Salerniana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salerniana (la)
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàTrapani
IndirizzoVia San Francesco d’Assisi 54
Caratteristiche
TipoArte contemporanea, collezioni di opere d'arte, mostre temporanee e permanenti
FondatoriGiacomo Tranchida, Vincenzo Adragna e Giuseppe Perricone
Apertura1972
Sito web

La Salerniana è una Galleria d'arte contemporanea ed una Associazione Artistica Culturale non profit con sede ad Trapani presso il Palazzo della Vicaria dal 2015, precedentemente ad Erice (TP) con ultima sede la Galleria Civica “G.Perricone”. La galleria offre con la sua collezione uno spaccato significativo dell'arte contemporanea italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata dal poeta Giacomo Tranchida che ebbe l'idea di istituire un premio d'arte di pittura estemporanea da esporre negli spazi di via notar Salerno ad Erice, la Salerniana divenne nel tempo un evento estivo per appassionati e cultori d'arte nella cittadina del trapanese. Negli anni successivi l'associazione si evolve per merito del senatore Giuseppe Perricone, succeduto a Tranchida, che dal 1982 avviò una serie di mostre sia tematiche che personali coordinate dal direttore artistico, il pittore Michele Cossyro.

Già nei primi anni ottanta l'associazione trovò sede negli spazi dell'ex convento San Carlo[1] dove Perricone e Cossyro pensarono di programmare le esposizioni affidando ad ogni curatore tre o quattro mostre con l'intenzione di dare continuità critica e qualitativa alla manifestazione. L'inaugurazione del nuovo corso venne affidato a Giorgio Di Genova[2], critico e storico dell'arte romano, che curò quattro mostre dal 1982 al 1985 (Pittori dell'occhio, della mente e dell'immaginazione, Lo stagno di Narciso, I cento occhi di Argo – Arte e scienza, Ricognizione anni 1980-‘85) in collaborazione anche con Giulio Carlo Argan, Gillo Dorfles e Filiberto Menna. Quest'ultimo, storico dell'arte campano, collaboro' con l'associazione dal 1986 al 1988 (Il meno è il più – Per un'astrazione povera, Pittura Scrittura Pittura, Mediterranea - Il mare, i luoghi, i miti, l'ornamento nell'arte italiana d'oggi).

Palma Bucarelli, storica direttrice e sovrintendente della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, focalizzò l'attenzione su tre personali di artisti affermati siciliani e nativi della provincia di Trapani (Carla Accardi : opere 1965-1983, Pietro Consagra: opere 1955-1984, Antonio Sanfilippo: opere 1949-1971) dal 1983 al 1986. Rudi Fuchs, critico d'arte olandese, dal 1987 al 1990, curo' due mostre (Incrocio ed Intuizioni nello spazio. Due possibilità reali e sognate).

Achille Bonito Oliva critico e storico dell'arte campano, dal 1991 al 1995 curò cinque mostre (De Europa, Paolo Uccello - Battaglie nell'arte del XX secolo, Grande delubro, l'arte, La dimora dei corpi gravi – Tributo a Massaccio, Nutrimenti dell'arte).

Luciano Caramel, critico d'arte e storico dell'arte lombardo, cura le ultime mostre nella sede dell'ex Convemto di San Carlo dal 1996 al 2003 [Arte in Italia negli anni '70 – Verso i settanta (1968 – 1970), 25° de La Salerniana – Galleria Civica D'arte Contemporanea, Arte in Italia negli anni ‘70 – Opera e comportamento (1970 - 1974), Arte in Italia negli anni '70 – Arte e ambiente (1974-1977)].

La galleria civica[modifica | modifica wikitesto]

Erice[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 agosto del 2004[3] venne inaugurata la nuova sede della Galleria civica di arte contemporanea, intitolata al senatore Giuseppe Perricone in collaborazione con il comune di Erice, che raccoglie, grazie anche all'attiva collaborazione degli artisti che negli anni hanno esposto alla “Salerniana”, una collezione di opere che delineano le esperienze compiute da molte correnti artistiche della seconda metà del Novecento. A partire dal Gruppo Forma 1, rappresentato dalle opere dei siciliani Carla Accardi, Antonio Sanfilippo e Pietro Consagra, dai gruppi Strutture significanti, al quale appartengono tra gli altri Achille Pace ed Enrico Sirello, così come Astrazione Povera a cui aderiscono anche Rocco Salvia, Gianni Asdrubali, Antonio Capaccio e Bruno Querci, tutti nella collezione. Nel 2007 l'associazione presenta le nuove acquisizioni nella mostra curata da Patrizia Ferri[4] La Salerniana - Nuova Collezione. Ospita circa novanta opere in esposizione permanente.[5]

Trapani[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre del 2015 si completa il trasferimento della collezione negli spazi del Palazzo della Vicaria a Trapani[6].

Collezione[modifica | modifica wikitesto]

La collezione permanente della Galleria Civica d'Arte Contemporanea "Giuseppe Perricone" costituitasi grazie alle donazioni degli artisti e in numerosi casi espressamente realizzate per La Salerniana.

  • Edgardo Abbozzo
Antenato, 1997, ferro, 186 × 210 cm
Capriccio Spagnolo, 1983, olio su tela, 95 × 100 cm
  • Giovanni Albanese
Angolo, 2006, ferro e lampadine a fiamma 53,5 × 57cm
  • Carlo Alfano
Egli, 1976, film, tela, grafite, cavalletto, 150 × 190 cm
  • Bruno Aller
Ri/tratto D. Licini, 2006, acrilico e graffite su tela 81 × 81 cm
Haianà, 1985, acrilico e smalto su tela, 160 × 130 cm
Performance, 2005, olio su tela, 80 × 100 cm
Liebe Wilhemine, 1989, media diversi, alluminio; 40 × 40 cm
Ipotesi d'attesa, 1991, tempera acrilica su tela; 198 × 185,5 cm
  • Enrico Bentivoglio
Immagine dal significato neutro, 1990, foro b/n, e matita grassa su carta, 70 × 50 cm
L'(Assente) positivo-negativo, segno-figura, 1971, olio su tela, 66 × 50 cm
  • Aldo Bertonini
Quartina, 2004, olio su tela, 41 × 41 cm
  • Luigi Boile
Senza titolo, 2003, tecnica mista su tela; 30 × 40 cm
  • Gregorio Botta
Senza titolo, 2006, ferro, vetro, carta di riso, cera, pigmento, 70 × 50 × 3 cm
  • Marco Brandizzi
Giulietta e Romeo, 1996, vernici su legno lavorato, 160 × 50 × 6 cm
  • Aurelio Bulzatti
Piazza Vittorio, 2007, olio su tela, 80 × 70 cm
  • Antonio Capaccio
Senza titolo, 1986, acrilico su tela, 200 × 110 cm
  • Nicola Carrino
Costruttivo P.3/90, 1990, ferro, 43 × 60 × 1 cm
  • Lucilla Catania
Uno, 1991, cemento rosso, 130 × 25 × 25
  • Giorgio Cattani
Vado dove, 1996, tecnica mista su tela, 120 × 120 cm
  • Antonio Cimino
Senza titolo, 2006, olio su tela, 110 × 60 cm
  • Franco Ciuti
Contrasto, 1993, ferro e resina, 95 × 110 cm
  • Mimmo Conenna
N. 6, reticolato di geometrie pubblicitarie, 1992, tecnica mista su cartoncino, 70 × 50 cm
Bifrontale n. 2, 1974, marmo bianco, 42 × 29,5 cm (trafugato)
  • Ettore Consolazione
Stella Polare, 1978; tele cucite; 50 × 60 cm
  • Bruno Conte
Vegetangolo, 1995, struttura in legno, pittura, 72 × 93 × 5 cm
  • Michelangelo Conte
Aniprospettiva B, 1974 materiali vari
Carena, 1976, olio su tela e legno, 80 × 100 cm
Mare d'inverno, 1982, progetto di installazione, olio su tela, 60 × 80 cm
  • Paolo Cotani
Senza titolo, 1989, tecnica mista, 50 × 50 cm
  • Gianfranco D'alonzo
Jo em confesso, 2003, pittura su moquette, 123 × 92 cm
  • Paolo Di Capua
Quattro piccole pietre bianche, 2001, struttura in legno con pietra, h 240
Tensione-Luce, 1982, acrilico su cartone 150 × 100 cm
  • Luigi Di Sarro
Autoritratto con Neon, 1973, autoscatto
Senza titolo, 1971, acrilico su tela, 60 × 80 cm
  • Salvatore Dominelli
Secondi Concentrici, 2007, tecnica mista su tela 63 × 78 cm
  • Anna Esposito
Simbiosi, 1976, foto traforata a mano, 116 × 75 cm
  • Bruna Esposito
Sassi cantori, 2007, materiali vari, 30 × 30 × 100 cm
  • Marisa Facchinetti
Elba, 2000, tecnica mista, 50 × 50 cm
  • Sergio Floriani
Speculum I, 1983, olio su tavola e specchi, 50x(30+10) cm
Senza titolo, 2004-2007, terracotta dipinta, 18 × 18 × 12 cm
  • Pietro Fortuna
Generazioni di guide, 1996, smalto e inchiostro su carta, 70 × 97 cm
  • Giancarla Frare
Come confine certo, 2005, china, pigmenti naturali innesto fotografico su carta El digitale, 102 × 72 cm
  • Antonio Freiles
Icona, 2007, Olio su tela 120 × 100 cm
  • Omar Galliani
Oltremare, 1997, olio su tavola e oro
Venere asimmetrica grande, 1974, truciolato, 96 × 30 × 30 cm
  • Rosario Genovese
Galassia due, 1988, gabbia in faggio, corda di agave, pigmenti a olio, 100 × 65 cm
Sud, 2007, acrilico su tela, 70 × 100 cm
Musica, 1982, fotografia castellata, tempera su carta, 95 × 65 cm
ARGOS 4, 1981, tempera su tela grezza, 108 × 80 cm
  • Silvio Guardi
Il grande libro, 1994, ferro tela e pittura ad olio, 220 × 80 cm (per lato)
A spasso con Nevskiy, 1995, acquarello e matita su tela, 65 × 65 cm
  • Lorenzo Guerrini
Nero', 1973, tempera su cartone, 204 × 98 cm
Viola, 1980, tempera su cartone, 200 × 103 cm
  • Nedda Guidi
Argos 4, 1984, terra cotta, ossidi, 92 × 60 × 8 cm
  • Francesco Impellizzeri
Tangentart tatù, 1997, acrilico su foto, gommapiuma e tessuto dipinto, 90 × 70 cm
  • Paolo Laudisa
Attraverso le nuvole, 1996, tempera su tavola e tela, 120 × 110 cm
  • Carlo Lauricella
Crosta terrestre, 1996, terra, tela elettrosaldata, legno, plastica, nastro per sengnaletica stradale, 300 × 200 × 50 cm
  • Alfonso Leto
Rosa marsupiale, 1991; pittura a cera e rovi su tela, 129 × 99 cm
  • Felice Levini
Meteora, 2005, tecnica mista, 32 × 42 cm
  • H.H.Lim
La via del cielo, 2001, disegno su lacca, 53 × 128,5 cm
  • Bruno Lisi
Gesto, 2000, acrilico su tela, 120 × 120 cm
Così è di tutti, 1980, olio su tela, 40 × 50 cm
N-astro armonico, 1994, ferro grafitato e acciaio, 98 × 54 cm
  • Paola Lo Sciuto
La stanza, 1996, tecnica mista su supporto fotografico, 280 × 160 cm
  • Enrico Luzzi
Niente storie, 1996, olio su tela, 80 × 90 cm
  • Teodosio Magnoni
Sagitta, 1991, alluminio, vernice, 165 × 45 × 35 cm
Biennale di Venezia pad. Italia, 1978, progetto di installazione, 50 × 60 cm
Uomo geometrico, 1986, tecnica mista, 100 × 70 cm (ambedue)
Grammature di colore – supporto intonaco, 1887, affresco su tavola, 100 × 100 cm
Balcan VII, 1998, olio su tela , 100 × 120 cm
Apeyron, Infinita Estate, 2005, acrilico su tela, 100 × 150 cm
Electric Theatre, 1992, Legno, carta, anilina e foto, 54,5 × 63,5 × 6 cm
  • Giuseppe Modica
De Pictura (Sinfonia di macchie), 2006-2007, tecnica mista su carta intelata, 62 × 40 cm
  • Samuel Montalegre
Frammento e nucleo rovesciato di spazio con segmenti vaganti, 1984, cartoncino, pennarelli e carboncino, 22 × 29,5 cm
  • Elisa Montessori
Senza titolo, 1964, olio su tela, 100 × 100 cm
  • Oan Kyu
Scrittura prima della scrittura, 2003, inchiostro MUK su carta intelata, 140 × 140 cm
  • Claudio Oliveri
L'Angelo accanto, 1989, olio su tela, 132 × 100 cm
  • Achille Pace
Itinerario 5, 1965, filo e tempera su tela, 100 × 80 cm
  • Claudio Palmieri
Danza, 2006, stampa fotografica lambda e pittura 163 × 123 cm
  • Antonio Passa
Blu di cobalto, 1982, olio carta e legno, 53 × 53 cm
Circumambulatio enantio dromica, 1980, scrittura su specchio, 58 cm
  • Pieroni & Reisher
Senza titolo, gennaio 2004, tecnica mista, 40 × 40 cm
Raccolgo alcuni che sono cresciuti in fretta, gennaio 2004, tecnica mista, 50 × 50 cm
Visibile invisibile, 1982, intervento su pagina di giornale, 31 × 22,5 cm
Pittura-R opera n.3, 1974, tecnica mista, 110 × 80 cm
Acqua, 2006, acquarello su carta arches e cornice in plexiglas, 113 × 76cm
La bambola meccanica, 1995, collage, 60 × 90 cm
  • Enrico Pulsoni
Terra bianca, 1996, 30 × 20 × 8 cm
  • Antonio Quaranta
Senza titolo, 1997, legno, 140 × 110 × 20 cm
  • Bruno Querci
Sontuoso, 1986, acrilico su tela, 120 × 180 cm
  • Ascanio Renda
Separati in casa, 2006, tecnica mista, ambientazione, 200 × 85 cm
  • Renzo Gallo
Bersagio, 1996, ferro acciaio e vernice da incisione, 100 × 53 × 38 cm
  • Cloti Ricciardi
Configurazioni territoriali, 2005, tecnica mista, 40 × 100 cm
  • Lucia Romualdi
Contrutta nell'86, 1986, olio su carta intelaiata, 90 × 132
  • Mariano Rossano
n.20 del "Acque", 1986, acrilico su tela, 100 × 60
  • Rocco Salvia
La toletta, 1985, olio su tela, 85 × 150 cm
  • Giuseppe Salvatori
Giardino di San Matteo, 2005, acrilico su tela, 71 × 60 cm
Senza titolo, 1951, tempera su carta, 61 × 46 cm
  • Sandro Sanna
Bisanzio, 1995-2005, tecnica mista, 100 × 100 cm
  • Anna Maria Santolini
Fiorile, 1999, 40 × 40
  • Ninì Santoro
Senza titolo, 1968, ferro, 50 × 11 × 7 cm
  • Mario Sasso
Stradario sconsigliato, 2002, Elaborazione digitale copia unica stampa su PVC, 40 × 40 cm
Modificazione di un lato del quadrato, 1972, olio su tela, 60 × 60 cm
  • Antonio Scordia
Guerriero, 1986, olio su tela, 93 × 72 cm
  • Turi Simeti
Superficie grigia con tre ovali, 1990, acrilico su tela sagomata, 120 × 100 cm
Murale, 1977, tempera brace, 80 × 80 cm
  • Turi Sottile
Eredità di sole, 2001, acrilico su tela plastificata, 140 × 150cm
  • Franco Summa
Un arcobaleno in fondo alla via, 1975, 100 × 70 cm
Figura, 1978, acrilici su tela, 73 × 92 cm
  • Angelo Titonel
La vetrata, 1977, acrilico su tela, 55 × 38 cm
  • Oscar Turco
Blow up, 2007, dittico, grafite su carta, 75 × 57 cm
  • Nanni Varale
Dall'archivio dei sogni, 1982, acrilici e china su cartone, 62 × 46 cm
  • Claudio Verna
Aut-Aut, 1991, olio su tela, 80 × 140 cm
  • Vanni Viviani
Labirinto dei desideri leciti ed illeciti, 1979, acrilico su tela, 70 × 70 cm
  • Andrea Volo
Palermo felicissima - Venerdì Santo, 2001, trittico, acrilico e olio su tela, 150 × 200 cm
  • Alberto Zanazzo
TIME CODE Enduring Ethics, 2002, foto su forex, 40 × 30
Non riconoscibile, 1974-75, foto B/N, 38,7 × 29 cm

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Crispolti, Rocco Genovese: Sculture, disegni, progetti a rilievo, Electa Editore, 1988, ISBN 88-435-2699-5.
  • Mariarosa Perricone (introduzione), «Arte a palazzo». Opere della collezione la salerniana, Fondazione Federico II Editore, 2011, ISBN 88-96729-12-2.
  • Maurizio Calvesi, Antonio Scordia 1945- 1988, Electa Editore, 1989, ISBN 88-435-2972-2.
  • Patrizia Ferri, Take the Space. Appropriazione, misurazione, amplificazione, violazione, trasfigurazione e rappresentazione dello spazio nella Giovane Arte Italiana, Gangemi Editore, 2009, ISBN 88-492-1810-9.
  • Patrizia Ferri, Galleria Civica di Arte Contemporanea di Erice G. Perricone. Nuova collezione, Gangemi Editore, 2007, ISBN 88-492-1330-1.
  • Giorgio Di Genova, Gillo Dorfles e Luigi Lambertini, Pittori dell'occhio, della mente e dell'immaginazione, Comune di Erice, 1982, ISBN.
  • Giorgio Di Genova, Lo stagno di Narciso, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1983, ISBN.
  • Giorgio Di Genova, I cento occhi di Argo – Arte e Scienza, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1984, ISBN.
  • Giorgio Di Genova, Ricognizioni anni 1980-85, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1985, ISBN.
  • Palma Bucarelli e Giovanni Buberti, Carla Accardi : opere 1965-1983, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1983, ISBN.
  • Palma Bucarelli, Pietro Consagra: opere 1955-1984, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1984, ISBN.
  • Palma Bucarelli e Fulvio Abbate, Antonio Sanfilippo: opere 1949-1971, Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1986, ISBN.
  • Filiberto Menna, Il meno e il più. Per un'astrazione povera, Gabriele Mazzotta Editore, 1986, ISBN 88-202-0699-4.
  • Filiberto Menna, Fulvio Abbate e Matteo D'Ambrosio, Pittura Scrittura Pittura, Gabriele Mazzotta Editore, 1987, ISBN.
  • Filiberto Menna, Mediterranea - Il mare, i luoghi, i miti, l'ornamento nell'arte italiana d'oggi, Electa Editore, 1988, ISBN.
  • Rudi Fuchs, Incrocio, Gabriele Mazzotta Editore, 1987, ISBN.
  • Rudi Fuchs, Intuizioni nello spazio. Due possibilità reali e sognate, Electa Editore, 1990, ISBN.
  • Achille Bonito Oliva, De Europa, Arnaldo Mondatori Arte Editore, 1991, ISBN.
  • Achille Bonito Oliva, Paolo Uccello. Battaglie nell'arte del XX secolo, Electa Editore, 1992, ISBN 88-435-4208-7.
  • Achille Bonito Oliva, Grande delubro, l'arte, Carte Segrete Editore, 1993, ISBN.
  • Achille Bonito Oliva, La dimora dei corpi gravi. Tributo a Masaccio, Charta Editore, 1994, ISBN 88-86158-96-3.
  • Achille Bonito Oliva, Nutrimenti dell'arte, Charta Editore, 1995, ISBN.
  • Luciano Caramel, Arte in Italia negli anni ’70 – Verso i settanta (1968 – 1970), Charta Edizione, 1996, ISBN.
  • Luciano Caramel e Michele Cossyro, 25º: venticinquennale de La Salerniana " Giuseppe Perricone", Edizione Ass. Art. Cult. La Salerniana, 1997, ISBN.
  • Luciano Caramel, Arte in Italia negli anni ‘70 – Opera e comportamento (1970 - 1974), Kappa Edizione, 1999, ISBN.
  • Luciano Caramel, Arte in Italia negli anni ’70 – Arte e ambiente (1974-1977), Kappa Edizione, 2003, ISBN.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]