Monte Salviano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Salviano
Veduta di Avezzano.jpg
Scorcio di Avezzano dal monte Salviano
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo Abruzzo
ProvinciaL'Aquila L'Aquila
Altezza1 011 m s.l.m.
Catena(nell'appennino centrale)
Coordinate42°01′54.9″N 13°24′04.4″E / 42.031917°N 13.401222°E42.031917; 13.401222Coordinate: 42°01′54.9″N 13°24′04.4″E / 42.031917°N 13.401222°E42.031917; 13.401222
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Salviano
Monte Salviano

Il monte Salviano è un gruppo montuoso dell'appennino abruzzese, situato lungo lo spartiacque tra la conca del Fucino e i piani Palentini, nella Marsica, che include le cime dei monti d'Aria (1011 m s.l.m.), Cimarani (1108 m s.l.m.) e San Felice (1030 m s.l.m.). È inserito tra i siti di interesse comunitario dell'Abruzzo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pietraquaria e le vette del Velino viste dalla via dei Marsi
Cartello romantico sul monte Salviano

Sulla sommità si trova il santuario della Madonna di Pietraquaria, mentre il ventre montuoso è attraversato dai cunicoli di Claudio, articolata opera idraulica risalente all'epoca romana che permise nella seconda metà dell'Ottocento il totale prosciugamento del lago Fucino.

Nel 1993 un grave incendio mandò in fumo decine di ettari di pino nero nella pineta impiantata nel 1916 dai prigionieri del campo di concentramento di Avezzano[1]; il restauro ecologico, attuato attraverso la riforestazione di specie autoctone ed indigene ha favorito il processo di rinaturalizzazione spontanea consolidando l'ecosistema dell'area montuosa[2].

Dal 1999 i settori montuosi ricadenti nel territorio comunale di Avezzano (AQ) sono inclusi nella riserva naturale guidata Monte Salviano[3], già parco periurbano[3]. Nel 2005 è stato indicato tra i siti di interesse comunitario[4].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Sull'origine del nome Salviano ci sono diverse ipotesi: la principale lega il toponimo alla consistente presenza sulla montagna della cosiddetta Salvia di Gerusalemme, ovvero il Salvione giallo (Phlomis fruticosa, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae)[5] o più semplicemente della Salvia comune (Salvia officinalis). Una supposizione lega il toponimo alla gens Salvia per via del ritrovamento nell'area marsicana di alcune epigrafi che fanno esplicito riferimento all'antica famiglia romana[6][7].

Visuale dalla vetta[modifica | modifica wikitesto]

Dalla vetta del monte Salviano è possibile ammirare a nord le vette del monte Velino, ad ovest i piani Palentini, a sud ovest l'imbocco della valle Roveto nei pressi di Capistrello e ad est la conca del Fucino circondata dai monti Marsicani.

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Guadagni, Appiccato il fuoco alla storica pineta del monte Salviano, Il Centro, 15 giugno 2012. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  2. ^ Relazione Generale dal Parco del Salviano alla Riserva Naturale Regionale guidata Monte Salviano (PDF), Regione Abruzzo. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  3. ^ a b Riserva Naturale Regionale del Monte Salviano - L'area protetta, parks.it. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  4. ^ Sito di interesse comunitario, riservamontesalviano.it. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  5. ^ La vegetazione, un orto botanico naturale, Riserva naturale del monte Salviano. URL consultato il 3 novembre 2019.
  6. ^ Giovanni Pagani, Avezzano e la sua storia: Madonna di Pietraquaria, Terre Marsicane. URL consultato il 7 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2018).
  7. ^ Riserva Naturale Guidata Monte Salviano - Abruzzo, Agraria.org. URL consultato il 7 ottobre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]