Miss America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Miss America (disambigua).
Miss America
Miss America
Miss America
Tipo Concorso di bellezza
Fondazione 1921
Sede centrale Stati Uniti Linwood (New Jersey)
Presidente Art McMaster
Sito web
La Miss America 2009 Katie Stam, già Miss Indiana 2008.
Margaret Gorman, la prima storica Miss America (1921)
Le concorrenti di Miss America visitano la Andrews Air Force Base dell'Aeronautica militare degli Stati Uniti nel 2003
« Le altre parate cercano una modella. Miss America cerca un modello di professionalità. »
(il motto di Miss America)

La parata di Miss America (letteralmente: signorina America) è una competizione di lunga data che premia con borse di studio giovani donne provenienti dai cinquanta Stati e da due dei quattro territori degli Stati Uniti d'America. La vincitrice del primo premio è investita del titolo di "Miss America" per un intero anno.

Origini[modifica | modifica sorgente]

La parata nacque come concorso di bellezza nel 1921, ma attualmente gli organizzatori preferiscono evitare l'uso di questo termine, almeno da quando le sfilate in costume da bagno ed in abito da sera influiscono, complessivamente, soltanto per il trentacinque per cento sul totale dei punti impiegati per giudicare le concorrenti.

La prima parata si svolse ad Atlantic City, nel Nuovo Jersey, e le successive si sono sempre tenute in questa città nel settembre di ogni anno fino al 2004 (fa eccezione il 2000, quando fu celebrata il 14 ottobre).

Attualità[modifica | modifica sorgente]

Miss America 2006[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio 2006 il concorso fu trasferito presso la sua attuale sede a Las Vegas, nel Nevada.

La "filosofia" della manifestazione[modifica | modifica sorgente]

Il programma ufficiale del concorso si racchiude nella frase:

« le altre parate cercano una modella. Miss America cerca un modello di professionalità. »

Il concorso, infatti, si presenta come una "scuola" ed i premi principali per la vincitrice e le immediate "inseguititrici" consistono in borse di studio per gli istituti di loro scelta.

Il progetto borse di studio di Miss America, con la sua struttura federale, statale e locale, è il più grande programma al mondo di sostegno economico allo studio delle giovani donne([1]): ogni anno assegna oltre 45 milioni di dollari in contanti e borse di studio.

Dato che la maggior parte delle concorrenti ha già conseguito la laurea presso un college, o è in procinto di conseguirla, molte di loro utilizzano il premio in denaro per frequentare una scuola di specializzazione o una scuola professionale ovvero per saldare i debiti contratti con gli studi già effettuati.

Di solito, il premio è sufficiente ad affrontare interamente gli studi anche quando si limita alla fase locale o statale del concorso.

Miss America 2007[modifica | modifica sorgente]

La Miss America 2008 Kirsten Haglund, già Miss Michigan 2007.

Miss America 2007 si è svolta all' Aladdin Resort and Casino (oggi rinominato Planet Hollywood Resort and Casino) il 29 gennaio: un lunedì.

È la prima volta che la parata non si svolge nel tradizionale "sabato sera".

Il 30 marzo 2007, l'emittente televisiva Country Music Television ha annunciato che non si farà più carico della "copertura televisiva" della manifestazione.

2008: torna il sabato sera[modifica | modifica sorgente]

L'organizzazione è stata per alcuni mesi in cerca di un nuovo canale televisivo per la trasmissione della parata fino all'accordo con l'emittente TLC, che ha segnato anche il ritorno del sabato sera come serata conclusiva della manifestazione.

La parata e la trasmissione in diretta, che hanno segnato l'incoronazione di Kirsten Haglund, hanno avuto luogo sabato 26 gennaio 2008[1].

Struttura della competizione[modifica | modifica sorgente]

Miss America 2002, Katie Harman, firma un manifesto dell'USO, nel quale ha prestato il suo servizio sociale

Miss America è collegata con una molteplicità di programmi minori in tutti gli Stati Uniti.

Singoli concorsi selezionano, a livello locale (città o contea), le proprie rappresentanti (come, ad esempio: "Miss Mobile") che vengono inviate a partecipare alle parate statali (nel caso dell'esempio: "Miss Alabama"). Le vincitrici delle varie parate statali (e delle parate di "Miss Distretto di Columbia" e "Miss Isole Vergini") competono per il titolo di "Miss America" al concorso nazionale annuale. Miss Isole Vergini ha partecipato per la prima volta nel 2004. Attualmente, non è prevista l'elezione di una "Miss Porto Rico" o di una "Miss Guam" che sia valida per la competizione nazionale.

Yolande Betbeze, Miss America 1951

Le gare[modifica | modifica sorgente]

Le aspiranti al titolo di Miss America e ai vari titoli statali e locali sono selezionate da cinque distinte giurie per altrettante gare.

Le competizioni sono: L'Intervista Privata; Talento; Stile di vita & Forma fisica in costume da bagno; Abito da sera e La domanda sul palco.

1: L'Intervista Privata[modifica | modifica sorgente]

Nella parte di competizione riservata all' Intervista Privata ogni concorrente conversa con i giudici su una varietà di argomenti, da quelli frivoli alle più serie questioni politiche e sociali. La concorrente riceve un punteggio sulla base della bontà dell'eloquio, della cultura personale, della ricchezza lessicale e della padronanza di sé. Questa competizione è meno nota delle altre al grande pubblico poiché, a differenza delle altre quattro, non si svolge sul palco di un teatro e non è generalmente trasmessa dalla televisione. L' Intervista Privata incide per il 25 per cento sul punteggio totale della candidata.

2: Talento[modifica | modifica sorgente]

Nella prova dedicata al Talento la concorrente si esibisce sul palco davanti ai giudici e ad un pubblico. I talenti più comuni sono cantare o ballare, anche se le candidate hanno molte altre possibilità di scelta. Alcune si sono cimentate in giochi d'abilità, altre nel suono di strumenti musicali, altre ancora in ventriloquismo, pittura estemporanea o nel proprio originale modo di preparare una valigia. La prova Talento incide per il 35 per cento sul punteggio totale della candidata.

3: Stile di vita & Forma fisica in costume da bagno[modifica | modifica sorgente]

Nella prova Costume da bagno la candidata sfila sul palco in costume e tacchi alti. Il concorso Miss America fissa dei criteri minimi di decoro ai quali il costume da bagno dev'essere conformato. Il giudizio, in questa parte di competizione, verte sulla forma fisica, sul portamento e sulla postura. Fino ad anni recenti, le concorrenti erano obbligate ad indossare identici costumi interi classici. Da poco, l'organizzazione concede alle concorrenti la possibilità di scegliere dei meno coprenti costumi a due pezzi, bikini ovvero costumi interi più alla moda. Nel 1996, il concorso indisse un televoto per chiedere al pubblico se desiderasse che la prova Costume dovesse continuare o no. L'87 per cento dei "televotanti" si espresse a favore del mantenimento. L'influenza della prova Costume sul punteggio dell'aspirante Miss è del 15 per cento.

4: Abito da sera[modifica | modifica sorgente]

Nella prova Abito da sera, la concorrente è giudicata per il modo con il quale indossa l'abito e sfila attorno al palco. La prova Abito da sera vale 20 punti su cento.

5: La domanda sul palco[modifica | modifica sorgente]

Durante la prova Abito da sera, alla concorrente è posta una domanda a caso, tratta da una lista predeterminata, alla quale deve rispondere sul palco senza aver avuto la possibilità di prepararsi. Le domande vertono sull'attualità e generalmente riguardano i grandi avvenimenti in corso. La prova Domanda valuta l'interesse con il quale la candidata segue la grande cronaca e la sua capacità di farsi un'opinione dei principali fatti. La Domanda sul palco modifica il punteggio totale per il 5 per cento.

Una sezione sull'abbigliamento quotidiano fu introdotta nella Miss America del 2003 e fu in seguito mutuata da diversi concorsi collegati a livello statale e locale mentre dal 2006 è stata abolita e non risulta attualmente in uso a nessun livello della competizione.

Il requisito dell'"impegno sociale"[modifica | modifica sorgente]

Una forma d'impegno sociale divenne un requisito delle concorrenti di Miss America, a partire dalla parata del 1989. Programmi promossi dalle ex Miss America hanno riguardato la ricerca e la prevenzione dell'aids, la ricerca sul diabete, oltre a campagne per i veterani senza tetto, contro la violenza domestica, per incoraggiare gli adolescenti al volontariato, e per aiutare i pazienti affetti da cancro in fase terminale.

Le vincitrici[modifica | modifica sorgente]

Ericka Dunlap tiene in mano la corona di Miss America che ha conquistato nel 2004
Miss America 2005 Deidre Downs
Miss America 2006 Jennifer Berry
Lauren Nelson, Miss America 2007
Anno Miss America Provenienza
1921 Margaret Gorman Washington (DC)
1922 Mary Campbell Columbus (Ohio)
1923 Mary Campbell Columbus (Ohio)
1924 Ruth Malcomson Filadelfia (Pennsylvania)
1925 Fay Lanphier Oakland (California)
1926 Norma Smallwood Tulsa (Oklahoma)
1927 Lois Delander Joliet (Illinois)
1932 Dorothy Hann Camden (New Jersey)
1933 Marian Bergeron West Haven (Connecticut)
1935 Henrietta Leaver Pittsburgh (Pennsylvania)
1936 Rose Coyle Filadelfia
1937 Bette Cooper Bertrand Island (New Jersey)
1938 Marilyn Meseke Marion (Ohio)
1939 Patricia Donnelly Detroit (Michigan)
1940 Frances Marie Burke Filadelfia (Pennsylvania)
1941 Rosemary LaPlanche Los Angeles (California)
1942 Jo-Carroll Dennison Tyler (Texas)
1943 Jean Bartel Los Angeles (California)
1944 Venus Ramey Washington (DC)
1945 Bess Myerson New York (New York)
1946 Marilyn Buferd Los Angeles (California)
1947 Barbara Jo Walker Memphis (Tennessee)
1948 BeBe Shopp Hopkins (Minnesota)
1949 Jacque Mercer Litchfield Park (Arizona)
1951 Yolande Betbeze Mobile (Alabama)
1952 Colleen Kay Hutchins Salt Lake City (Utah)
1953 Neva Jane Langley Macon (Georgia)
1954 Evelyn Margaret Ay Ephrata (Pennsylvania)
1955 Lee Meriwether San Francisco (California)
1956 Sharon Ritchie Denver (Colorado)
1957 Marian McKnight Manning (Carolina del Sud)
1958 Marilyn Van Derbur Denver (Colorado)
1959 Mary Ann Mobley Brandon (Mississippi)
1960 Lynda Lee Mead Natchez (Mississippi)
1961 Nancy Fleming Montague (Michigan)
1962 Maria Fletcher Asheville (Carolina del Nord)
1963 Jacquelyn Mayer Sandusky (Ohio)
1964 Donna Axum El Dorado (Arkansas)
1965 Vonda Kay Van Dyke Phoenix (Arizona)
1966 Deborah Irene Bryant Overland Park (Kansas)
1967 Jane Anne Jayroe Laverne (Oklahoma)
1968 Debra Dene Barnes Moran (Kansas)
1969 Judith Anne Ford Belvidere (Illinois)
1970 Pamela Anne Eldred Birmingham (Michigan)
1971 Phyllis Ann George Denton (Texas)
1972 Laurie Lea Schaefer Columbus (Ohio)
1973 Terry Anne Meeuwsen De Pere (Wisconsin)
1974 Rebecca Ann King Denver (Colorado)
1975 Shirley Cothran Fort Worth (Texas)
1976 Tawny Elaine Godin Yonkers (New York)
1977 Dorothy Kathleen Benham Edina (Minnesota)
1978 Susan Perkins Columbus (Ohio)
1979 Kylene Barker Galax (Virginia)
1980 Cheryl Prewitt Ackerman (Mississippi)
1981 Susan Powell Elk City (Oklahoma)
1982 Elizabeth Ward Russellville (Arkansas)
1983 Debra Maffett Anaheim (California)
1984 Vanessa L. Williams Millwood (New York)
Suzette Charles Mays Landing (New Jersey)
1985 Sharlene Wells Salt Lake City, Utah
1986 Susan Akin Meridian (Mississippi)
1987 Kellye Cash Memphis (Tennessee)
1988 Kaye Lani Rae Rafko Monroe (Michigan)
1989 Gretchen Carlson Anoka (Minnesota)
1990 Debbye Turner Mexico (Missouri)
1991 Marjorie Judith Vincent Oak Park (Illinois)
1992 Carolyn Suzanne Sapp Kona (Hawaii)
1993 Leanza Cornett Jacksonville (Florida)
1994 Kimberly Clarice Aiken Columbia (Carolina del Sud)
1995 Heather Whitestone Birmingham (Alabama)
1996 Shawntel Smith Muldrow (Oklahoma)
1997 Tara Dawn Holland Overland Park (Kansas)
1998 Katherine Shindle Evanston (Illinois)
1999 Nicole Johnson Roanoke (Virginia)
2000 Heather French Augusta (Kentucky)
2001 Angela Perez Baraquio Honolulu (Hawaii)
2002 Katie Harman Gresham (Oregon)
2003 Erika Harold Urbana (Illinois)
2004 Ericka Dunlap Orlando (Florida)
2005 Deidre Downs Birmingham (Alabama)
2006 Jennifer Berry Tulsa (Oklahoma)
2007 Lauren Nelson Lawton (Oklahoma)
2008 Kirsten Haglund Farmington Hills (Michigan)
2009 Katie Stam Seymour (Indiana)
2010 Caressa Cameron Fredericksburg (Virginia)
2011 Teresa Scanlan Gering (Nebraska)
2012 Laura Kaeppeler Kenosha (Wisconsin)
2013 Mallory Hagan New York (New York)
2014 Nina Davuluri New York (New York)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Associated Press, Farmington Hills native wins Miss America, 26 gennaio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]