Città metropolitana di Palermo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Città metropolitana di Palermo
città metropolitana
Città metropolitana di Palermo – Stemma
Palazzo Comitini, sede istituzionale
Palazzo Comitini, sede istituzionale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Amministrazione
Capoluogo Palermo
Presidente Leoluca Orlando
(Sindaco metropolitano)
(RC-La Rete) dal 7 giugno 2016
Data di istituzione 4 agosto 2015
Territorio
Coordinate
del capoluogo
38°06′56″N 13°21′41″E / 38.115556°N 13.361389°E38.115556; 13.361389 (Città metropolitana di Palermo)Coordinate: 38°06′56″N 13°21′41″E / 38.115556°N 13.361389°E38.115556; 13.361389 (Città metropolitana di Palermo)
Superficie 5 009,28 km²
Abitanti 1 265 921 (31-08-2016)
Densità 252,72 ab./km²
Comuni 82 comuni
Province confinanti Trapani, Messina, Enna, Caltanissetta, Agrigento
Altre informazioni
Cod. postale 90121-90151 Palermo, 90010-90049 altri comuni
Prefisso 091, 0921, 0924
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 082
Targa PA
Cartografia

Città metropolitana di Palermo – Localizzazione

Sito istituzionale

La città metropolitana di Palermo è una città metropolitana Italiana di 1.265.921 [1] abitanti. Si estende su una superficie di 5.009.28 km² e comprende 82 comuni. È la quinta città metropolitana italiana per popolazione e la terza per dimensioni. Il suo territorio coincide con quello della ex Provincia di Palermo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stata istituita con la legge regionale n. 15 del 4 agosto 2015[2]. Il 4 gennaio 2016 il presidente della Regione nomina commissario Manlio Munafò[3]

Il 1º giugno 2016, in attuazione della legge regionale 17 maggio 2016 n.8, che all'art.23 ha modificato la l.r. 15/2015, il sindaco del comune di Palermo Leoluca Orlando, diviene automaticamente sindaco della città metropolitana[4], insediandosi il 7 giugno, mentre Munafò resta commissario per le funzioni del consiglio metropolitano. Maria Elena Volpes ha sostituito Munafò il 27 luglio 2016.

Le prime elezioni per il consiglio sono state indette per il 25 settembre 2016[5].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il raccordo autostradale tra la Circonvallazione di Palermo e Villabate cittadina fusa con la zona est di Palermo

La città metropolitana di Palermo si affaccia a nord sul mar Tirreno, ad ovest confina con il Libero consorzio comunale di Trapani a sud con quelli di Agrigento e di Caltanissetta, ad est con la città metropolitana di Messina e il Libero consorzio comunale di Enna. L'area della città metropolitana comprende anche l'isola di Ustica.

Cartina della città metropolitana con rappresentati i confini comunali

Popolazione e urbanizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Con quasi 1,3 milioni di abitanti, la città metropoltana di Palermo è la quinta in Italia, e la sua densità demografica risulta inoltre superiore alla media nazionale e regionale. Nel palermitano si accentra ben un quarto della popolazione siciliana, con un tessuto abitativo molto denso e compatto lungo le piane costiere, che si rarefà tuttavia nelle valli e nelle aree montuose dell'entroterra. Circa 800.000 degli abitanti risiedono nelle 5 città che superano i 30.000 abitanti. L'assetto urbano è pertanto caratterizzato da un forte concentramento abitativo nel capoluogo, l'unico centro che supera la soglia dei centomila abitanti e che ingloba più della metà dei residenti della città metropolitana. L'immediato hinterland è composto da centri medio-piccoli interdipendenti con il capoluogo per quanto riguarda i servizi, uniche eccezioni sono Bagheria, molto legato ai comuni minori della zona costiera, come Cefalù e soprattutto Termini Imerese, che rappresenta un punto di riferimento per tutti i comuni dell'area orientale.

Comuni metropolitani[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Armoriale dei comuni della città metropolitana di Palermo.

Di seguito gli 82 comuni metropolitani che formano la città metropolitana di Palermo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio Demografico 2016, dati ISTAT
  2. ^ Province addio, su Gurs riforma per liberi consorzi, regioni.it.
  3. ^ Regione Siciliana
  4. ^ Ansa
  5. ^ http://www.cittametropolitana.pa.it/provpa//provpalermo/allegati/15193/Decreto%20n%2018%20del%2013lug2016.pdf

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Palermo Portale Palermo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Palermo