Peter Lawford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Peter Lawford nel 1955

Peter Lawford, pseudonimo di Peter Sydney Ernest Aylen (Londra, 7 settembre 1923Los Angeles, 24 dicembre 1984), è stato un attore inglese naturalizzato statunitense.

Già noto come attore bambino in Gran Bretagna, ebbe una lunga carriera nel cinema americano come membro del Rat Pack. La sua notorietà è dovuta anche all'acquisita parentela con la famiglia Kennedy.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Peter Lawford era figlio d'arte, dato che anche suo padre, Sidney Lawford, era attore. Nato in Inghilterra, trascorse l'infanzia in Francia. Da piccolo ebbe un grave incidente al braccio e alla mano del quale portò i segni per tutta la vita.

Cominciò a recitare come attore bambino nel cinema britannico, segnalandosi soprattutto per la sua interpretazione in Poor Old Bill (1931)[1].

A Hollywood[modifica | modifica wikitesto]

Peter Lawford con il cognato, il presidente John Fitzgerald Kennedy, sullo yacht Manitou un ex-vascello d'addestramento della USCG usato come una "Casa Bianca galleggiante" presso le Isole Johns, nel Maine (12 agosto 1962)

Nel 1937 si trasferì con la famiglia a Hollywood. Una piccola parte nel film La Signora Miniver (1942) segnò il suo passaggio a ruoli da adulto. Negli anni successivi interpretò vari ruoli in altre pellicole di successo, tra cui Il figlio di Lassie (1945), Il ritratto di Dorian Gray (1945), in cui recitò assieme al padre, Piccole donne (1949).

A Las Vegas[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1960 decise di risiedere permanentemente negli USA, di cui nel 1963 ottenne la cittadinanza. Negli anni sessanta, con Frank Sinatra e Dean Martin fu uno dei componenti fissi del Rat Pack, un gruppo di attori e cantanti che si esibivano nei locali di Las Vegas e Miami. Con il Rat Pack interpretò i film Colpo grosso (1960), Pepe (1960) e Tre contro tutti (1962).

Altri film celebri nel curriculum di Peter Lawford furono Exodus (1960), Il giorno più lungo (1962), celeberrimo kolossal sullo sbarco in Normandia, Buonasera, signora Campbell (1968) con Gina Lollobrigida.

Peter Lawford si sposò quattro volte. La prima moglie fu Patricia Kennedy, sorella del Presidente degli Stati Uniti d'America John Fitzgerald Kennedy: dal matrimonio, durato dal 1954 al 1966, nacquero quattro figli, tra i quali l'attore Christopher Lawford. Nel 1971 sposò Mary Rowan, dalla quale divorziò nel 1975. L'anno dopo si sposò per la terza volta con Deborah Gould, ma il matrimonio finì l'anno successivo. La quarta moglie fu Patricia Seaton, sposata nel 1984.

Peter Lawford e il cognato Robert Kennedy fecero visita a Marilyn Monroe il giorno della sua morte[senza fonte].

Peter Lawford morì nel 1984 per delle complicazioni successive a un'insufficienza renale[2]. Le sue ceneri vennero sparse nell'Oceano Pacifico[3].

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Filmati d'archivio[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianfranco Bellini in Un americano a Eton, Le bianche scogliere di Dover, Il figlio di Lassie, Piccole donne, Lo spettro di Canterville, Ti amavo senza saperlo, Kangarù, Sacro e profano, Lo sprecone, Sua Altezza si sposa, Il terrore di Londra, Il ritratto di Dorian Gray
  • Giuseppe Rinaldi in Accadde a Brooklyn, Fra le tue braccia, Su di un'isola con te, Credimi
  • Giulio Panicali in Colpo grosso, Exodus, La ragazza del secolo
  • Pino Locchi in Buonasera signora Campbell, Tempesta su Washington
  • Emilio Cigoli in Jean Harlow, la donna che non sapeva amare, Quarta parete
  • Riccardo Mantoni in Il giorno più lungo
  • Sergio Graziani in Jerryssimo!
  • Antonio Guidi in C'era una volta Hollywood

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Holmstrom, The Moving Picture Boy, p.118.
  2. ^ Spada, 1991.
  3. ^ Spada, 1991.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gildo De Stefano, Frank Sinatra, Marsilio Editori, Venezia 1991.
  • (EN) James Spada, Peter Lawford: The Man Who Kept the Secrets, Bantam Books, 1991, ISBN 0-553-07185-8
  • (EN) David Dye, Child and Youth Actors: Filmography of Their Entire Careers, 1914-1985, Jefferson, NC: McFarland & Co., 1988, pp. 128-129.
  • (EN) John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich, Michael Russell, 1996, pp. 117-118.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59272252 · ISNI (EN0000 0001 2135 1369 · LCCN (ENn78080682 · GND (DE118894846 · BNF (FRcb13929781g (data) · NDL (ENJA00620979 · WorldCat Identities (ENn78-080682