Padre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Padre (disambigua).
Padre e figlio

Il padre è il genitore maschio di uno o più figli.

Generalmente è la parentela biologica a stabilire la paternità. In realtà le prove certe di paternità sono sempre state intrinsecamente problematiche e quindi spesso sono state regole sociali ad indicare chi debba essere considerato il padre (attribuendo questa responsabilità, ad esempio, al marito della madre).

Questo metodo di determinazione sociale della paternità è stato adottato fin dall'antichità.[senza fonte] L'approccio sociale è stato in seguito superato dai recenti strumenti di ricerca scientifica, in particolare il test del DNA che rende per la prima volta certa l'identità del padre precedentemente stabilita per convenzione giuridica: matrimonio, riconoscimento, prova di paternità. Di conseguenza oggi essenzialmente si intende per padre un uomo che da il suo contributo genetico nel generare un bambino (attraverso un rapporto sessuale o una fecondazione in vitro). (concepire = cum capere = accogliere --> concepimento = impianto dello zigote nell'endometrio uterino).

Un'eccezione del riconoscimento biologico della paternità sta nell'adozione, dove il genitore adottivo maschio è considerato il padre a tutti gli effetti.

Altri significati[modifica | modifica sorgente]

  • In ambito religioso, i sacerdoti di molte confessioni sono a volte detti "padre", quali "padri spirituali" della comunità che assistono.
  • Vengono chiamati "padre" anche i principali ideatori, promotori o attuatori di progetti, opere, scoperte scientifiche e riforme sociali o politiche.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]