarGames match", lo "Scaffold match" e il "Chicago Street Fight".

Nel 1988, i Road Warriors impegnati in una violenta faida con i "Powers of Pain" (Warlord e The Barbarian), ovvero i loro cloni. Infatti i due aveno lo stesso taglio di capelli e un face paint molto simile ai Road Warrior. I Powers of Pain ferirono Animal ad un occhio (kayfabe) durante una gara di sollevamento pesi, rendendo la faida ancora più violenta, ma l'angle fu bruscamente interrotto quando i Powers of Pain lasciarono la NWA dopo aver scoperto che erano stati decisi una serie di Scaffold match e i due non volevano rischiare di farsi male cadendo da quell'altezza.

Verso la fine del 1988, i Road Warriors vinsero il NWA World Tag Team Championship dai Midnight Express. Nel loro ultimo anno con la NWA, i Warriors ebbero diversi feud, soprattutto con i Varsity Club, i Headshrinkers, e gli Skyscrapers ("Masked Sky Scraper" e "Mean" Mark Callous - il futuro The Undertaker), prima di lasciare la NWA nell'estate del 1990, a causa di conflitti con Jim Herd.

World Wrestling Federation (1990-1992)[modifica | modifica sorgente]

I Road Warriors firmarono con con la World Wrestling Federation (WWF) nel 1990 ed ebbero un feud con i Demolition (altri "cloni" dei RW). A causa di alcuni problemi di salute di Ax, quest'ultimo fu sostituito da Crush, ma questa sostituzione abbassò la qualità, ed il feud non fu all'altezza delle speranze dei tifosi.

Poco più di un anno dopo la firma con la federazione di Vince McMahon, la Legion of Doom (come era stata rinominata la stable) vinse il WWF Tag Team Championship, titolo che riuscì a mantenere per circa otto mesi. Alla perdita dei titoli, Hawk lasciò la WWF lasciando Animal per la prima volta a combattere come singolo dopo nove anni. Animal continuò a combattere fino alla scadenza del contratto, soprattutto come singolo e, occasionalmente, collaborando con l'ex membro dei Demolition, Crush.

Dopo aver lasciato la WWF, Animal lottò in Giappone e durante un handicap match contro la Beverly Brothers nel settembre 1992, Laurinaitis si infortunò seriamente alla schiena, dopo aver subito un doppio suplex e dovette prendersi una lunga pausa dal wrestling.

World Championship Wrestling (1993; 1996)[modifica | modifica sorgente]

Laurinaitis fece alcune apparizioni (senza combattere) nella World Championship Wrestling (WCW) nel 1993. Il 18 agosto fece la sua comparsa a Clash of the Champions, indicando il suo compagno Hawk e Dustin Rhodes come compagni di tag nel match contro Rick Rude e The Equalizer. Il 19 settembre, a Fall Brawl, Animal era presente all'angolo della squadra capitanata da Sting, composta dallo stesso Sting, Davey Boy Smith, Dustin Rhodes, e ShockMaster, che sconfissero Big Van Vader, Sid Vicious, e gli Harlem Heat (Booker T e Stevie Ray).

Per i successivi due anni, Laurinaitis è rimasto fuori dal wrestling, mentre Hegstrand ha lottato in diverse federazioni in giro per il mondo. Verso la fine del 1995, quando tutti pensavano che i Road Warriors fossero finiti, i due si riunirono e firmarono un contratto con la WCW. Al loro ritorno, nel gennaio 1996, hanno immediatamente iniziato un feud con i fratelli Steiner e successivamente con gli Harlem Heat, prima di sfidare i WCW Tag Team Champion Sting e Lex Luger. I Road Warriors ebbero parecchie possibilità di sfidare i campioni, ma non riuscirono mai a vincere il titolo. Tornarono a sfidarsi con gli Steiner Brothers, per dimostrare una volta per tutte qual'era il miglior tag team di tutti i tempi. I due fratelli ebbero la meglio e i due guerrieri della strada lasciarono la WCW nel giugno 1996.

Ritorno alla WWF (1997-1998)[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver lasciato la WCW tornarono alla WWF dove la Legion of Doom si unirono a "Stone Cold" Steve Austin nel suo feud contro la Hart Foundation. La Legion of Doom vinse per la seconda volta il tag Team Champion il 7 ottobre 1997, quando sconfissero i Godwinns]. Persero i titoi nel novembre 1997, contro la neonata New Age Outlaws (Billy Gunn & Road Dogg).

Dopo varie sfide che li ha visti perdenti, i L.O.D. furono rinominati "Legion of Doom 2000" con Sunny come manager. Allo stesso tempo, Paul Ellering tornò in WWF, ma si schierò con gli accerrimi rivali, i Disciples of Apocalypse (D.O.A.).

Nel 1998, la Legion of Doom è stata coinvolta in una controversa storyline che riguardava i reali problemi di droga e alcool "Hawk" Hegstrand. Ha iniziato a presentarsi ubriaco o comunque non in grado di combattere negli show WWF. Hawk si dimostrò più volte inaffidabile ed un terzo membro si unì al gruppo mentre Hegstrand affrontava i suoi problemi personali: Puke. La trama della storyline si concluse secondo cui fu proprio Puke la causa dei problemi di Hawk, sfruttando la situazione per prendere il suo posto nel team. Però né Hegstrand né Laurinaitis approvarono la scelta della federazione di sfruttare i reali problemi personali di Hegstrand, e questo portò il duo ad abbandonare ancora una volta la WWF.

La crisi portò la rottura dei Road Warriors, e mentre Animal lottava sempre più come singolo, Hegstrand lottava contro l'alcolismo e la dipendeza da stupefecenti.

World Championship Wrestling (2001)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001, Animal è stato l'"enforcer" dei Magnificent Seven, capitanata da Ric Flair, con l'obiettivo di proteggere il campione mondiale WCW Scott Steiner. Ma il contratto con la WCW dura poco, infatti Vince McMahon ha rilevato la società e non ha aquisito il contatto di Laurinaitis.

Superstars International Wrestling (2002-2003)[modifica | modifica sorgente]

Il 22 giugno 2002, avvenne la riunione dei Road Warriors, che sconfissero gli Headshrinkers e di divennero IWS World Tag team Champion. Inoltre vinsero l'International Wrestlefest tournament, svoltosi ad Atlantic City.

Total Nonstop Action Wrestling (2002-2003)[modifica | modifica sorgente]

I Road Warriors apparvero brevemente nella Total Nonstop Action (TNA) tra la fine del 2002 e l'inizio del 2003, come parte di un gruppo che si opponeva a Vince Russo.

Ritorno alla WWE (2003-2006)[modifica | modifica sorgente]

Animal e Hawk tornarono a sorpresa a Raw il 12 maggio 2003, dove affrontarono Kane e Rob Van Dam per il World Tag Team Championship. I due non riuscirono a vincere il titolo, ma ormai Hawk si era definitivamente disintossicato e i Road Warriors avevano speranze di tornare in WWE. Tuttavia, anni di eccessi lasciarono il segno sul fisico di Hegstrand che morì d'infarto il 19 ottobre 2003.

Animal tornò in WWE nella puntata di SmackDown del 14 luglio 2005, dove è stato sfidato dai campioni di coppia, gli MNM (Joey Mercury e Johnny Nitro) ad un match per il titolo a The Great American Bash. Trovò nuovo tag team partner in Heidenreich e Christy Hemme come manager. I due riuscirono a vincere i titoli e dedicarono la vittoria a Hawk dicendo, "Hawk, questo era per te, fratello!". I due collaborarono per alcuni mesi in un nuovo capitolo della Legion of Doom, con Heidenreich che adottò il classico look dei Road Warriors. Tuttavia, il 17 gennaio 2006 la WWE licenziò Heidenreich, ponendo fine al tag team.

Il 3 Marzo 2006, a SmackDown, Animal insieme a Matt Hardy affrontò gli MNM. Dopo che lui e Hardy persero il match, Animal effettuò un turn heel, per la seconda volta nella sua carriera attaccando Hardy e ferendolo al ginocchio (keyfabe). Animal giustificò il suo gesto, ritenendo sia Hardy che Heidenreich non erano adatti e che Road Warrior Hawk era l'unico tag team partner per lui.

Nella sua ultima apparizione WWE, Animal sconfisse Paul Burchill il 6 maggio 2006, in una puntata di Velocity. Il 26 Giugno 2006, è stato rilasciato dalla WWE.

Ritorno in TNA "One Night Only" (2007)[modifica | modifica sorgente]

Il 17 giugno del 2007, Animal è apparso nel pay-per-view, Slammiversary, dove ha sostituito l'infortunato Scott Steiner, al fianco di Rick Steiner contro il Team 3D (Brother Ray e Brother Devon). Il match è stato vinto dal Team 3D.

All Japan Pro Wrestling (2007-presente)[modifica | modifica sorgente]

Il 1º settembre 2007, Animal è apparso nella All Japan Pro Wrestling combattendo in coppia con Sasaki in un tag team chiamato "Hell Warriors", con Animal accreditato come "Animal Warrior" rifacendosi alle gimmick di "Power Warrior" di Sasaki e "Hawk Warrior" di Hawk (usata da Hawk nel periodo di separazione). I nuovi Hell Warrior sconfissero il team costituito da "brother" YASSHI e Shuji Kondo.[1]

L'11 maggio 2008, gli Hell Warriors lottarono nello show messicano "Dragon-Mania" della Toryumon Mexico. Sconfissero Damián el Terrible e Damián 666, vincendo così l'UWA World Tag Team Championship.

WWE Hall of Famer e sporadiche apparizioni (2011-presente)[modifica | modifica sorgente]

La WWE ha annunciato il 28 marzo 2011 che i Road Warriors, insieme a Paul Ellering sarebbero stati introdotti nella WWE Hall of Fame. E' stato introdotto da Dusty Rhodes. Alla cerimonia, Laurinaitis e Ellering, hanno ricordato Hegstrand con un commovente discorso.

Il 20 luglio 2012, puntata di WWE SmackDown, Animal è tornato per affrontare Heath Slater (che aveva chieso un match contro chiunque) che ha battuto in pochi minuti. Si è rivisto il 23 luglio 2012 nella millesima puntata di Raw con altre leggende WWE, come Vader, JBL, Ron Simmons e Sgt. Slaughter, per aiutare Lita a battere ancora una volta Heath Slater.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Anche i fratelli di Joseph hanno (o hanno avuto) un ruolo nel mondo del wrestling. John Laurinaitis (conosciuto anche come Johnny Ace) è un ex wrestler, "Road Agent" della WWE, e tra il 2011 e il 2012 è stato General Manager di Raw e Smackdown. Marcus Laurinaitis è un ex wrestler, noto principalmente per aver combattuto nel tag team The Wrecking Crew (Terminator / Fury).

Laurinaitis è sposato con Julie, ex powerlifter e bodybuilder. La coppia ha avuto due figli, James (1986), gioca per la squadra di football americano della Ohio State University come linebacker e Jessica (1989). Ha un altro figlio Joseph (1981), avuto da un precedente matrimonio.

Nel 2011, ha pubblicato un'autobiografia dal titolo "The Road Warriors: Danger, Death, and the Rush of Wrestling", edito da Medallion Press, Inc. Il libro parla l'ascesa di The Road Warrior, aneddoti divertenti di vita on the road, e racconta il dietro le quinte del wrestling.

Animal nei videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Per anni molto popolare in Giappone, terra di grandi software house di videogiochi, i Road Warriors ma in particolare Animal sono presenti in alcuni giochi ufficiali delle federazioni di Wrestling come anche diversi personaggi di videogame sono chiaramente ispirati alla figura di Animal:

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse finali[modifica | modifica sorgente]
Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Manager[modifica | modifica sorgente]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]

  • "Iron Man" dei Black Sabbath (da singolo; inizio carriera)
  • "We are Iron Men" (WCW)
  • "The Hit" (campionata sul tema WCW)
  • "Mayhem Mavens" (WCW; 1995-1996)
  • "What A Rush" di J.Hart e J.J. Maguire (WWF/WWE; 1990-1992,1997–1998, 2003-presente)
  • "Hellraiser" di Ozzy Osbourne
  • "Iron Man / Hellraiser Megamix" di Ozzy Osbourne e Black Sabbath (AJPW)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

American Wrestling Association

Georgia Championship Wrestling

  • NWA National Tag Team Championship (4 - con Road Warrior Hawk)

i-Generation Superstars of Wrestling

  • i-Generation Tag Team Championship (3 - con Road Warrior Hawk)

Independent Pro Wrestling

  • IPW Tag Team Championship (1 - con Road Warrior Hawk)

International Wrestling Superstars

  • IWS World Tag Team Championship (1 - con Road Warrior Hawk)

National Wrestling Alliance

  • NWA International Tag Team Championship (1 - con Road Warrior Hawk)
  • NWA National Tag Team Championship (4 - con Road Warrior Hawk)
  • NWA Hall of Fame (classe 2012)

Jim Crockett Promotions/ World Championship Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

Professional Championship Wrestling (Texas)

  • PCW Tag Team Championship (1 - con Road Warrior Hawk)
  • Professional Wrestling Hall of Fame and Museum (Classe del 2011) (come membro dei Road Warrior)

Super World of Sports

  • One Night Tag Team Tournament (1990) – con Road Warrior Hawk

Toryumon Mexico

  • UWA World Tag Team Championship (1, attuale) – con Power Warrior

Tokyo Sports

  • Special Foreigner Award (1985) – con Road Warrior Hawk

World Wrestling Federation/Entertainment

Wrestling Observer Newsletter

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kensuke Office Show Results

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]