Andrew Zachary Fire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrew Zachary Fire
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la medicina 2006

Andrew Zachary Fire (Palo Alto, 27 aprile 1959) è un biologo statunitense, ricercatore della Stanford University School of Medicine e del Massachusetts Institute of Technology di Cambridge. Fire è noto per la scoperta della RNA interference (interferenza dell'RNA), un meccanismo di controllo dell'espressione genica attraverso cui piccole molecole di RNA sono in grado di silenziare in modo specifico la trascrizione dei geni. Per questo motivo, Fire ha vinto il Premio Nobel per la Medicina nel 2006 insieme con Craig Mello.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Andrew Fire è nato a Palo Alto e cresciuto a Sunnyvale, in California[2]. Diplomato alla Fremont High School di Sunnyvale, frequentò la University of California, a Berkeley, dove si laureò in matematica nel 1978 a 19 anni. Continuò i suoi studi al Massachusetts Institute of Technology, dove ricevette il PhD in biologia nel 1983.

Fire si trasferì successivamente a Cambridge, in Inghilterra, per perfezionare i suoi studi post-dottorato. Divenne un membro del Medical Research Council Laboratory of Molecular Biology, guidato dal premio Nobel Sydney Brenner.

Dal 1986 al 2003, Fire è stato un ricercatore del Dipartimento di Embriologia della Carnegie Institution of Washington, a Baltimora. Fu ai laboratori Carnegie che Fire ed altri collaboratori pubblicarono i più importanti lavori sul silenziamento genico mediato da RNA (il primo dei quali è datato 1998[3].

Fire nel frattempo divenne un professore associato nel Dipartimento di Biologia alla Johns Hopkins University (a partire dal 1989). Dal 2003 è professore alla Stanford University School of Medicine.

Fire è membro di due prestigiose società: la National Academy of Science e la American Academy of Arts and Sciences. Siede anche nel consiglio scientifico del National Center for Biotechnology (NCBI) dei National Institutes of Health (NIH).

Premio Nobel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi RNAi.

Nel 2006 Mello e Fire hanno ricevuto il premio Nobel per gli studi pubblicati nel 1998, quando Mello, Fire ed i loro colleghi (SiQun Xu, Mary Montgomery, Stephen Kostas, Sam Driver) pubblicarono un articolo[4] sul giornale Nature in cui dimostravano come alcune piccole molecole di RNA (chiamate siRNA) fossero in grado di indurre la cellula alla distruzione di intere molecole di mRNA, portando di fatto al silenziamento di specifici geni.

Le ricerche condotte da Mello e Fire alla Carnegie Institution (Fire) e alla University of Massachusetts Medical School (Mello), hanno dunque mostrato che l'RNA svolge un ruolo chiave nella regolazione dell'espressione genica.

« I premi Nobel di quest'anno hanno scoperto un meccanismo fondamentale per il controllo del flusso delle informazioni genetiche della cellula »
(Karolinska Institute, annuncio dei premi Nobel)
« Il professor Nick Hastie, direttore del Medical Research Council, ha sottolineato che il lavoro svolto da Mello e Fire è stato premiato con il premio Nobel solo 8 anni dopo la sua prima pubblicazione e questo sottolinea l'importanza del lavoro.

Ha affermato: è inusuale che un lavoro rivoluzioni completamente l'idea di come si svolga un processo biologico e che apra nuovi campi di ricerca nella biologia. Il professore Hastie ha affermato che precedentemente si riteneva che l'RNA svolgesse un ruolo quasi insignificante nella regolazione dei geni, lo si riteneva quasi un mero sottoprodotto della replicazione. »

(Nobel prize for genetic discovery, trasmissione della BBC)

Premi e onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Andrew Fire ha vinto i seguenti premi (in ordine cronologico)[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ nobelprize.org
  2. ^ Andrew Fire wins 2006 Nobel Prize in Physiology or Medicine, Stanford School of Medicine, 2006-10-02.
  3. ^ Andrew Fire wins 2006 Nobel Prize in Physiology or Medicine, Stanford School of Medicine, 2006-10-02. URL consultato il 2006-10-02.
  4. ^ A. Fire, S.Q. Xu, M.K. Montgomery, S.A. Kostas, S. E. Driver, C.C. Mello: Potent and specific genetic interference by double-stranded RNA in Caenorhabditis elegans. In: Nature. 391/1998, S. 806-811, ISSN: 0028-0836
  5. ^ UMASS Medical School Professor wins Nobel Prize, University of Massachusetts, 10-02-2006.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 42131656 LCCN: n/85/812344