Adozione da parte di coppie dello stesso sesso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stato legale delle adozioni da parte di coppie dello stesso sesso nel mondo

██ Adozione legale

██ Adozione del figlio del partner legale

██ Nessuna legislazione a riguardo

Con l'espressione adozione da parte di coppie dello stesso sesso si fa riferimento all'adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso. I mass media utilizzano in modo impreciso l'espressione "adozione gay".[1]

Adozione da parte di coppie dello stesso sesso nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Le coppie dello stesso sesso possono accedere all'adozione di minori in 20 Paesi: Spagna, Francia, Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Svezia[2], Norvegia, Danimarca[3], Islanda, Malta, Stati Uniti, Canada, Messico, Argentina, Brasile, Uruguay, Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda.

Altri Paesi, pur non consentendo l'adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso, riconoscono a chi è in coppia con una persona di sesso uguale l'adozione dei figli naturali e adottivi del partner; tra questi vi sono Germania, Finlandia e Groenlandia.[4][5][6][7]

L'adozione dei figli naturali e adottivi del partner è conosciuta anche come adozione del figliastro (espressione desueta), o stepchild adoption.

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Israele[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2005 la Suprema corte di Israele ha permesso alle persone gay di sesso femminile l'adozione dei figli del o della partner. Per le coppie omosessuali di sesso maschile, vi sono casi aperti presso la Corte Suprema ma non è ancora possibile l'adozione.[8]

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Sud Africa[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Stato legale delle adozione da parte di coppie dello stesso sesso in Europa

██ Adozione legale

██ Adozione del figlio del partner legale

██ Adozione esplicitamente illegale

██ Nessuna legislazione a riguardo

Spagna[modifica | modifica wikitesto]

In Spagna l'adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso è legale ai sensi del Codice Civile spagnolo così come modificato dalla legge che nel 2005 ha aperto il matrimonio, e con esso l'adozione congiunta di minori, alle coppie dello stesso sesso.[9][10][11] In conformità a quanto previsto dal Codice Civile, gay e lesbiche possono adottare bambini anche da persone singole così come è permesso a chi è eterosessuale.

A livello regionale, nelle comunità autonome spagnole di Catalogna, Aragona, Navarra, Paesi Baschi e Cantabria la possibilità di adottare congiuntamente minori è consentita anche alle coppie dello stesso sesso (e alle coppie di sesso diverso) conviventi.[12][13][14][15][16]

Francia[modifica | modifica wikitesto]

Una coppia di donne con dei bambini.

In Francia l'adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso è legale ai sensi del Codice Civile francese così come modificato dalla legge che nel 2013 ha aperto il matrimonio, e con esso l'adozione congiunta di minori sia nella tipologia semplice sia nella tipologia plenaria, alle coppie dello stesso sesso.[17][18][19] Inoltre, gay e lesbiche possono adottare bambini anche da persone singole così come è permesso a chi è eterosessuale.[20]

La possibilità di adottare congiuntamente minori, essendo prerogativa delle coppie di qualsiasi composizione sessuale unite in matrimonio, non è consentita alle coppie dello stesso sesso (o di sesso diverso) conviventi, le quali però possono comunque beneficiare delle norme del Codice Civile francese che consentono a qualsiasi genitore in convivenza con una persona dello stesso sesso o di sesso diverso la possibilità di delega totale o parziale dell'esercizio della podestà genitoriale in favore del partner.[21][22]

Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Nel Regno Unito l'adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso è legale per effetto dell'Adoption and Children Act 2002, legge che ha aperto l'adozione congiunta di minori alle coppie di fatto di sesso diverso e dello stesso sesso in Inghilterra e Galles[23][24][25][26], dell'Adoption and Children (Scotland) Act 2007, legge approvata a larga maggioranza dai membri del Parlamento della Scozia nel corso del 2006 che ha allineato la legislazione scozzese in materia di adozione congiunta di minori a quella inglese e gallese,[27][28] e della sentenza in proposito emessa dalla Corte d'Appello dell'Irlanda del Nord nel giugno 2013, che ha allineato l'Irlanda del Nord al resto del Regno Unito.[29][30] Prima di queste riforme ciascun membro di tali coppie poteva adottare, ma i figli risultavano figli di genitori single e il partner era escluso dalla genitorialità e non aveva alcun legame parentale con il figlio.[31]

Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Il Parlamento del Belgio ha votato il 24 aprile 2006 una riforma che permette l'adozione da parte di coppie composte da persone dello stesso sesso. Dopo l'approvazione alla Camera (77 voti a favore, 62 contro e due astensioni) la legge è stata approvata senza emendamenti dal Senato con 34 voti a favore, 33 contro e due astensioni. Dal 2003 in Belgio è possibile il matrimonio omosessuale, ma sino a quella data non era possibile l'adozione, che era consentita solo alle coppie eterosessuali.[32]

Paesi Bassi[modifica | modifica wikitesto]

Nei Paesi Bassi l'adozione congiunta di minori è aperta alle coppie dello stesso sesso per effetto della riforma del 2001 in materia di adozioni che ha modificato il Codice Civile di modo da garantire la possibilità di adottare bambini a coppie, unite in matrimonio o conviventi, di qualsiasi composizione sessuale.[33] Precedentemente, l'adozione congiunta di minori era consentita soltanto a coppie, unite in matrimonio o conviventi, di sesso diverso.[34] La riforma è stata approvata in via definitiva dal parlamento nazionale nel dicembre del 2000 ed è entrata in vigore il 1° aprile 2001 insieme a una riforma che ha aperto il matrimonio alle coppie dello stesso sesso[35] e ad alcune norme atte a modificare varie leggi dell'ordinamento giuridico del Paese in relazione all'apertura di matrimonio e adozioni;[36] tra di esse vi era una norma che introduceva nell'ordinamento il requisito di essere coniugi di sesso diverso per poter adottare congiuntamente minori provenienti da altri Paesi,[37] poi abrogato nel 2008.[38]

Islanda[modifica | modifica wikitesto]

In Islanda l'adozione da parte delle coppie dello stesso sesso è possibile in conseguenza dell'introduzione del matrimonio tra persone dello stesso sesso adottato il 27 giugno 2010. Il disegno di legge è stato approvato dal parlamento islandese, l'Althing, l'11 giugno 2010[39], senza alcun voto a sfavore[40].

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Adozione#Legislazione italiana attuale.

La legge 4 maggio 1983, n. 184 e successive modificazioni prevede che la dichiarazione di disponibilità all'adozione debba essere effettuata da una coppia coniugata da almeno tre anni. Il periodo di convivenza more uxorio è considerato alla stessa stregua di quello del matrimonio, fermo restando il fatto che la coppia deve comunque essere coniugata al momento della presentazione della disponibilità.

L'art. 44 prevede, tuttavia, deroghe per alcuni casi specifici:[41]

  • quando gli adottandi sono uniti al minore - orfano di padre e di madre - da vincolo di parentela fino al sesto grado o da rapporto stabile e duraturo preesistente alla perdita dei genitori,
  • quando un coniuge adotta il figlio, anche adottivo, dell'altro coniuge,
  • quando il minore è portatore di handicap[42] e orfano di entrambi i genitori,
  • quando non sia possibile l'affidamento preadottivo.

Quindi, salvo i rari casi anzi detti, non è possibile l'adozione da parte di una coppia non sposata e, dal momento che non è consentito il matrimonio di persone dello stesso sesso, l'adozione da parte di coppie omosessuali non è possibile.

Inoltre, nel caso di adozioni internazionali, oltre alle restrizioni della legislazione italiana, va tenuto conto anche delle eventuali maggiori restrizioni della legislazione del Paese di origine dell'adottato che spesso impediscono l'adozione da parte di single o coppie non coniugate.

Corte europea dei diritti dell'uomo[modifica | modifica wikitesto]

La Corte europea dei diritti dell'uomo nel febbraio 2013 ha accolto il ricorso portato avanti da una donna omosessuale austriaca che nel suo Paese si era vista negare la possibilità di adottare il figlio della propria convivente come consentito all'interno delle coppie conviventi di sesso diverso, sentenziando che tale negazione costituisce discriminazione per orientamento sessuale e violazione del diritto al rispetto della vita familiare[43]; nel gennaio 2008 la Corte aveva fatto valutazioni simili accogliendo il ricorso portato avanti da una donna omosessuale francese che nel suo Paese si era vista negare la possibilità di adottare un minore da persona singola come consentito alle persone singole eterosessuali.[44][45]

Nord America[modifica | modifica wikitesto]

Stato legale delle adozione da parte di coppie dello stesso sesso in Nord America

██ Adozione legale

██ Adozione del figlio del partner legale

██ Adozione esplicitamente illegale

██ Nessuna legislazione a riguardo

Canada[modifica | modifica wikitesto]

In Canada, l'adozione dipende dalla giurisdizione provinciale e territoriale. L'adozione da parte di coppie dello stesso sesso è legale in tutte le province.[46][47][48][49][50]

Stati Uniti d'America[modifica | modifica wikitesto]

Le coppie dello stesso sesso sono autorizzate a adottare minori nella capitale Washington e in 35 Stati della federazione: Stato di New York, California, Illinois, New Jersey, Pennsylvania, Maryland, Delaware, Iowa, Minnesota, Nevada, Colorado, Nuovo Messico, Oregon, Stato di Washington, Massachusetts, Connecticut, Rhode Island, Vermont, New Hampshire, Maine, Arkansas, Hawaii, Indiana,[51][52] Virginia, Wisconsin, Utah, Oklahoma, West Virginia, North Carolina, South Carolina, Alaska, Idaho, Arizona, Wyoming e Montana.

Messico[modifica | modifica wikitesto]

Oceania[modifica | modifica wikitesto]

Australia[modifica | modifica wikitesto]

Le coppie dello stesso sesso sono autorizzate a adottare minori nel territorio della capitale e in 3 Stati della federazione: Nuovo Galles del Sud, Australia Occidentale e Tasmania.[senza fonte]

Nuova Zelanda[modifica | modifica wikitesto]

Sud America[modifica | modifica wikitesto]

Stato legale delle adozione da parte di coppie dello stesso sesso in Sud America

██ Adozione legale

██ Adozione del figlio del partner legale

██ Adozione esplicitamente illegale

██ Omosessualità vietata

██ Nessuna legislazione a riguardo

L'adozione da parte delle coppie dello stesso sesso è stata legalizzata da Argentina, Brasile, Guiana Francese ed Uruguay.

Argentina[modifica | modifica wikitesto]

In Argentina l'adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso è legale per effetto della riforma che nel 2010 ha aperto il matrimonio a coppie di qualsiasi composizione sessuale.[53][54] I coniugi possono quindi accedere all'adozione congiunta di minori a prescindere dal fatto che essi siano un uomo e una donna, due uomini o due donne.

Brasile[modifica | modifica wikitesto]

In Brasile l'adozione congiunta di minori è aperta alle coppie dello stesso sesso in conseguenza a quanto sentenziato nel 2011 dalla Corte Suprema Federale, massimo organo giudiziario del Paese per le questioni di carattere costituzionale, in materia di eguale trattamento delle coppie dello stesso sesso rispetto alle altre coppie.[55][56]. La normativa nazionale sulle adozioni garantisce la possibilità di adottare bambini alle coppie unite in matrimonio o in convivenza continuativa, senza fare riferimento al sesso dei componenti.[57]

Guiana Francese[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay[modifica | modifica wikitesto]

In Uruguay l'adozione congiunta di minori è aperta alle coppie dello stesso sesso per effetto della riforma del 2009 in materia di adozioni, che ha esteso la possibilità di adottare bambini alle coppie in unión concubinaria,[58] e della riforma del 2013 in materia di diritto a contrarre matrimonio, che ha garantito l'accesso al matrimonio alle coppie dello stesso sesso.[59]

Analisi e ricerche[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi omogenitorialità.

L'American Psychological Association (APA) nel 2004 ha dichiarato di opporsi a qualsiasi discriminazione fondata sull'orientamento sessuale in materia di adozioni da parte di persone omosessuali:

(EN)

« Therefore be it resolved that the APA opposes any discrimination based on sexual orientation in matters of adoption, child custody and visitation, foster care, and reproductive health services; Therefore be it further resolved that the APA believes that children reared by a same-sex couple benefit from legal ties to each parent; Therefore be it further resolved that the APA supports the protection of parent-child relationships through the legalization of joint adoptions and second parent adoptions of children being reared by same-sex couples; Therefore be it further resolved that APA shall take a leadership role in opposing all discrimination based on sexual orientation in matters of adoption, child custody and visitation, foster care, and reproductive health services; Therefore be it further resolved that APA encourages psychologists to act to eliminate all discrimination based on sexual orientation in matters of adoption, child custody and visitation, foster care, and reproductive health services in their practice, research, education and training (American Psychological Association, 2002); Therefore be it further resolved that the APA shall provide scientific and educational resources that inform public discussion and public policy development regarding discrimination based on sexual orientation in matters of adoption, child custody and visitation, foster care, and reproductive health services and that assist its members, divisions, and affiliated state, provincial, and territorial psychological associations. »

(IT)

« Pertanto si è deliberato che l'APA si oppone a qualsiasi discriminazione fondata sull'orientamento sessuale in materia di adozione, custodia dei figli e di visita, affido, e servizi di salute riproduttiva; che l'APA ritiene che i bambini allevati da una coppia dello stesso sesso debbano beneficiare dei legami giuridici con ciascun genitore; che l'APA sostiene la tutela delle relazioni genitori-figli attraverso la legalizzazione delle adozioni congiunte e delle adozioni di bambini dal secondo genitore di bambini cresciuti da coppie dello stesso sesso; che l'APA assume un ruolo di leadership nel contrastare ogni discriminazione fondata sull'orientamento sessuale in materia di adozione, custodia dei figli e di visita, affido, e servizi di salute riproduttiva; che l'APA incoraggia gli psicologi ad agire per eliminare ogni discriminazione basata sull'orientamento sessuale in materia di adozione, custodia dei figli e di visita, affido, e servizi di salute riproduttiva nella loro pratica, la ricerca, l'istruzione e la formazione (American Psychological Association, 2002); che l'APA deve fornire risorse scientifiche e didattiche che informano il dibattito pubblico e lo sviluppo delle politiche pubbliche in materia di discriminazione basata sull'orientamento sessuale in materia di adozione, custodia dei figli e di visita, affido e servizi per la salute riproduttiva e che assistono i suoi membri , divisioni, e lo stato affiliato, provinciali e associazioni psicologiche territoriali. »

(APA Council of Representatives , Council Policy Manual, “Sexual Orientation, Parents, & Children” [60])

Gli studi sui quali si basano le posizioni ufficiali dell'American Psychological Association,[61] American Psychiatric Association, American Academy of Pediatrics,[62] Australian Psychological Society e Australian Medical Association[63] e altre associazioni di professionisti che operano nel campo della salute mentale hanno evidenziato che non sussistono differenze negli effetti della omogenitorialità rispetto alla genitorialità eterosessuale sul benessere mentale del bambino[64][65].

Anche l'American Psychiatric Association ha espresso posizioni simili[66] ed insieme ad altre associazioni di professionisti ha firmato un documento in cui si esamina la letteratura in merito alla salute delle persone omosessuali e dei minori cresciuti con genitori omosessuali evidenziando che i minori beneficerebbero del diritto al matrimonio delle coppie omosessuali; nello stesso testo si esprimono anche dubbi sulle cosiddette "terapie riparative" rispetto alle quali si nota la mancanza di ricerche scientificamente valide che sostengano la riuscita o la sicurezza di tali interventi [67]

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La Congregazione per la Dottrina della Fede si oppone ai progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali, considerando tali unioni e relazioni "innaturali" e di conseguanza sarebbe una "violenza" l'inserimento dei bambini all'interno di nuclei familiari omosessuali per mezzo dell'adozione. Secondo tale opinione, ciò si porrebbe in contraddizione con il principio, riconosciuto dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia, secondo il quale l'interesse superiore da tutelare prioritariamente è quello del bambino.[68]

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) e la Società Italiana di Pediatria Ospedaliera (SIPO) hanno espresso perplessità sull'opportunità di riconoscere alle coppie omosessuali la possibilità di adottare dei figli, pur non avendo compiuto studi diretti in merito, e basandosi principalmente su una lettera pubblicata su Pediatrics nel 2006 che citava come fonte un libro del campione delle terapie riparative Joseph Nicolosi.[69][70][71]

Uno studio molto controverso è stato, per esempio, quello del sociologo Mark Regnerus[72], che fu poi interpretato da diverse associazioni fondamentaliste cristiane attribuendo all'omosessualità dei genitori il disagio psichico dei bambini da essi educati, quando invece ciò era dovuto all'instabilità familiare tipica di figli di genitori divorziati (il fatto che uno dei genitori fosse omosessuale e che si fosse fidanzato con una persona dello stesso sesso non aveva alcuna rilevanza).[73][74] Lo stesso Mark Regnerus ha poi ammesso che il suo studio era stato interpretato male[75][76].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Linee guida Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR)
  2. ^ BBC NEWS | Europe | Sweden legalises gay adoption
  3. ^ Gay couples in Denmark now allowed to adopt
  4. ^ (DE) Legge tedesca che ha esteso a chi è in convivenza registrata la possibilità di adottare i figli naturali del partner
  5. ^ (DE) Sentenza del 2013 della Corte Costituzionale tedesca che ha esteso a chi è in convivenza registrata la possibilità di adottare i figli adottivi del partner
  6. ^ (SV) Legge finlandese che ha esteso a chi è in convivenza registrata la possibilità di adottare i figli naturali e adottivi del partner
  7. ^ (KL) Legge groenlandese che ha esteso a chi è in convivenza registrata la possibilità di adottare i figli naturali e adottivi del partner
  8. ^ 365gay.com
  9. ^ (ES) Codice Civile spagnolo
  10. ^ (ES) Legge spagnola che ha aperto il matrimonio e con esso l'adozione congiunta di minori, pubblicata nel Boletín Oficial del Estado
  11. ^ Repubblica.it » esteri » Spagna, il Parlamento approva i matrimoni e le adozioni gay
  12. ^ Codice Civile catalano: (ES) parte in cui riconosce le coppie conviventi - (ES) parte in cui consente alle coppie conviventi l'adozione congiunta
  13. ^ (ES) Codice del Diritto Forale aragonese, nella parte in cui riconosce le coppie conviventi e consente loro l'adozione congiunta
  14. ^ (ES) Legge navarrese che riconosce le coppie conviventi e consente loro l'adozione congiunta
  15. ^ (ES) Legge basca che riconosce le coppie conviventi e consente loro l'adozione congiunta
  16. ^ (ES) Legge cantabrica che riconosce le coppie conviventi e consente loro l'adozione congiunta
  17. ^ (FR) Codice Civile francese
  18. ^ (FR) Legge francese che ha aperto il matrimonio, e con esso l'adozione congiunta di minori, alle coppie dello stesso sesso - così come entrata in vigore
  19. ^ Francia: via libera definitivo a nozze e adozioni gay - Tg24 - Sky.it
  20. ^ (FR) La France condamnée par la Cour européenne pour avoir refusé l'adoption à une homosexuelle in Le Monde.
  21. ^ (FR) Norme del Codice Civile francese in materia di delega dell'esercizio della podestà genitoriale
  22. ^ (FR) Sentenza della Corte di Cassazione francese riguardante l'interpretazione delle norme in materia di delega dell'esercizio della podestà genitoriale
  23. ^ (EN) Adoption and Children Act 2002 - testo originale in versione integrale
  24. ^ (EN) Section 144, l'articolo dell'Adoption and Children Act 2002 che ha reso legale l'adozione da parte di coppie dello stesso sesso in Inghilterra e Galles
  25. ^ (EN) Section 79, l'articolo del Civil Partnership Act 2004 che ha incluso nell'Adoption and Children Act 2002 le coppie dello stesso sesso registrate
  26. ^ Adozioni, sì del governo Blair anche per gay e coppie di fatto
  27. ^ (EN) Adoption and Children (Scotland) Act 2007 - testo originale in versione integrale
  28. ^ (EN) Section 29, l'articolo dell'Adoption and Children (Scotland) Act 2007 che ha reso legale l'adozione da parte di coppie dello stesso sesso in Scozia
  29. ^ (EN) Sentenza della Corte d'Appello dell'Irlanda del Nord che ha aperto l'adozione congiunta di minori alle coppie conviventi, anche dello stesso sesso
  30. ^ (EN) Informazioni in materia di adozione congiunta di minori sul sito internet del Dirpartimento per la Sanità dell'Irlanda del Nord
  31. ^ La Scozia Vara La Legge Sulle Adozioni Per Le Coppie Gay in Gay Globe - Gay.Tv.
  32. ^ (EN) Belgium passes gay adoption law
  33. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi che ha aperto l'adozione congiunta di minori alle coppie dello stesso sesso
  34. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi che ha dato la possibilità di adottare bambini alle coppie conviventi di sesso diverso
  35. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi che ha aperto il matrimonio alle coppie dello stesso sesso
  36. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi sull'entrata in vigore delle riforme del 2001 in materia di matrimonio e adozioni
  37. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi che ha introdotto il requisito di essere coniugi di sesso diverso per poter adottare congiuntamente minori di altri Paesi, ora abrogato
  38. ^ (NL) Legge dei Paesi Bassi che ha abrogato il requisito di essere coniugi di sesso diverso per poter adottare congiuntamente minori di altri Paesi introdotto nel 2001
  39. ^ (EN) Birna Bjornsdottir e Nicholas Vinocur, Iceland, the only country in the world to have an openly gay head of state, passed a law on Friday allowing same-sex partners to get married in a vote which met with no political resistance. in Reuters, 11 giugno 2010. URL consultato il 18 luglio 2010.
  40. ^ (EN) Iceland parliament votes for gay marriage in Icenews, 11 giugno 2010. URL consultato il 18 luglio 2010.
  41. ^ Legge 4 maggio 1983, n. 184
  42. ^ Ai sensi dell'articolo articolo 3, comma 1 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104.
  43. ^ (EN) Sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo nel caso X and Others v. Austria
  44. ^ (EN) Sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo nel caso E.B. v. France
  45. ^ Europe: Gay Adoption Ruling Advances Family Equality - Human Rights Watch
  46. ^ Mary C. Hurley, Sexual Orientation and Legal Rights, Parliament of Canada, 31 maggio 2007. URL consultato il 21 gennaio 2010.
  47. ^ Jennifer A. Cooper, Opinion on Common-Law Relationships, Government of Manitoba, 31 dicembre 2001. URL consultato il 21 gennaio 2010.
  48. ^ Gay couple leaps 'walls' to adopt son in Edmonton Journal, 19 febbraio 2007.
  49. ^ Legal Information for Same Sex Couples, Legal Information for Same Sex Couples. URL consultato il 3 settembre 2010.
  50. ^ Yukon Adoption: Important Adoption Issues, Adoptiveparents.ca. URL consultato il 16 marzo 2013.
  51. ^ The Basics to Gay Adoption for Gay and Lesbian Couples
  52. ^ (EN) Parenting Laws: Joint Adoption in Hrc.org.
  53. ^ Voto storico in Argentina sì a matrimoni omosessuali in Repubblica.it.
  54. ^ (ES) - Legge argentina che ha aperto il matrimonio e con esso l'adozione congiunta di minori, pubblicata nel Boletin Oficial de la Republica Argentina
  55. ^ (PT) Decisione della Corte Suprema Federale brasiliana in merito all'azione legale ADI 4277/DF, congiunta all'azione legale ADPF 132/RJ
  56. ^ (PT) Decisione della Corte Suprema Federale brasiliana in merito all'azione legale ADPF 132/RJ, congiunta all'azione legale ADI 4277/DF
  57. ^ (PT) Legge brasiliana in materia di tutela dei bambini e degli adolescenti, che all'articolo 42 § 2° regola l'accesso all'adozione congiunta di minori
  58. ^ (ES) Legge uruguaiana che ha esteso la possibilità di adottare bambini alle coppie in Unión Concubinaria
  59. ^ (ES) Legge uruguaiana che ha aperto il matrimonio alle coppie dello stesso sesso
  60. ^ (EN) “Sexual Orientation, Parents, & Children”, APA Council Policy Manual, luglio 2004. URL consultato il 28 giugno 2014.
  61. ^ (EN) Sadie F. Dingfelder, The kids are all right in Monitor on Psychology, vol. 36, nº 11, 2005, p. 66. URL consultato il 2 agosto 2012.
  62. ^ (EN) American Academy of Pediatrics, Coparent or Second-Parent Adoption by Same-Sex Parents in Pediatrics, vol. 109, nº 2, 2002, pp. 339-340. URL consultato il 2 agosto 2012.
  63. ^ (EN) Lisa Zilberpriver, Same-Sex Parents 'No Disadvantage', SBS World News, 14 maggio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  64. ^ (EN) F. Tasker, S. Golombok, Adults Raised as Children in Lesbian Families in American Journal of Orthopsychiatry, vol. 65, nº 2, 1995, pp. 203-15, PMID 7611338.
  65. ^ (EN) Charlotte J. Patterson, Lesbian & Gay Parents in Lesbian and Gay Parenting, American Psychological Association, 2005, pp. 5-22. URL consultato il 2 agosto 2012.
  66. ^ APA Official Actions, "Position Statement on Support of Legal Recognition of Same-Sex Civil Marriage", 2005.
  67. ^ Brief of the American Psychological Association, The California Psychological Association, The American Psychiatric Association, and the American Association for Marriage and Family Therapy as Amici Curiae in support of plaintiff-appellees.
  68. ^ Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali, Congregazione per la Dottrina della Fede. URL consultato il 5 luglio 2012.
  69. ^ Chiara Lalli, La bufala dei gay che non possono essere buoni genitori, Giornalettismo, 24 maggio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  70. ^ (EN) James G. Pawelski, et al., The Effects of Marriage, Civil Union, and Domestic Partnership Laws on the Health and Well-being of Children in Pediatrics, vol. 118, nº 1, 2006, pp. 349-364, DOI:10.1542/peds.2006-1279. Si veda in particolare il riferimento n. 14 nella bibliografia dell'articolo.
  71. ^ Pediatria. Di Mauro (Sipps): “Le adozioni gay non sono preferibili per il bambino” - Quotidiano Sanità
  72. ^ Mark Regnerus, How different are the adult children of parents who have same-sex relationships? Findings from the New Family Structures Study in Social Science Research, vol. 41, nº 4, luglio 2012, pp. 752-770, DOI:10.1016/j.ssresearch.2012.03.009.
  73. ^ L’Università del Texas non assolve la ricerca di Regnerus: l’estasi dei cattolici integralisti di Uccr
  74. ^ Studio (discutibile) contro le famiglie omogenitoriali
  75. ^ Portale che rimanda a vari siti sulla ricerca di Mark Regnerus
  76. ^ “Adozione ai gay? Figli disturbati”: la pseudoscienza così si esprime

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Esperienze[modifica | modifica wikitesto]

  • Brett Shapiro, L'intruso, Feltrinelli, Milano 1993. Una coppia ebraica gay, alla prese con l'adozione di un figlio, e l'arrivo dell'"intruso", l'Aids.
  • Fabio Omero, I diritti degli omosessuali. Pietro e Giovanni: cronaca di un amore, Marsilio, Venezia 1996. (Nonostante il titolo, è un romanzo).

Studi scientifici[modifica | modifica wikitesto]

  • Bottino M., Danna D. La gaia famiglia. Omogenitorialità: il dibattito e la ricerca. Trieste, Asterios, 2005.
  • Barbagli, M. e Colombo. A.: Omosessuali moderni. Gay e lesbiche in Italia, Il mulino, Bologna 2001.
  • Danna, D.: ”Io ho una bella figlia…” Le madri lesbiche raccontano, Zoe, Forlì 1998.
  • Giovanna Lobbia e Lisa Trasforini, Voglio una mamma e un papà. Coppie omosessuali, famiglie atipiche e adozione, Ancora, 2006. ISBN 8851403228. Saggio, di editore cattolico, che argomenta contro l'adozione alle famiglie omosessuali.
  • A. Cadoret (FRANCIA), “Genitori come gli altri. Omosessualità e genitorialità. Universale Economica Saggi, Feltrinelli. Considerando le quattro opzioni possibili per avere un figlio all'interno della coppia omosessuale, l'autrice spiega come il disagio dei figli cresciuti da gay e lesbiche derivi dal vedere i propri genitori discriminati.
  • (EN) Agbayewa, M. O., Fathers in the newer family forms: male or female? in "Canadian Journal of Psychiatry", 29, 1984, pp. 402–406.
  • (EN) Alpert, H., We are everywhere: Writings by and about lesbian parents. Freedom, CA: The Crossing Press, 1988.
  • (EN) Bailey, J.M. - Bobrow, D. - Wolfe, M. - Mikach, S., Sexual orientation of adult sons of gay fathers, in "Developmental psychology", n. 31, 1995, pp. 124–129.
  • (EN) Baptiste, D.A., "Psychotheraphy with gay/lesbian couples and their children", in Coleman, E., Integrated identity for gay man and lesbian: psychotherapeytic approaches for emotional well-being, The harrington park press, New York 1988.
  • (EN) Barret, R. L., & Robinson, B. E.,Gay fathers, MA: Lexington Books, Lexington 1990.
  • (EN) Belcastro, P. A., Gramlich, T., Nicholson, T., Price, J., & Wilson, R., A review of data based studies addressing the effects of homosexual parenting on children's sexual and social functioning. in "Journal of Divorce and Remarriage", 20, 1993, pp. 105–122.
  • Francesco Bilotta, Le unioni fra persone dello stesso sesso: profili di diritto civile, comunitario e comparato, Milano, Udine, Mimesis, 2008, ISBN 978-88-8483-715-8.
  • (EN) Binger, JJ. - Jacobsen, R.B., Parenting behaviours of homosexual and heterosexual fathers, in "Journal of Homosexuality", n. 18 (1/2), 1990, pp. 173–186.
  • (EN) Bigner, J. J., & Bozett, F. W., Parenting by gay fathers, in F. W. Bozett & M. B. Sussman (Eds.), Homosexuality and family relations, pp. 155–176, Harrington Park Press, New York 1990.
  • (EN) Bos, H.M.W. - van Balen, F. - van de Boom, D.C., Planned lesbian families: their desire and motivation to have children, in "Human Reproduction", vol. 18, n. 10, ottobre 2003, pp. 2216–2224.
  • (EN) Bozett, F. W., Gay fathers: How and why they disclose their homosexuality to their children, in "Family Relations", 29, pp. 173–179, 1980.
  • (EN) Bozett, F. W., Heterogeneous couples in heterosexual marriages: Gay men and straight women, in "Journal of Marital and Family Therapy", 8, 1982, pp. 81–89.
  • (EN) Bozett, F. W., Children of gay fathers, in F. W. Bozett (Ed.), Gay and Lesbian Parents, Praeger, New York, 1987, pp. 39–57.
  • (EN) Bozett, F. W. (1989), Gay fathers: A review of the literature, in F. W. Bozett, Homosexuality and the Family(pp. 137–162). New York: Harrington Park Press.
  • (EN) Flask, D.K. - Ficher, I. - Masterpasqua, F. - Joseph, G., Lesbian choosing motherhood. A comparative study of lesbian and heterosexual parents and their children, in "Developmental psychology", n. 31, 1995, pp. 105–114.
  • (EN) Golombok, S. - Spencer, A. - Rutter, M., Children in lesbian and single-parents households: Psychosexual and psychiatric appraisal, in "Journal of child psychology and psychiatry", n. 24, 1983, pp. 551–572.
  • (EN) Kirkpatrick, M., Clinical implications of lesbian mother studies, in "Journal of Homosexuality", 14 (1/2), 1987, pp. 201-211.
  • (EN) Lewin, E., Lesbianism and motherhood: implications for child custody", in: T. Darty - S. Potter, Women identified women, Mayfield, Palo Alto 1984, pp. 163–183.
  • (EN) Stiglitz, E., Caught between two worlds: the impact of a child on a lesbian couple's relationship, in "Women and therapy", n. 10 (1/2), 1990, pp. 99–116.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]