Palazzo Riso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Palazzo Belmonte Riso (o Palazo Riso) è un edificio storico di Palermo, di epoca settecentesca, ubicato al numero 365 di Corso Vittorio Emanuele. Negli spazi del palazzo sono ospitate le collezioni del Museo d'arte contemporanea della Sicilia, noto anche come RISO[1].

Il palazzo[modifica | modifica wikitesto]

Il nome originario dell'edificio è Palazzo Ventimiglia di Belmonte, nella metà del XIX secolo passato al barone Giovanni Riso di Colobria assumendo l'attuale nome. Dopo un primo incarico affidato al principe Alessandro Vanni di San Vincenzo, "dilettante di architettura", nel 1780 il progetto fu commissionato dal principe di Belmonte Giuseppe Emanuele Ventimiglia all'architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia. Tuttavia due architetti dell'epoca, Doufurny e Hittorff, riportano entrambi il coinvolgimento dell'importante figura di Ferdinando Fuga nella costruzione. Completato nel 1784, l'edificio è un esempio del passaggio dallo stile tardo Barocco siciliano al Neoclassicismo.

Nel XIX secolo divenne proprietà della famiglia Riso, il cui stemma è posto sul portale d'ingresso. L'opera fu realizzata in marmo da Ignazio Marabitti, così come le sculture neoclassiche del balcone centrale.

Durante la seconda guerra mondiale una bomba colpì il palazzo, a quell'epoca sede della casa del Fascio, facendone crollare una parte e distruggendo gli affreschi, tra cui quello realizzato da Antonio Manno nel grande salone da ballo e quelli di Giuseppe Patania. Da allora il palazzo venne abbandonato.

Verso la metà degli anni novanta la Regione Siciliana, già proprietaria del palazzo, avviò i primi lavori di restauro, recuperando alcune parti dell'edificio.

Nel 2006 vennero avviati i lavori di restauro dell'ala nord dell'edificio e nel 2008 venne realizzato l'allestimento museale per la nuova destinazione del palazzo a museo d'arte contemporanea.[2] Nel 2015 sono ancora in corso lavori di ricostruzione e di adeguamento infrastrutturale.

Museo d'arte contemporanea della Sicilia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Museo d'arte contemporanea della Sicilia.

Dal 2008 Palazzo Riso è la sede del Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia, uno degli spazi espositivi più importanti della regione. Alla sua apertura il museo si è dotato di una struttura per la promozione dell'arte contemporanea siciliana:[3] il SACS (Sportello per l'Arte Contemporanea della Sicilia) è costituito da un archivio i cui materiali sono disponibili on-line e consultabili in forma cartacea presso la sede del museo.[4]

Patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

La collezione permanente del museo[5] comprende opere di artisti contemporanei tra cui: Carla Accardi, Giovanni Anselmo, Stefania Artusi, Alessandro Bazan, Christian Boltanski, Pietro Consagra, Stefano Cumia, Andrea Di Marco, Francesco De Grandi, Fulvio Di Piazza, Emilio Isgrò, Richard Long, Domenico Mangano, Sebastiano Mortellaro, Giulia Piscitelli, Laboratorio Saccardi, Salvo, Antonio Sanfilippo, Francesco Simeti, Paola Pivi, Francesco Maria Romano, Croce Taravella, Luca Vitone e Sergio Zavattieri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palazzo Belmonte Riso, scheda del Dipartimento dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana - Regione Siciliana. URL consultato il 7 febbraio 2011.
  2. ^ Storia di Palazzo Riso, su palazzoriso.it. URL consultato il 29 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2011).
  3. ^ SACS - Archivio attivo [collegamento interrotto], su palazzoriso.it, 1/2 luglio 2008. URL consultato il 7 febbraio 2011.
  4. ^ SACS - Sportello per l'Arte Contemporanea della Sicilia, su palazzoriso.it. URL consultato il 7 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2010).
  5. ^ La Collezione di Palazzo Riso, su palazzoriso.it. URL consultato il 29 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2011).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lóránd Hegyi (a cura di), Essential Experiences, Milano, Mondadori Electa, 2009, p. 165, ISBN 978-88-370-7389-3.
  • AAVV., Passaggi in Sicilia: la collezione di Riso e oltre, Milano, Skira, 2009, p. 191, ISBN 978-88-7624-723-1.
  • AAVV., Sicilia 1968/2008. Lo spirito del tempo, Milano, Silvana, 2009, p. 151, ISBN 978-88-3661-340-3.
  • AAVV., I luoghi dell'arte. Riso/Annex. I quaderni di Riso, Milano, Mondadori Electa, 2010, p. 200, ISBN 978-8837074159.
  • AAVV., Fare musei. Riso/Annex. I quaderni di Riso, Milano, Mondadori Electa, 2011, p. 200, ISBN 978-8837075279.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239653350 · GND (DE4660126-0