Museo del Satiro danzante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo del Satiro danzante
Museum of Dancing Satyr entrance - Mazara.jpg
Ingresso del museo
Tipo archeologia
Stato Italia Italia
Località Mazara del Vallo
Indirizzo Piazza Plebiscito
Visitatori 80.890[1] (2010)

Coordinate: 37°39′06.72″N 12°35′17.89″E / 37.651867°N 12.588304°E37.651867; 12.588304

Il Museo del Satiro danzante è un museo regionale a Mazara del Vallo. Dal 2005 è ospitato nella ex chiesa di Sant'Egidio, e prende il nome dal pezzo di maggior prestigio che possiede, appunto il Satiro danzante. Dal 2010 dipende dal museo interdisciplinare Pepoli di Trapani[2].

Esposizione[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla preziosa e particolare statua bronzea il museo ospita altre testimonianze archeologiche restituite dal mare come vasellame e pezzi statuari in bronzo. All'interno del museo si possono inoltre ammirare altre testimonianze archeologiche di scavi e campagne di ricerca effettuate nelle acque antistanti la costa di Mazara del Vallo, come bracieri di terracotta di epoca medievale, uno spatheion nordafricano del V secolo d.C., un askos acromo della prima metà del III secolo a.C. e diverse anfore da trasporto di età punica e romana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nino Asaro, Il paradosso del turismo a Mazara, in MazaraOnline, 27 dicembre 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  2. ^ http://www.regione.sicilia.it/bbccaa/museopepoli/IndexPepoli.html

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]