Casa museo Carmelo Cammarata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casa museo Carmelo Cammarata
Casa Museo Bivona.jpg
La casa museo di Bivona
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàBivona-Stemma.png Bivona
IndirizzoVia Sirretta, 58
Caratteristiche
TipoOpere dello scultore Carmelo Cammarata
FondatoriIstituzione Culturale Carmelo Cammarata
Apertura2008
DirettoreFilippo Cammarata
Sito web

Coordinate: 37°37′07.74″N 13°26′15.37″E / 37.618816°N 13.437602°E37.618816; 13.437602

La casa museo Carmelo Cammarata è un museo di Bivona, comune italiano della provincia di Agrigento in Sicilia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Targa della casa museo

Ospita alcune opere in legno, alabastro e arenaria dello scultore locale Carmelo Cammarata (1924-1999), realizzate secondo tecniche tipiche della scultura siciliana[1]. Alla casa-museo, che occupa la bottega dell'artista, è annesso l'omonimo istituto finalizzato alla valorizzazione della sua opera[2].

Si tratta della prima sede museale di Bivona; nel febbraio 2009 è stata visitata da Vittorio Sgarbi.

La casa museo ospita anche alcune opere di Renato Guttuso e di Gianbecchina, entrambi amici dello scultore bivonese[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Sculture in alabastro[modifica | modifica wikitesto]

Logo dell'Istituzione Culturale Carmelo Cammarata
  • Contadini al torchio
  • Contadino con zappa
  • Uomo con sacca sulle spalle
  • La fatica del lavoro
  • Uomo che sorregge l'amico

Sculture in legno[modifica | modifica wikitesto]

  • Ritratto (1974)
  • Ritratto (1976)
  • Maternità (1979)
  • Donna con bambino

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carmelo Cammarata - Le opere, su cammarata.biz. URL consultato l'11-11-2009 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2008).
  2. ^ Istituzione Culturale Carmelo Cammarata, su cammarata.biz. URL consultato il 09-11-2009 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2013).
  3. ^ Gli amici, su cammarata.biz. URL consultato il 03-09-2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]