All Japan Pro Wrestling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

La All Japan Pro Wrestling (全日本プロレス zen nihon puroresu?), anche nota con la sigla AJPW, è una federazione di wrestling giapponese creata nel 1972. Tra organizzazioni di puroresu ancora attive, è senza dubbio una delle più famose, assieme alla storica rivale New Japan Pro Wrestling ed alla Pro Wrestling NOAH.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La federazione fu fondata da Shohei "Giant" Baba e dai Fratelli Momota, figli di Rikidozan. Baba, un ex lanciatore di baseball professionista, entrò nella Japan Wrestling Alliance nel 1960. Nel mese di ottobre 1972 lasciò la JWA per formare la sua promotion, la All Japan Pro Wrestling. Ad oggi il gruppo continua a produrre diversi show, alcuni dei quali in onda sulle televisioni giapponesi. Il primo spettacolo targato AJPW si svolse il 21 ottobre 1972 a Tokyo.

Baba creò la Pacific Wrestling Federation (PWF) come organo di governo per tutti i futuri titoli della AJPW. All'inizio la PWF riconobbe un World Heavyweight Championship e diversi "Regional Championships" assegnati ai wrestler stranieri a seconda della loro regione di provenienza; con l'ingresso della AJPW nella NWA, il PWF World Championship fu declassato a Regional Championship. Il primo presidente della PWF (figura simile a quella del "commissioner" nelle federazioni statunitensi, con il compito aggiuntivo di consegnare le cinture ai vincitori) fu Lord James Blears (dalla fondazione fino al 2000); a Blears è succeduto Stan Hansen.

Come membro fedele della NWA, La AJPW riuscì spesso a portare nei suoi show wrestler stranieri, come gli NWA World Heavyweight Champion. Negli anni ottanta, Baba si allontanò da altri promoters, sia autoctoni che stranieri, e diede vita ad un sistema esclusivo di promozione dei talenti (giapponesi e non), i quali avrebbero potuto combattere solo per la AJPW. Inoltre il wrestler Jumbo Tsuruta, che intanto era diventato un wrestler di spicco della NWA, unifica tre titoli singoli della NWA e della PWF e forma il Triple Crown, e unisce altri due titoli di coppia per formare l'AJPW Unified World Tag Team Championship; verso la fine degli anni 80 Tsuruta e Genichiro Tenryu si sfidano per il titolo, in uno dei match più belli degli anni '80 e che sarà d'ispirazione per i match degli anni '90, epoca d'oro della AJPW.
Gli inizi degli anni '90 saranno caratterizzati da uno dei feud più belli di tutto il wrestling: Jumbo Tsuruta vs Mitsuharu Misawa. Da poco Misawa, in precedenza Tiger Mask II, era stato smascherato, e in questo feud che coinvolse quasi tutta la federazione, avvenne il passaggio di testimone tra il simbolo della AJPW negli anni '80, Tsuruta, e quello che sarà il simbolo negli anni '90, Misawa. Dopo il feud (in cui Misawa riuscirà persino a far cedere Tsuruta in una sua sottomissione), Tsuruta combatté nel mid card a causa delle sue condizioni di salute, Tenryu se ne andò e la AJPW dà più spazio ai tre grandi wrestler di questa nuova epoca, Mitsuharu Misawa, Toshiaki Kawada e Kenta Kobashi (ma bisognerebbe anche citare Akira Taue, Stan Hansen e molti altri) i quali fecero insieme i più bei match di tutti i tempi. La federazione riuscì così a crearsi una stabile base di spettatori per tutti gli anni novanta. Raramente si è assistito a match interpromozionali ed i wrestler che provenivano da altre organizzazioni, come Hiroshi Hase, Shigeo Okumura e Yoshihiro Takayama non ricevettero molto spazio.

Baba morì nel gennaio del 1999, lasciando la federazioni nelle mani della sua stella, Misawa. Tuttavia Misawa, in completo disaccordo con il percorso tracciato dalla vedova di Baba, Mokoto, lasciò il gruppo il 28 maggio 2000 per creare una nuova federazione, la Pro Wrestling NOAH, portando con sé diversi wrestler di punta della AJPW. Per contro Motoko Baba, acquisito il pieno controllo dell'organizzazione, riportò alla AJPW Genichiro Tenryu, dieci anni dopo il suo abbandono in seguito al quale formò la Super World of Sports. Un altro problema fu il ritiro forzato di Stan Hansen, una delle più grandi attrazioni della AJPW e suo miglior wrestler straniero di sempre. Il suo ultimo match fu la semifinale del torneo per la Triple Crown vacante contro Tenryu. Mokoto Baba nominò Hansen presidente della Pacific Wrestling Federation.

Nel 2002, al termine di un lungo angle interpromozionale con la New Japan Pro Wrestling, tre delle più grandi stelle della NJPW (Keiji Mutoh, Satoshi Kojima e Kendo Kashin) passarono alla AJPW (Kashin tornò alla NJPW poco dopo). Per questo gesto Mutoh fu ricompensato da Mokoto Baba con il posto di presidente della compagnia e tutte le azioni in mano alla famiglia Baba furono trasferite a Mutoh. Ad oggi la AJPW vive in un periodo di crisi, non avendo più grandi stelle ed essendo stata surclassata dalla NJPW e dalla NOAH.

Parco atleti[modifica | modifica sorgente]

Altre personalità[modifica | modifica sorgente]

  • Stan Hansen - Pacific Wrestling Federation Commissioner

Campioni attuali[modifica | modifica sorgente]

Titolo Campione Data
AJPW Triple Crown Heavyweight Championship Akebono 27 ottobre 2013
AJPW Unified World Tag Team Championship
(noto anche come Double Cup)
Evolution

(Joe Doering and Suwama) || 22 ottobre 2013

AJPW World Junior Heavyweight Championship Último Dragón 15 dicembre 2013
AJPW All Asia Tag Team Champnship Xceed

(Atsushi Aoki and Kotaro Suzuki) || 24 novembre 2013

La AJPW tiene inoltre tornei annuali per decidere il wrestler o il tag team più forte della federazione:

Torneo Ultimo vincitore Data
Champion's Carnival Suwama 9 aprile 2008
Junior League Chris Sabin 1 luglio 2007
World's Strongest Tag Team League Keiji Mutoh e Joe Doering 9 december 2007

Tra i Titoli precedentemente difesi nella AJPW figurano:

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling