Harold Varmus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harold Elliot Varmus
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la medicina 1989

Harold Elliot Varmus (Oceanside, 18 dicembre 1939) è un medico statunitense, vincitore, insieme a John Michael Bishop, del premio Nobel per la medicina nel 1989, «per la loro scoperta dell'origine cellulare degli oncogeni retrovirali».[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 18 dicembre del 1939 nel villaggio di Oceanside, nello stato di New York. Studia letteratura inglese del XVII secolo presso l'Università Harvard, dove si laurea nel 1962. In seguito, però, si iscrive alla facoltà di medicina della Columbia University. Inizia la sua carriera medica con una missione a Bareilly, in India. Entra poi a far parte dei National Institutes of Health nel 1968. Sarebbe stato direttore dei NIH tra il 1993 al 2000. Prima, però, insegnerà biochimica e biofisica presso l'Università di San Francisco, a partire dal 1982.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1969 sposa Constance Louise Casey, con la quale avrà due figli: Jacob Carey (nato nel 1973) e Christopher Isaac (nato nel 1978).

Ricerca scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Durante la permanenza a San Francisco, ha inizio la collaborazione con Bishop. Gli studi dei due si incentrano principalmente sulla relazione tra i virus e il cancro, e scoprono il primo oncogene retrovirale, denominato Src o V-src.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per la medicina nel 1989, nobelprize.org. URL consultato l'11 ottobre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 66527791 LCCN: n83053134