Demolition (wrestling)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Demolition
Demoliton WWF Tag Champions.jpg
Membri Ax
Smash
Crush
Mr. Fuji (manager)
Debutto 1986
Federazioni WWF
Progetto Wrestling

I Demolition furono un tag team di wrestling attivo tra la fine degli anni ottanta ed i primi anni novanta nella World Wrestling Federation, composto da Ax (Bill Eadie) e Smash (Barry Darsow); ai due più tardi si aggiunse Crush (Brian Adams).

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nascita del team[modifica | modifica sorgente]

Bill Eadie e Randy Colley crearono la gimmick dei Demolition (rispettivamente Ax e Smash) alla fine del 1986 mentre erano sotto contratto con la World Wrestling Federation. Successivamente al loro debutto, avvenuto nel gennaio 1987 durante la registrazione di Wrestling Challenge e Superstars of Wrestling, dopo pochi match Colley fu rimpiazzato da Barry Darsow (che rimarrà per tutta la carriera della squadra) per ragioni che differiscono a seconda della fonte: secondo alcuni era ancora riconoscibile come Moondog Rex, ex membro dei Moondogs (una volta campioni mondiali di coppia agli inizi degli anni '80), mentre per altri vi era una disputa contrattuale con la WWF che lo spinse a lasciare la compagnia subito dopo.

Poiché i Demolition avevano il viso dipinto, parlavano con voce roca e nei loro incontri dominavano la scena, molti fans pensano che per la creazione della gimmick ci si sia ispirati a quella dei Road Warriors, un team che la WWF aveva più volte provato ad ingaggiare senza successo nel corso degli anni ottanta e che riuscirà ad annoverare nel suo roster soltanto agli inizi del 1990, battenzandoli come Legion Of Doom (l'armata del destino), nome che resta tuttora marchio di fabbrica della WWE.

Il dominio dei Demolition[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver debuttato con il manager "Lucious" Johnny V (precedentemente conosciuto come Johnny Valiant e parte della squadra The Valiant Brothers) al loro fianco, il team venne in seguito associato a Mr. Fuji, il quale iniziò a dipingersi il volto nello stile del team.

Con Fuji al loro fianco, il duo vinse per la prima volta il titolo mondiale di coppia WWE sconfiggendo The Strike Force (Tito Santana e Rick Martel) a WrestleMania IV il 27 marzo 1988. Difesero il titolo con facilità contro molti dei più quotati tag team della federazione, tra cui i British Bulldogs nell'edizione di luglio di Wrestlefest, e la Hart Foundation durante la prima edizione di SummerSlam il mese successivo. A quei tempi, infatti, la divisione tag team era molto vasta, piena di coppie di grande talento e popolarità. I Demolition detennero il titolo per 478 giorni, record tuttora imbattuto, finché i Brain Busters (Arn Anderson e Tully Blanchard), capitanati da Bobby "The Brain" Heenan, li sconfissero in un "2 Out of 3 Falls match" nel corso di una puntata di Saturday Night Main Event. Prima di perdere il titolo, il team ebbe un lungo feud con The Powers of Pain (Warlord e Barbarian); alle Survivor Series 1988 Mr. Fuji tradì i Demolition (facendoli eliminare dal Tag Team Elimination match per conteggio fuori ring) per passare dalla parte dei Powers of Pain. Questo tradimento di Mr. Fuji fu dovuto al fatto che Ax e Smash, secondo lui, stavano riscuotendo successo e popolarità come campioni di coppia, lasciando nell'ombra il proprio manager che comunque aveva contribuito a diverse vittorie importanti della squadra e che nonostante ciò continuava ad essere fischiato dai fans. La resa dei conti avvenne a Wrestlemania V, con i Demolition che vinsero eseguendo la mossa finale sul loro ex manager, che in quell'incontro lottava insieme ai Powers of Pain. Ax e Smash ebbero inoltre una parte importante nella Royal Rumble del 1989, in quanto furono i primi due a salire sul ring (combattendo curiosamente l'uno contro l'altro, trattandosi di un match in cui every man for himself) per poi essere raggiunti dal terzo concorrente André the Giant, che li ha riportati immediatamente ad allearsi contro di lui e contro le successive superstars entranti. A SummerSlam 1989 batterono, insieme a Jim Duggan, i Twin Towers (Big Boss Man & Akeem) ed André the Giant. Il team riconquistò le cinture dai Brain Busters per poi perderle nuovamente contro i nuovi clienti di Bobby Heenan, la Colossal Connection (Andre the Giant e Haku). Le riconquisteranno a Wrestlemania VI, utilizzando una tattica che impedì ad André the Giant di dare il cambio al suo compagno, lasciando Haku in totale balia dei Demolition. Dopo avere imprigionato Andre nelle corde del ring, i due schienarono Haku ridiventando campioni.

Crush[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990 Brian Adams si unì al team con il nome di Crush. Secondo la kayfabe, il suo ingresso fu conseguenza della nuova attitude da face dei Demolition; in realtà, la WWF si trovò costretta ad aggiungere Adams a causa dei problemi cardiaci di Eadie.

Gradualmente Crush acquistò un ruolo sempre più attivo, lottando accanto a Smash mentre Ax iniziò a comportarsi più come un manager. A quei tempi i Demolition fecero ricorso alla cosiddetta "Freebird Rule", un modo per permettere a due qualunque dei tre membri di combattere match di coppia, inclusi match per la difesa del Tag Team Championship che Ax e Smash vinsero per la terza volta a WrestleMania VI nel mese di aprile del 1990 sconfiggendo The Colossal Connection.

Smash e Crush persero i titoli a SummerSlam 1990 in favore di The Hart Foundation (Bret Hart e Jim Neidhart). Dopo questa sconfitta, non furono più capaci di riconquistare le cinture.

Poco dopo, i Road Warriors vennero ingaggiati dalla WWF e la popolarità dei Demolition iniziò a vacillare. Il team perse un match contro Genichiro Tenryu e Koji Kitao a WrestleMania VII nel 1991 e si sciolse definitivamente.

Dopo la WWF[modifica | modifica sorgente]

Lasciata la WWF, Eadie cominciò ad utilizzare il nome Axis the Demolisher nel circuito indipendente e riprese con sé il primo Smash, Randy Colley, e Carmine Azzato con il nome di Demolition Blast nel tentativo di riportare in vita il nome e la gimmick dei Demolition[1]. La WWF inviò loro una lettera invitandoli a rinunciare ad interpretare la gimmick di proprietà della federazione.

Verso la metà degli anni novanta, Bill Eadie fece causa alla WWF per i diritti sul nome e la gimmick dei "Demolition", ma perse. Barry Darsow invece ha stipulato un contratto con la Jakks Pacific per la creazione di una action figure di Smash della serie "Leggende della WWF".

Il 1º aprile 2007 Darsow ed Eadie si riunirono per la prima volta in sedici anni all'evento "Meet the Legends" di Windsor, in Ontario[2].

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

World Wrestling Federation

Pro Wrestling Illustrated

  • 59° tra i 100 migliori tag team nei PWI Years (2003)

WWE Magazine

  • "Greatest World Tag Team Champions in WWE history"

Great Lakes Championship Wrestling

  • GLCW Tag Team Championship (1 volta)

United States Xtreme Wrestling

  • USXW Tag Team Championship (1 volta)

Keystone State Wrestling Alliance

  • KSWA Tag Team Championship (1 volta)

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mossa finale[modifica | modifica sorgente]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

  • Double double axe handle
  • Bearhug hold, attack combination
  • Double clothesline

Manager[modifica | modifica sorgente]

Musica d'entrata[modifica | modifica sorgente]

  • In WWF i Demolition utilizzavano per il loro ingresso sul ring il brano musicale Demolition, canzone hard rock scritta da Rick Derringer, con un testo che introduceva i membri originali del team: «Here comes the Ax, and here comes the Smasher...». La canzone venne pubblicata sull'album Piledriver - The Wrestling Album 2. Verso la fine del 1990, il brano venne rimpiazzato con una traccia strumentale maggiormente dark, a causa dell'entrata di Crush nel team che non era menzionato nelle liriche del testo della canzone precedente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Demolition Online Onslaught article. URL consultato il 27 maggio 2007.
  2. ^ Fans mingle with legends on 'Mania Day. URL consultato il 27 maggio 2007.
wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling