Rômulo (calciatore 1987)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rômulo Souza Orestes Caldeira)
Jump to navigation Jump to search
Rômulo
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia (dal 2014)
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista[1]
Squadra Brescia
Carriera
Giovanili
2002-2006Caxias
Squadre di club1
2007Juventude20 (1)
2008Metropolitano25 (0)
2009Chapecoense27 (3)
2009-2010Santo André23 (1)
2010Cruzeiro16 (1)
2011Atl. Paranaense5 (0)
2011-2013Fiorentina30 (2)
2013-2014Verona32 (6)
2014-2015Juventus4 (0)
2015-2018Verona85 (7)
2018-2019Genoa17 (1)
2019Lazio10 (0)
2019Genoa1 (0)
2019-Brescia12 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 novembre 2019

Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto semplicemente come Rômulo (Pelotas, 22 maggio 1987), è un calciatore brasiliano naturalizzato italiano, difensore o centrocampista del Brescia in prestito dal Genoa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha il passaporto italiano: i suoi trisavoli erano originari di Venezia[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della carriera calcistica, ha giocato prevalentemente come terzino destro o esterno in un centrocampo a 5. Può essere impiegato anche sulla fascia sinistra. Ha un'ottima capacità di corsa, possiede una buona tecnica e sa curare bene anche la fase difensiva[3]. Nel corso della preparazione estiva 2011 di Cortina d'Ampezzo è stato più volte provato anche come esterno d'attacco[4]. Durante il ritiro 2012 di Moena ha cominciato ad essere impiegato anche nel ruolo di interno di centrocampo[5], risultando un vero e proprio jolly. Nella stagione 2016-2017 il suo allenatore al Verona, Fabio Pecchia lo ha schierato spesso come ala offensiva in un tridente d'attacco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Le stagioni in Brasile[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato nelle serie minori brasiliane con le maglie del Caxias, del Metropolitano e della Chapecoense con una breve esperienza alla Juventude, nel 2009 fa il suo esordio nella Série A brasiliana con il Santo André. Nel 2010 approda al Cruzeiro dove disputa 16 partite segnando un gol. Nel 2011 passa in prestito ad un'altra importante squadra brasiliana, l'Atlético Paranaense, dove rimane fino a giugno.

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 giugno 2011 viene acquistato dalla Fiorentina[6] per una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro, con cui firma un contratto quadriennale[7]. Esordisce in Serie A il 21 settembre in Fiorentina-Parma (3-0), subentrando al 74' ad Alessio Cerci[8]. Nella stagione 2011-2012 realizzerà 10 presenze senza segnare.

Il 30 settembre del 2012, alla sesta giornata del campionato successivo, mette a segno a San Siro il suo primo goal in Serie A nella sconfitta per 2-1 contro l'Inter[9]. Il 21 aprile 2013 Romulo realizza il secondo gol in maglia viola, segnando il gol decisivo del 4-3 contro il Torino. In totale nella sua seconda stagione con i viola totalizza 20 presenze e 2 reti.

Hellas Verona[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 agosto 2013 passa in prestito con diritto di riscatto della metà al Verona[10][11]. Esordisce col club scaligero il 17 agosto 2013 nella partita di Coppa Italia Palermo-Verona (0-1), subentrando nel secondo tempo a Jacopo Sala. Il 15 settembre mette a segno il primo gol con la maglia gialloblù durante la vittoria casalinga per 2-0 sul Sassuolo.

Il 14 luglio 2014 il Verona riscatta l'intero cartellino del giocatore dalla Fiorentina[12], per 3,5 milioni di euro[13].

Prestito alla Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2014 passa alla Juventus in prestito oneroso ad un milione di euro con diritto di riscatto fissato a 6 milioni, che diventerà obbligatorio se, nel corso della stagione, il giocatore avrà disputato almeno il 60% delle gare ufficiali[14][15]. Decide di indossare la maglia numero 2[16]. Il 16 settembre seguente esordisce in bianconero, subentrando a Stephan Lichtsteiner nel match di Champions League vinto per 2-0 contro il Malmö allo Juventus Stadium. Questa partita segna anche il suo debutto nelle coppe europee. Il 20 settembre fa il suo esordio stagionale in campionato, nella vittoria per 1-0 sul campo del Milan.

È costretto a saltare il resto della prima parte di stagione a causa di continui problemi agli adduttori. Nel mese di dicembre decide di operarsi ed è così costretto ad uno stop di tre mesi. Torna in campo il 9 maggio 2015, nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Cagliari. In seguito alla partita contro l'Inter del 16 maggio (2-1) è vittima di una lesione al retto femorale della coscia sinistra, che lo costringe a chiudere anzitempo la stagione. Il giocatore termina la sua prima ed unica annata alla Juventus disputando solo cinque partite tra campionato e coppe, senza mai andare a segno.

Al termine della stagione la società bianconera decide di non esercitare il diritto di riscatto ed il giocatore fa così ritorno al Verona.

Ritorno al Verona[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2015-2016 gioca poche partite a causa dei numerosi problemi fisici che lo affliggono dove tuttavia racimola in campionato solamente 9 presenze. Con la retrocessione a fine stagione in Serie B del Verona, arriva nel settembre 2016 il rinnovo di contratto con gli scaligeri prolungando fino al giugno 2019.[17] Il 1º maggio 2017 è decisiva al 90+5 la sua rete nella vittoria interna per 3-2 nel derby veneto disputato sotto la pioggia al Bentegodi, contro il Vicenza.[18] Tuttavia durante l'intera stagione riesce a giocare con più continuità con i gialloblu, contribuendo notevolmente alla promozione dei veneti dopo solamente un anno, nella massima serie.

Il 16 ottobre seguente, segna la rete della vittoria nella partita vinta in casa per 1-0 contro il neo-promosso Benevento.[19] Il 31 marzo 2018, nella sconfitta di 3-0 in trasferta contro l'Inter, disputa l'ultima parte della partita in porta dopo l'espulsione del compagno Nicolas.[20]

Genoa e prestiti alla Lazio e al Brescia[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2018 passa al Genoa da svincolato[21] e l'11 agosto successivo esordisce a Marassi nella vittoria per 4-0 in Coppa Italia contro il Lecce. Sigla il suo primo gol in rossoblu il successivo 28 ottobre, realizzando un rigore nel pareggio per 2-2 contro l'Udinese.

Il 31 gennaio 2019, dopo 17 presenze e 1 gol, viene ceduto in prestito con diritto di riscatto alla Lazio. Esordisce con la nuova maglia il 7 febbraio nella partita casalinga contro l'Empoli.

Il 18 giugno 2019 con un tweet, il calciatore ha annunciato il ritorno al Genoa, in quanto la Lazio ha deciso di non riscattarlo. Il 2 settembre 2019, dopo aver già esordito in campionato con il Genoa, passa in prestito al Brescia[22]. Il 21 settembre successivo, segna la sua prima rete con la maglia delle Rondinelle, decidendo la trasferta in casa dell'Udinese.[23]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 14 al 15 aprile 2014 è stato convocato dal CT della nazionale italiana Cesare Prandelli per un test di valutazione funzionale in vista dei Mondiali 2014[24]. Il 13 maggio 2014 è stato inserito nella lista di 30 calciatori pre-convocati in vista dei Mondiali 2014[25]. Tuttavia, nonostante fosse stato inserito in seguito anche nella lista dei 23 calciatori disponibili per il mondiale, il 2 giugno rifiuta la convocazione, dichiarando di non essere al 100% dal punto di vista fisico e preferendo cedere il posto a chi più in forma di lui[26].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 3 novembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007 Brasile Juventude A 20 1 - - - - - - - - - 20 1
2008 Brasile Metropolitano C 25 0 - - - - - - - - - 25 0
2009 Brasile Chapecoense D 27 3 CB 0 0 - - - - - - 27 3
2009 Brasile Santo André A1/SP+A 0+22 0+1 CB 0 0 - - - - - - 22 1
2010 A1/SP+B 0+1 0 CB 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Santo Andrè 23 1 0 0 - - - - 23 1
2010 Brasile Cruzeiro M1/MG+A 0+16 0+1 - - - CL 0 0 - - - 16 1
2011 Brasile Atlético-PR A 5 0 - - - - - - - - - 5 0
2011-2012 Italia Fiorentina A 10 0 CI 0 0 - - - - - - 10 0
2012-2013 A 20 2 CI 4 0 - - - - - - 24 2
Totale Fiorentina 30 2 4 0 - - - - 34 2
2013-2014 Italia Verona A 32 6 CI 1 0 - - - - - - 33 6
2014-2015 Italia Juventus A 4 0 CI 0 0 UCL 1 0 SI 0 0 5 0
2015-2016 Italia Verona A 9 0 CI 1 0 - - - - - - 10 0
2016-2017 B 39 4 CI 2 0 - - - - - - 41 4
2017-2018 A 37 3 CI 3 0 - - - - - - 40 3
Totale Hellas Verona 117 13 7 0 - - - - 124 13
2018-gen. 2019 Italia Genoa A 17 1 CI 2 0 - - - - - - 19 1
gen.-giu. 2019 Italia Lazio A 10 0 CI 2 0 UEL 1 0 - - - 13 0
ago. 2019 Italia Genoa A 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
Totale Genoa 18 1 3 0 - - - - 21 1
set. 2019-2020 Italia Brescia A 12 1 CI 0 0 - - - - - - 12 1
Totale carriera 307 23 16 0 2 0 0 0 325 23

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chapecoense: 2009
Juventus: 2014-2015
Juventus: 2014-2015
Lazio: 2018-2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Società e calciatori: Juventus, Lega Nazionale Professionisti Serie A, 1º settembre 2014. URL consultato il 1º settembre 2014.
  2. ^ Romulo: "Mi piacerebbe restare a Verona, vedremo cosa accadrà" Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive. Fiorentina.it
  3. ^ DURANTE A FV, Romulo non è inferiore a Jonathan firenzeviola.it
  4. ^ Con Cassani in viola addio De Silvestri? No, perché fiorentina.it
  5. ^ Fiorentina, Romulo: Nuovo ruolo per il brasiliano? calciomercato.com
  6. ^ Comunicato Stampa violachannel.tv
  7. ^ Romulo: 2,5 milioni all'Atletico e 4 anni di contratto, firenzeviola.it, 29 giugno 2011. URL consultato il 12 maggio 2014.
  8. ^ Stagione 2011-12 - 4ª Giornata, su legaseriea.it.
  9. ^ Stagione 2012-13 - 6ª Giornata, su legaseriea.it.
  10. ^ Ceduto Romulo al Verona, in Violachannel.tv, 14 agosto 2013. URL consultato il 14 agosto 2013.
  11. ^ Mercato Viola Romulo al Verona in prestito con riscatto dellà metà... fiorentina.it
  12. ^ Romulo al Verona a titolo definitivo, su violachannel.tv.
  13. ^ Romulo, caso chiuso. La Fiorentina aspetta i soldi del Verona, su fiorentina.it. URL consultato il 15 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2014).
  14. ^ Accordo con l'Hellas Verona per l'acquisizione temporanea del calciatore Romulo Souza Orestes (PDF)[collegamento interrotto], Juventus.com, 2 agosto 2014. URL consultato il 2 agosto 2014.
  15. ^ Romulo è bianconero, Juventus.com, 2 agosto 2014. URL consultato il 2 agosto 2014.
  16. ^ La conferenza stampa di presentazione di Romulo, su Juventus.com. URL consultato il 2 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  17. ^ tuttomercatoweb.com, https://www.tuttomercatoweb.com/serie-b/ufficiale-verona-rinnovo-fino-al-2019-per-romulo-884295.
  18. ^ corrieredellosport.it, http://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-b/2017/05/01-25137583/serie_b_verona-vicenza_3-2_decide_romulo_al_95/.
  19. ^ corrieredellosport.it, http://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/2017/10/16-32449204/serie_a_verona-benevento_1-0_decide_un_gol_di_romulo/.
  20. ^ Inter-Verona - Nicolas espulso, Hellas in 10: in porta ci va Romulo, su SportMediaset, 31 marzo 2018. URL consultato l'8 aprile 2018.
  21. ^ Prime corse a Neustift per Romulo [collegamento interrotto], su Genoacfc.it, 11 luglio 2018. URL consultato l'11 luglio 2018.
  22. ^ Romulo è un nuovo giocatore del Brescia Calcio, su Bresciacalcio.it, 2 settembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2019.
  23. ^ Gioia Brescia, Romulo affonda l'Udinese: terza sconfitta di fila per Tudor, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 21 settembre 2019.
  24. ^ Test a Coverciano: prima chiamata per Romulo e Berardi, torna Cassano, figc.it, 11 aprile 2014. URL consultato il 18 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  25. ^ Ecco i 30 pre-convocati per il Mondiale. Il 19 maggio il raduno, su Figc.it.
  26. ^ Italia, Romulo: "Ero nei 23, ma non era giusto e ho rifiutato", Tgcom24.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Rômulo, su UEFA.com, UEFA. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Rômulo, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • Rômulo, su it.soccerway.com, Perform Group. Modifica su Wikidata
  • Rômulo, su calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (EN) Rômulo, su soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata
  • (DE) Rômulo, su fussballdaten.de, Fussballdaten Verlags GmbH. Modifica su Wikidata
  • (ENESFRPT) Rômulo, su sambafoot.com, Sambafoot RCS Paris. Modifica su Wikidata
  • (ES) Rômulo, su AS.com, AS. Modifica su Wikidata