Museum - Osservatorio dell'arte in Sicilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museum - Osservatorio dell'arte contemporanea in Sicilia
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàBagheria-Stemma.png Bagheria
Caratteristiche
FondatoriEzio Pagano
Apertura1997
DirettoreEzio Pagano
Sito web

Il Museum (abbreviazione di Museum - Osservatorio dell'arte contemporanea in Sicilia) è un museo privato di arte contemporanea situato a Bagheria, comune della città metropolitana di Palermo[1]. Il museo è stato fondato dal gallerista Ezio Pagano nel 1997[2][3] e raccoglie i risultati dell'attività delle gallerie private di Ezio Pagano a Bagheria, attive tra il 1965 e il 1994[4]

Raccoglie pitture e sculture di vari artisti siciliani, come Carla Accardi, Pietro Consagra, Piero Guccione, Emilio Isgrò, Augusto Perez, Antonio Sanfilippo, Salvatore Scarpitta, Fosco Maraini, Ferdinando Scianna, Giuseppe Tornatore, Nino Franchina[5][6].Ospita inoltre una raccolta di fotografie, tra cui venti ritratti fotografici della pittrice messicana Frida Kahlo di Leo Matiz[7].

Possiede l'Archivio storico degli artisti siciliani del XX secolo (ASAS) ed è dotato di una biblioteca di 10.000 volumi e di una videoteca specializzate. Vi si svolgono conferenze con critici e artisti[8] e mostre d'arte.

Comitato scientifico[modifica | modifica wikitesto]

Il comitato scientifico è costituito dal gallerista Ezio Pagano, Gillo Dorfles, Renato Barilli, Enrico Crispolti, Eva di Stefano e Vittorio Fagone[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda su "Museum - Osservatorio dell'arte contemporanea in Sicilia", in Maria Grazia Bellisario e Angela Tecce (a cura di), I luoghi del contemporaneo - Contemporary art venues, Gangemi editore, Roma 2012 (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) Archiviato il 24 gennaio 2014 in Internet Archive. ISBN 978-88-492-7531-5.
  2. ^ Anna Maria Ruta, Museum ed Ezio Pagano: binomio inscindibile nella realtà artistica contemporanea, in Bagheria News. Quotidiano on-line di Bagheria e del territorio, 21 marzo 2011. Accesso dell'8 dicembre 2017.
  3. ^ Paola Nicita, Ezio Pagano vita da gallerista celebrata alle Fabbriche in La Repubblica, 20 dicembre 2015. Accesso: 8 dicembre 2017.
  4. ^ Pagina sul Museum Archiviato l'8 dicembre 2017 in Internet Archive. sul sito ".con Una rete per il contemporaneo" (progetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con il supporto dell'Unione Europea).
  5. ^ Pagina sul Museum sul sito del Touring Club.
  6. ^ Catalogo generale di Museum (PDF), su museum-bagheria.it.
  7. ^ Notizia sulla donazione di venti ritratti fotografici di Leo Matiz al Museum di Bagheria sul sito Exibart.com.
  8. ^ Notizia sul primo ciclo di incontri "Dalle cinque alle otto" nel 2002 sul sito Exibart.com.
  9. ^ Il comitato scientifico sul sito di Museum-Bagheria.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]