Tammy Lynn Sytch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tammy Lynn Sytch
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Tamara Lynn Sytch[1]
Ring name Tammy Spirit[1]
Tammy Lynn Fytch[1]
Tamara Murphy[1]
Sunny[1]
Tammy Lynn Sytch[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Matawan[1]
7 dicembre 1972[1]
Altezza dichiarata 163[1] cm
Peso dichiarato 54[1] kg
Allenatore Kevin Sullivan[2]
Chris Candido[1]
Jim Cornette[1]
Debutto 1993[1]
Progetto Wrestling

Tamara Lynn Sytch (Matawan, 7 dicembre 1972) è una wrestler statunitense, che lottò nella World Wrestling Federation (WWF) con il nome di Sunny, oltre che nella Extreme Championship Wrestling (ECW), nella World Championship Wrestling (WCW) e nella Ring of Honor (ROH). Fa parte della WWE Hall of Fame dal 2011.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Frequentò la scuola superiore assieme al suo fidanzato di lunga data Chris Candido.[3] Studiò medicina, con l'ambizione di diventare una pediatra.[2][3][4] Ai tempi del college, lavorò come fotografa freelance.[3] Ebbe una relazione lunga nove mesi con Shawn Michaels.[5] Nel 1997, Michaels accusò la sua fidanzata di tradirlo con Bret Hart, ma il lottatore canadese negò tutto. Hart e Michaels ebbero anche un confronto nel backstage, sulla questione.[6]

Nel 1997, la rivista Playboy le offrì la possibilità di posare nuda sulla rivista, ma Sytch declinò.[3][5] In accordo con quanto divulgato dalla ragazza, avrebbe dovuto essere ritratta in sei scatti.[4] La collega Rena Mero, meglio nota come Sable, dichiarò che Playboy non contattò mai Tammy Lynn Sytch.[7] Sytch posò nuda per il sito Wrestling Vixxxens, ma nel 2007 disse d'essersene pentita.[5]

Nel 2001, fu ricoverata in ospedale per appendicite, costringendola a restare lontana dal mondo del wrestling per un po' di tempo.[3] Ebbe una relazione con il wrestler Damien Darling,[8] poi conclusa. In poco più di un mese, fu arrestata cinque volte per aver aggredito Darling.[9]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Smoky Mountain Wrestling (1992 - 1995)[modifica | modifica sorgente]

Sytch iniziò la propria carriera nel wrestling assieme al fidanzato Chris Candido, con l'obiettivo di guadagnare qualche soldo extra.[2] Nel 1992 inoltrato, firmò un contratto semestrale con la Smoky Mountain Wrestling. Utilizzò il nome Tammy Fytch ed interpretò il ruolo di una heel, che idolatrava Hillary Clinton. Nella prima storyline in cui fu coinvolta, minacciò di fare causa alla federazione perché non c'erano donne nelle posizioni di potere. Fu poi manager di Brian Lee, accompagnandolo fino alla conquista dello SMW Heavyweight Championship, per poi cominciare a seguire le prestazioni di Candido. A partire da maggio 1994, diventò manager del tag team costituito proprio da Candido e Lee, che si aggiudicarono il SMW Tag Team Championship, strappandolo ai Rock 'n' Roll Express. Sia Sytch che Candido, comunque, lasciarono la federazione agli inizi del 1995 per passare alla World Wrestling Federation (WWF).[3]

World Wrestling Federation (1995 - 1998)[modifica | modifica sorgente]

Nel tardo 1994, Sytch fu contatta dalla WWF. Cominciò quindi ad apparire con il nome di Tamara Murphy.[3] Un mese più tardi, anche Candido la raggiunse nella nuova federazione. I due tornarono a lavorare insieme, sempre nelle vesti di heel: Candido adottò il nome di Skip, mentre Sytch diventò Sunny. Formarono il tag team chiamato The Bodydonnas, una coppia di fanatici del fitness.[3][10] Successivamente, Zip entrò a far parte della squadra e Sunny fu all'angolo dei due quando conquistarono il World Tag Team Championship a WrestleMania XII, strappandolo ai Godwinns.[2][3] Nel 1996, vinse il premio di Pro Wrestling Illustrated come miglior manager dell'anno. Secondo AOL, fu la donna più "scaricata" da internet nel corso dello stesso anno.[1][10] Alcune settimane dopo, i Godwinns riconquistarono il titolo di coppia e Sunny tradì i Bodydonnas, in favore dei nuovi campioni. Successivamente, tradì anche i Godwinns per aiutare gli Smoking Gunns a guadagnare il World Tag Team Championship. Dopo che anche gli Smoking Gunns persero il titolo, i due licenziarono Sunny al centro del ring.[3]

Fu per breve tempo la manager di Faarooq Asad, aiutandolo nel corso del suo feud per l'Intercontinental Championship contro Marc Mero e la sua valletta Sable. In questo periodo, apparve anche sul programma di MTV Singled Out e Entertainment Tonight della CBS. Nel frattempo, Candido lasciò la WWF per l'Extreme Championship Wrestling (ECW) e non passò molto tempo prima che Sunny cominciasse ad effettuare delle apparizioni in questa federazione. Ad agosto 1997, partecipò al pay-per-view Hardcore Heaven.[3]

Nel 1998, Sunny diventò la manager della nuova versione dei Road Warriors, nota come Legion of Doom 2000. Il tag team, con la sua guida, diventò contendente numero uno al titolo di coppia, grazie alla vittoria in una Tag Team Battle Royal, che si disputò a WrestleMania XIV.[10] Fu licenziata dalla WWF a luglio, a causa di voci riguardanti dei problemi con Sable nel backstage, oltre che per un presunto abuso di antidolorifici e per via di diverse assenze ingiustificate agli show.[3]

Extreme Championship Wrestling (1998 - 1999)[modifica | modifica sorgente]

Entrò così stabilmente nella ECW.[11] Quattro giorni dopo il suo rilascio da parte della WWF, debuttò nel pay-per-view Heat Wave. Utilizzò il nome Tammy Lynn Sytch negli eventi della ECW, accompagnando Candido nel seguente feud con Lance Storm.[3][10] Nel mese di settembre, Storm presentò la sua nuova valletta: si trattava di Tammy Lynn Bytch, un'evidente parodia. Nel corso dello stesso anno, Sytch e Candido sparirono dagli show televisivi in alcune circostanze; secondo alcune voci, per abuso di sostante stupefacenti.[3]

Quando rientrò il duo, Candido si alleò con la stable di Shane Douglas, chiamata Triple Threat. Sytch cominciò una rivalità con Francine, valletta di Douglas. Il feud venne però interrotto bruscamente, a causa dell'arresto di Sytch per aver violato un ordine restrittivo richiesto da sua madre.[3] Tornò ad ottobre 1999, durante una puntata di ECW on TNN, dove parlò apertamente dei suoi passati problemi di droga. Ebbe poi un breve feud con Dawn Marie. A dicembre 1999, Sytch e Candido lasciarono la federazione.

World Championship Wrestling (2000)[modifica | modifica sorgente]

Dopo una fugace presenza nella Xtreme Pro Wrestling (XPW) all'inizio del 2000, sia Sytch che Candido firmarono un contratto con la World Championship Wrestling (WCW). Candido debuttò a marzo, mentre Sytch esordì un mese più tardi, nel corso del pay-per-view Spring Stampede. Sytch aiutò Candido ad aggiudicarsi il WCW Cruiserweight Championship, battendo The Artist Formerly Known as Prince Iaukea. Ebbe un feud con la valletta di quest'ultimo, Paisley. Questa rivalità si concluse a Slamboree, quando Prince Iaukea e Paisley strapparono il vestito di Sytch, lasciandola in biancheria intima. Sytch e Candido ebbero poi un feud con Crowbar e Daffney. Candido perse il titolo poco tempo dopo, evento che anticipò la conclusione dell'esperienza della coppia in WCW.[3] Come in passato, Sytch lasciò la compagnia circondata dalle voci riguardanti un suo presunto abuso di sostanze stupefacenti.[3]

Circuito indipendente (2000 - 2010)[modifica | modifica sorgente]

Dopo il suo rilascio da parte della WCW, il duo tornò nella Xtreme Pro Wrestling, dove Sytch affiancò Candido nella sua scalata verso il titolo assoluto della federazione. Candido e Sytch lavorarono con diverse compagnie nel circuito indipendente. Nella primavera del 2003, si trasferirono a Porto Rico, per lavorare nell'International Wrestling Association (IWA). Sabu li convinse a lavorare per la federazione rivale, la World Wrestling Council (WWC) di Carlos Colón. Sei mesi più tardi, la coppia abbandonò la WWC e fece ritorno negli Stati Uniti.

Dopo la morte di Candido, non passò molto tempo prima che Sytch fosse nuovamente coinvolta nel circuito indipendente. Fece un'apparizione come special referee in un match per la NWS Wrestling a maggio 2005, partecipando poi ad uno show in memoria di Candido che si svolse il 4 giugno successivo. Il 10 giugno, partecipò a Hardcore Homecoming: assieme a Johnny Grunge e Pitbull #1, resero onore ai wrestler della ECW recentemente scomparsi. Furono interrotti da Danny Doring e Roadkill, con i due che furono poi portati via dai 911.

Sytch come arbitro ad aprile 2009.

Fece poi delle apparizioni nella NWA Cyberspace. Conclusa questa esperienza, passò alla National Wrestling Superstars (NWS): apparse in diversi show, tra cui uno dove fu la manager di Lex Luger, nella vittoria su Johnny Candido. In seguito, la Cyberspace cambiò nome in Shockwave e Sytch ne fu nominata commissaria. Immediatamente dopo questo annuncio, dichiarò vacanti tutti i titoli della federazione.

Il 22 dicembre 2007, vinse il primo titolo della sua carriera, il WSU Championship. Riuscì a sconfiggere Alicia in uno show della Women Superstars Uncensored che si svolse a Lake Hiawatha, in New Jersey.[1] Anche se per una sola sera, tornò nella WWF, ora conosciuta come WWE: fu presente nella puntata speciale di Raw, dedicata al quindicesimo anniversario dello show.[5]

Fece poi un'apparizione nello show della Ring of Honor (ROH) che si tenne a New York, in data 29 dicembre 2007. Fu presente a bordo ring, mentre Daizee Haze riusciva a sconfiggere Lacey e Sara Del Rey. Al termine dell'incontro, Lacey assalì verbalmente Sytch, accusandola di aver contribuito alla scarsa considerazione delle donne nell'industria del wrestling. Tentò di passare alle vie di fatto, prima di essere fermata da Haze. Sytch apparì in ROH anche nel 2008, offrendo i suoi servizi da manager ad Austin Aries, che però rifiutò la proposta.

Apparizioni in WWE (2009 - 2011)[modifica | modifica sorgente]

Sunny partecipò a WrestleMania XXV, nel corso del Battle Royal Match che avrebbe determinato il titolo di Miss WrestleMania, venendo però eliminata rapidamente. Il 7 marzo 2011, durante una puntata di Raw, fu annunciato il suo ingresso nella WWE Hall of Fame.[12]

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse finali[modifica | modifica sorgente]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Wrestler accompagnati[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Pro Wrestling Illustrated

  • PWI Manager of the Year (1996)

Women Superstars Uncensored

World Wrestling Federation / Entertainment

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Tammy Lynn Sytch, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  2. ^ a b c d (EN) Tammy Lynn-Sytch Interview: Talks about her career, Michaels, & more, wrestleview.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Sunny days, wintry nights The thrills and spills of Tammy Lynn Sytch, slam.canoe.ca. URL consultato il 13 novembre 2012.
  4. ^ a b (EN) Sunny has brains over brawn, slam.canoe.ca. URL consultato il 13 novembre 2012.
  5. ^ a b c d (EN) "Sunny" Tammy Lynn Sytch, wrestlingepicenter.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  6. ^ (EN) Heath McCoy, Pain and Passion: The History of Stampede Wrestling, CanWest Books, 2005, p. 249.
  7. ^ (EN) Sable looks beyond wrestling, slam.canoe.ca. URL consultato il 13 novembre 2012.
  8. ^ (EN) Sunny’s Boyfriend Joining WWE?, AM RAW Rating, wrestlenewz.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  9. ^ (EN) Tammy Sytch Going Into Rehab After Multiple Arrests, inquisitr.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  10. ^ a b c d (EN) Sunny, wwe.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Wrestling Queen Tammy Lynn Sytch Returns to Ring On TNN's Friday Night ECW WRESTLING Series., businesswire.com. URL consultato il 13 novembre 2012.
  12. ^ WWE Raw Report - 07/03/2011, tuttowrestling.com. URL consultato il 13 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]