Albert Claude

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la medicina 1974

Albert Claude (Longlier, 24 agosto 1899Bruxelles, 22 maggio 1983) è stato un medico e ricercatore belga, vincitore del Premio Nobel per la medicina nel 1974[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laureò nel 1928 all'Università di Liegi, collaborando negli anni successivi con l'Università di Berlino. Con l'avvento del nazismo si trasferì negli Stati Uniti, all'Istituto Rockefeller di New York, dove rimase fino al 1950.

Rientrò in patria per dirigere l'Istituto Jules Bordet di Bruxelles, città nella quale morì nel 1983.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

I suoi studi si incentrarono sulle frazioni cellulari, scoprendo i microsomi e sviluppando la ricerca della funzionalità degli stessi in condizioni patologiche e la diversità rispetto alla situazione di quiete.

Fu un innovatore nell'ambito della microscopia elettronica, riuscendo ad isolare il virus del sarcoma di Rous.

Per le sue scoperte sull'organizzazione strutturale e funzionale della cellula, ottenne il Premio Nobel in compagnia di Christian De Duve e George E. Palade[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b nobelprize.org

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84792306 LCCN: n/2009/78795