Baruch Blumberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baruch Samuel Blumberg
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la medicina 1976

Baruch Samuel Blumberg (New York, 28 luglio 1925Mountain View, 4 aprile 2011) è stato un biochimico statunitense, vincitore del Premio Nobel per la medicina nel 1976 (assieme a Daniel Carleton Gajdusek) per le sue ricerche riguardanti la scoperta di nuovi meccanismi sull'origine e la diffusione delle malattie infettive. Identificò inoltre il virus dell'epatite B e successivamente sviluppò il test diagnostico e il relativo vaccino per la malattia.[1]

Negli anni '40 frequentò la Far Rockaway High School di New York (dove studiarono anche Burton Richter e Richard Feynman), laureandosi nel 1945 all'Union College di Schenectady. Si iscrisse ai corsi di matematica della Columbia University ma ben presto i suoi interessi si spostarono sulla biochimica in cui si laureò nel 1951 presso il College di Medicina e Chirurgia della Columbia.

Per i quattro anni successivi lavorò presso il Columbia Presbyterian Medical Center e nel 1957 conseguì il dottorato di ricerca in biochimica alla Oxford University.

È stato membro del Fox Chase Cancer Center di Philadelphia dal 1964, docente di Medicina e Antropologia all'Università della Pennsylvania dal 1977 e direttore dell'Istituto di Astrobiologia della NASA, presso l'Ames Research Center in California, dal 1999 al 2002.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per la medicina nel 1976. URL consultato il 22 febbraio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 108474402 LCCN: n82144388