Enna Calcio Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enna Calcio SCSD
Calcio Football pictogram.svg
Gialloverdi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Verde e Giallo.svg Giallo, verde
Dati societari
Città Enna
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1942
Rifondazione1991
Rifondazione2014
Presidente Italia Enzo Grippaudo
Allenatore Italia Totò Brucculeri
Stadio Generale Gaeta
(2 000 posti)
Sito web http://ennacalcio.wixsite.com/enna
Palmarès
Trofei nazionali 1 Trofeo Jacinto
Si invita a seguire il modello di voce

L'Enna Calcio Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica, nota più semplicemente come Enna, è una società calcistica italiana con sede nella città di Enna.

Attualmente il club milita nel campionato regionale di Eccellenza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società è nata nel 1942 con il nome di Comitato Sportivo Pro Enna che, nel giro di un anno, riesce ad iscriversi alla Serie C 1942-1943 nel girone N e ad ottenere un 4° piazzamento finale, però, al termine della stagione, a causa dello sbarco americano in Sicilia durante la Seconda Guerra Mondiale, i campionati sono sospesi e, dopo la fine, nel 1945, non si ricostituisce tra i cadetti. In seguito a diversi anni di attività a carattere episodico e quattro stagioni consecutive nel campionato di Promozione Siciliana, ottenne, nella stagione 1951-1952, la sua prima promozione in IV Serie (odierna Serie D), ove ci rimase per ben diciotto anni consecutivi, disputando vari derby regionali, concludendo dei campionati di alta classifica (sfiorando anche il salto di categoria in Serie C) e incontrando squadre come Bari e Reggina, per poi guadagnarsi la sua storica promozione nella terza serie italiana di calcio nella stagione 1969-1970.

La sua permanenza nell'annata 1970-1971 in cadetteria durò appena un solo anno, per via della differenza di reti sfavorevole nei confronti di Avellino e Pro Vasto. Di lì in poi inizierà una serie di alti e bassi nel campionato di Promozione Siciliana fino alla stagione 1980-1981, che segnerà il ritorno nel Campionato Interregionale.

Successivamente, nella stagione 1989-90, l'Enna, arrivato primo nel girone N del Campionato Interregionale, ha conquistato anche il Trofeo Jacinto, torneo precursore dell'attuale Scudetto Dilettanti (istituito a partire dal 1992), giocato tra le vincitrici dei gironi dell'Interregionale, battendo, in finale a Maratea, il Viareggio. I gialloverdi, quindi, allenati dal tecnico Giuseppe Cannarozzo, sono diventati campioni d'Italia dell'Interregionale, con una storica promozione in Serie C2. Inoltre, in questa categoria, partecipano, per la prima volta, a un torneo di Coppa professionistico, la "Coppa Italia Serie C 1990-1991", dove lì incontrano anche altre compagini siciliane: il Catania, il Siracusa, l'Acireale e la Leonzio; gli ennesi, però, usciranno dalla competizione dalla fase a gironi, dopo aver raccolto un "misero" punto (frutto di un pareggio con la Vigor Lamezia) ed essersi piazzati ultimi nel girone P.

Nella fine dell'anno Serie C2 1990-1991, culminato con la retrocessione, una crisi economica ha poi costretto la squadra al successivo fallimento, ricominciando dunque dal campionato di Prima Categoria Siciliana assumendo denominazione Ginnastica e Sport Enna Calcio.

Durante la stagione 2004-2005 ha ottenuto ai play-off del Campionato di Promozione la vittoria del Trofeo Tomaselli sul campo neutro dello Stadio Marco Tomaselli di Caltanissetta, ottenendo la conseguente promozione in Eccellenza.

Poi, nella stagione 2005-2006, che prevedeva una sofferta salvezza giunta invece con diverse giornate d'anticipo, ha poi visto i gialloverdi arrivare ai play-off, dove sono stati eliminati con uno 0-0 dai forti avversari dell'Akragas (che hanno ottenuto la promozione grazie al miglior piazzamento in campionato) sul neutro di Gela.

Nella stagione 2010-2011 dell'Eccellenza, la squadra ennese è penultima nel Campionato di Eccellenza e rischia seriamente la retrocessione, frutto di una gestione folle dei tanti cambi societari, in particolare in questa stagione avvengono tanti cambi in panchina. Alla fine, però, grazie all'allenatore messinese Guido De Maria, nelle ultime 5 giornate riesce a raggiungere il terz'ultimo posto guadagnando così il diritto ai play-out vinti col Santa Croce per 4-3 ai rigori.

Nella stagione 2011-2012 dell'Eccellenza, dopo aver avuto la penalizzazione di 6 punti si trova ultima nel girone B dell'Eccellenza. La squadra si trova senza allenatore ed a causa dei problemi finanziari si trova costretta a disputare il campionato con solo giovani classe 93, 94 e 95 ove dopo 7 anni consecutivi nel massimo campionato regionale retrocede in Promozione con 5 giornate d'anticipo.

Nella stagione 2012-2013 del campionato di Promozione Siciliana, la società del presidente Cannarozzo soffre gli evidenti problemi economici, che si ripercuotono sulla programmazione tecnica ove il 4 febbraio 2013 un gruppo di tifosi dell'Enna Calcio ha scritto una lettera ufficiale al Procuratore Nazionale della FIGC Palazzi, al Presidente Abete ed alla Guardia di Finanza per denunciare lo scempio, che a loro dire, caratterizzava l'ambiente ennese nella stagione 2012-2013 ed il 10 febbraio 2013 dopo la quarta rinuncia l'Enna Calcio fallisce.

Il calcio ennese riparte nella stagione 2012-2013 con la squadra Trinacria Enna allenata da Gianfilippo Di Matteo che partecipa al campionato locale di Terza Categoria, successivamente verrà promossa in Seconda Categoria, dopo la vittoria nella finale play-off contro i rivali del Real Catenanuova.

Nella stagione 2013-2014 la squadra ennese non parte con il piede giusto, infatti esonererà poco dopo l'allenatore Gianfilippo Di Matteo. La svolta si ha con il nuovo tecnico Massimo Greco e con l'arrivo a metà campionato di nuovi calciatori prelevati dal campionato d'eccellenza come Filippo Alessandro e Gaetano Trapani nonché il quindicenne Liborio Savoca dagli allievi, che dopo un combattuto campionato portano una squadra inizialmente sfavorita alla promozione in 1ª categoria, nonché in semifinale di "Coppa Trinacria" contro la Nuova Sancis.

Da tempo si parlava di una fusione fra le due società ennesi A.S.D. Città di Enna, militante in Terza Categoria, e A.S.D. Polisportiva Trinacria, promossa in Prima Categoria. L'ufficialità avviene il 7 giugno 2014 in cui la fusione porta ad una nuova denominazione della società che si chiamerà proprio U.S.D Enna, che li verrà impegnati nel prossimo campionato di Prima Categoria.

Con l'accesso al campionato di Promozione mediante il ripescaggio avvenuto l'8 agosto 2017, il club cambia denominazione in Enna Calcio Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica.[1]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Enna Calcio S.C.S.D.
  • 1942: Fondazione del Comitato Sportivo Pro Enna, che parte dal campionato di Serie C, riconosciuto un ottimo bacino d'utenza da parte della F.I.G.C.
  • 1942-1943: 4° nel girone N della Serie C.
  • 1943-1945: Attività sospesa per cause belliche.
  • 1945-1947: Partecipa alla Prima Divisione Siciliana.
  • 1947-1948: 2° nel girone B della Prima Divisione Siciliana. 4° nel girone delle finali regionali. Promosso in Promozione.
  • 1948-1949: 6° nel girone O della Promozione.
  • 1949-1950: 5° nel girone O della Promozione.
  • 1950: Cambia denominazione in Associazione Sportiva Pro Enna.
  • 1950-1951: 9° nel girone O della Promozione.
  • 1951-1952: 2° nel girone O della Promozione. Fonda la Lega di IV Serie.
  • 1952: Cambia denominazione in Associazione Sportiva Enna.
  • 1952-1953: 7° nel girone H di IV Serie.
  • 1953-1954: 2° nel girone H di IV Serie.
  • 1954-1955: 3° nel girone H di IV Serie.
  • 1955-1956: 10° nel girone H di IV Serie.
  • 1956-1957: 13° nel girone H di IV Serie.
  • 1957-1958: 1° nel girone H della Seconda Categoria di IV Serie.
  • 1958-1959: 6° nel girone H di IV Serie.
  • 1959-1960: 9° nel girone F di Serie D.
  • 1960-1961: 12° nel girone F di Serie D.
  • 1961-1962: 10° nel girone F di Serie D.
  • 1962-1963: 12° nel girone F di Serie D.
  • 1963-1964: 16° nel girone F di Serie D. Ripescato.
  • 1964-1965: 13° nel girone F di Serie D.
  • 1965-1966: 7° nel girone F di Serie D.
  • 1966-1967: 5° nel girone F di Serie D.
  • 1967-1968: 8° nel girone I di Serie D.
  • 1968-1969: 8° nel girone I di Serie D.
  • 1969-1970: 1° nel girone I di Serie D. Promosso in Serie C.
  • 1970-1971: 18° nel girone C della Serie C. Retrocesso in Serie D per peggior differenza reti nei confronti di Avellino e Pro Vasto.
  • 1971-1972: 11° nel girone I della Serie D.
  • 1972-1973: 6° nel girone I della Serie D.
  • 1973-1974: 12° nel girone I della Serie D.
  • 1974-1975: 17° nel girone I della Serie D. Retrocesso nel campionato di Promozione.
  • 1975-1976: 4° nel girone B del campionato di Promozione Siciliana.
  • 1976-1977: 2° nel girone A del campionato di Promozione Siciliana.
  • 1977-1978: 11° nel girone A del campionato di Promozione Siciliana.
  • 1978-1979: 9° nel girone B del campionato di Promozione Siciliana.
  • 1979-1980: 4° nel girone B del campionato di Promozione Siciliana.
  • 1980-1981: 6° nel girone A del campionato di Promozione Siciliana. Promosso nel Campionato Interregionale a completamento organici.
  • 1981-1982: 5° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1982-1983: 8° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1983: Si fonde con il Gruppo Sportivo Juvenes Enna dando vita all'Associazione Sportiva Juvenes Enna.
  • 1983-1984: 9° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1984: Cambia denominazione in Unione Calcio Enna
  • 1984-1985: 12° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1985-1986: 8° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1986-1987: 11° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1987-1988: 9° nel girone M del Campionato Interregionale.
  • 1988-1989: 9° nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1989-1990: 1° nel girone N del Campionato Interregionale. Promosso in Serie C2.
  • 1990-1991: 16° nel girone D della Serie C2. Retrocesso e finanziariamente fallito.

  • 1991: Il sodalizio fallisce e riparte dal campionato di Prima Categoria Siciliana.
  • 1991: Cambia denominazione in Ginnastica e Sport Enna Calcio.
  • 1991-1992: 3° nel campionato di Prima Categoria Siciliana. Ripescata nel campionato di Promozione.
  • 1992-1993: 5° nel girone B di Promozione Sicilia.
  • 1993-1994: 1° nel girone B di Promozione Sicilia. Promosso nel campionato di Eccellenza.
  • 1994-1995: 5° nel girone A di Eccellenza Sicilia.
  • 1995-1996: 6° nel girone B di Eccellenza Sicilia.
  • 1996-1997: 16° nel girone B di Eccellenza Sicilia. Retrocesso nel campionato di Promozione.
  • 1997-1998: 11° nel girone D di Promozione Sicilia.
  • 1998-1999: 14° nel girone D di Promozione Sicilia. Retrocesso e successivamente ripescato.
  • 1999-2000: 5° nel girone D di Promozione Sicilia. Eliminato al primo turno dei play-off dalla Nissa.
  • 2000-2001: 1° nel girone D di Promozione Sicilia. Promosso nel campionato di Eccellenza.
  • 2001-2002: 12° nel girone B di Eccellenza Sicilia. Retrocesso nel campionato di Promozione dopo play-out persi contro l'Aci S. Antonio.
  • 2002-2003: 16° nel girone D di Promozione, perde lo spareggio salvezza contro il Niscemi. (Viene ripescata in Promozione)
  • 2003-2004: 5° nel girone C di Promozione. Eliminato ai play-off intergirone dal Città di Bagheria.
  • 2004 - Cambia denominazione in G.S.D. Enna Calcio.[2]
  • 2004-2005: 2° nel girone C di Promozione. Promosso nel campionato di Eccellenza dopo play-off vinti a Caltanissetta.
  • 2005-2006: 5° nel girone B di Eccellenza Sicilia. Eliminato ai play-off regionali dall'Akragas.
  • 2006-2007: 6° nel girone A di Eccellenza Sicilia.
  • 2007-2008: 4° nel girone A di Eccellenza Sicilia. Eliminato ai play-off regionali dal Gattopardo Palma.
  • 2008-2009: 10° nel girone B di Eccellenza Sicilia.
  • 2009-2010: 11° nel girone A di Eccellenza Sicilia. Salvo dopo play-out vinti contro il Riviera Marmi.
  • 2010-2011: 14° nel girone B di Eccellenza Sicilia. Salvo dopo play-out vinti contro il Santa Croce.
  • 2011-2012: 16° nel girone B di Eccellenza Sicilia. Retrocesso in Promozione.
  • 2012-2013: Nel girone C di Promozione Sicilia. Escluso dopo quattro rinunce alla settima giornata nel girone C della Promozione.
  • 2013-2014: Inattiva.
  • 2014 - Dalla fusione fra A.S. Città di Enna e A.S.D. Polisportiva Trinacria nasce un nuovo sodalizio denominato Unione Sportiva Dilettantistica Enna.[3]
  • 2014-2015: 6° nel girone C di Prima Categoria Sicilia.
  • 2015-2016: 6° nel girone H di Prima Categoria Sicilia.
  • 2016-2017: 6° nel girone G di Prima Categoria Sicilia. Ripescata nel campionato di Promozione.
  • 2017 - La società cambia denominazioni in Enna Calcio Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica.
  • 2017-2018: 13° nel girone D di Promozione Sicilia.
  • 2018-2019: 3° nel girone D di Promozione Sicilia. Perde la finale dei play-off. Ripescata nel campionato di Eccellenza.
  • 2019-2020: nel girone B di Eccellenza Sicilia.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

La tradizionale casacca dell'Enna è composta da una maglia a strisce verticali giallo-verdi con calzoncini e calzettoni neri.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma presente sulla casacca ennese è l'aquila, simbolo rappresentativo del Comune di Enna. Esso si presenta con una rocca con tre torri (la prima rappresenta Castrogiovanni città del Sole, ossia di luce e di Sapienza; la seconda Castrogiovanni, città di Pace, e di Abbondanza; la terza Castrogiovanni intesa come Madre e legislatrice della Trinacria), dalla cui sommità escono delle spighe, con uno scudo che si trova al centro del petto di un’aquila bicipite (ossia con due teste) incoronata.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadio Generale Gaeta.

Lo stadio Generale Gaeta è un impianto sportivo di Enna, ed è attualmente utilizzato per le partite interne dell'Enna Calcio, inoltre, esso è dotato di attrezzature per l'allenamento, di una pista esterna, tribuna coperta con capienza di 800 posti e una curva scoperta con 600 posti.

La struttura è dedicata a Giuseppe Gaeta (1896-1951), generale dell'Aeronautica nato a Enna[4].

Società[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco dei fornitori tecnici e degli sponsor ufficiali dell'Enna.

Cronologia degli sponsor tecnici
Cronologia degli sponsor ufficiali

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Enna Calcio S.C.S.D.

Di seguito la cronologia parziale degli allenatori e dei presidenti.[5][6]

Allenatori
  • 1942-1943 Italia Osvaldo Trebbi
  • 1943-1945 inattività per cause belliche.
  • 1945-1952 non conosciuta ...
  • 1952-1953 Italia Nicolò Nicolosi
    Italia Francesco Lamberti
  • 1953-1955 Italia Francesco Lamberti
  • 1955-1957 non conosciuta ...
  • 1957-1958 Italia Francesco Lamberti
  • 1958-1960 non conosciuta ...
  • 1960-1961 Italia Michelini
  • 1961-1962 Italia Francesco Lamberti
  • 1962-1969 non conosciuta ...
  • 1969-1970 Italia Carlo Confalonieri
  • 1970-1971 Italia Carlo Confalonieri
    Italia Rinaldo Settembrino
  • 1971-1972 Italia Jone Spartano
  • 1972-1979 non conosciuta ...
  • 1979-1980 Italia Matteo Carnevale
  • 1980-1981 non conosciuta ...
  • 1981-1982 Italia Giuseppe Cannarozzo
  • 1982-1983 Italia Michelotti
  • 1983-1984 Italia Alfonso Ammirata
  • 1984-1985 non conosciuta ...
  • 1985-1989 Italia Pietro Lo Monaco
  • 1989-1990 Italia Giuseppe Cannarozzo
    Italia Lino De Petrillo
  • 1990-1991 Italia Lino De Petrillo
    Italia Rosario Rivellino
  • 1991-2005 non conosciuta ...
  • 2005-2008 Italia Pino La Bianca[7]
  • 2008-2009 Italia Santino Nuccio
  • 2009-2010 Italia Renzo Amore (lug.-ago.)
    Italia Guido De Maria (1ª-30ª)
  • 2010-2011 Italia Angelo Greco (1ª-17ª)[8][9]
    non conosciuta ... (18ª-?ª)
    Italia Guido De Maria (?ª-30ª)[10]
  • 2011-2012 non conosciuta ...
  • 2012-2013 Italia Gianfilippo Di Matteo[11]
  • 2013-2014 Italia Gianfilippo Di Matteo (1ª-5ª)[12]
    Italia Massimo Greco (6ª-22ª)
  • 2014-2017 Italia Gianfilippo Di Matteo[13]
  • 2017-2018 Italia Gianfilippo Di Matteo (1ª-20ª)
    Italia Maximilian Ricerca (20ª-30ª)
  • 2018-2019 Italia Nicola Cosimano
  • 2019-2020 Italia Nicola Cosimano
    Italia Totò Brucculeri(5ª-)
Presidenti
  • 1942-1943 Italia Salvatore Ingrà
  • 1943-1945 inattività per cause belliche.
  • 1945-1952 non conosciuta ...
  • 1952-1958 Italia Grimaldi
  • 1958-1959 Italia Simeone Eduardo
  • 1959-1962 Italia Filippo Lo Giudice
  • 1962-1964 Italia Gaetano Napoli
  • 1964-1965 Italia Tino Pregadio
    Italia Enzo Bajardi
  • 1965-1971 Italia Alfredo Randazzo
  • 1971-1989 non conosciuta ...
  • 1989-1991 Italia Giuseppe Bonasia
  • 1991-2014 non conosciuta ...
  • 2014-2015 Italia Paolo Fazzi[14]
  • 2015-oggi Italia Enzo Grippaudo[15]

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Enna Calcio S.C.S.D.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1989-1990

Competizioni interregionali[modifica | modifica wikitesto]

1969-1970 (girone I)
1957-1958 (girone H), 1989-1990 (girone N)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1993-1994 (girone B), 2000-2001 (girone D)
2013-2014 (girone C)

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1953-1954 (girone H)
Terzo posto: 1954-1955 (girone H)
Secondo posto: 1951-1952 (girone O), 1976-1977 (girone A), 2004-2005 (girone C)
Terzo posto: 2018-2019 (girone D)
Terzo posto: 1991-1992
Secondo posto: 1947-1948 (girone B)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 2 1942-1943 1970-1971 2
Promozione 4 1948-1949 1951-1952 26
IV Serie 6 1952-1953 1958-1959
Serie D 15 1959-1960 1974-1975
Serie C2 1 1990-1991
Campionato Interregionale - 2ª Cat. 1 1957-1958 10
Campionato Interregionale 9 1981-1982 1989-1990

Partecipazione ai campionati regionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
I Prima Divisione 3 1945-1946 1947-1948 21
Promozione 6 1975-1976 1980-1981
Eccellenza 12 1994-1995 2019-2020
II Promozione 12 1992-1993 2018-2019 12
III Prima Categoria 3 1991-1992 2016-2017 4

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie C 1 1990-1991 1
Trofeo Jacinto 1 1989-1990 1
Coppa Italia Dilettanti 6 1975-1976 1980-1981 6

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il movimento ultras a Enna nacque nel 1980 con il Commandos Ultrà Enna, fondato da Benedetto Greca, scomparso prematuramente nel 1986 in seguito ad un incidente stradale.[16]

Nella stagione 1989-1990, culminata con la promozione in Serie C2 e la vittoria del Trofeo Jacinto, nacque la Sturmer Jugend, il cui nome in tedesco significa Gioventù d'assalto, e il Club Fedelissimi Gialloverde. Al termine del successivo campionato la tifoseria ennese viene notevolmente ridimensionata a causa del fallimento della società.[16]

Con il ritorno dell'Enna nel campionato di Eccellenza, a metà anni novanta nascono la Gioventù e gli Ultrà Kaos. Nel 1999 i gruppi presenti, complice l'esigenza di identificarsi dietro un unico striscione, si uniscono nel Commando Ultrà Enna 1999.[16]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

I supporters ennesi hanno uno storico gemellaggio con quelli della Sancataldese.[17]

Vi sono anche dei rapporti di stima ed amicizia con i tifosi del Canicattì[18], del Pro Favara, dell'Atletico Catania, del Marsala, del Siracusa e del Mazara. Nonostante la storia contemporanea locale ha visto entrambe le città contrapposte, la tifoseria ennese ha buoni rapporti con quella del Caltagirone.

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Le rivalità accese e più sentite, invece, sono con le tifoserie della Nissa[19] e del Licata. Altre inimicizie sono con i tifosi del Valguarnera, della Folgore Selinunte, del Modica e del Palazzolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cambio denominazione in Enna Calcio Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica (PDF), su http://siciliasportnews.altervista.org. URL consultato il 31 luglio 2017.
  2. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), http://www.figc.it/, 2004. URL consultato il 12 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2016).
  3. ^ COMUNICATO UFFICIALE N°27 (PDF), figc.it, 8 agosto 2014. URL consultato il 7 dicembre 2016.
  4. ^ http://www.provincia.enna.it/infopoint/guide/Enna/BenvEnnaTerradiCerere.pdf
  5. ^ Albo d'oro, http://www.cue1999.com/. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2008).
  6. ^ Amarcord di un Enna Calcio che fu (seconda puntata), http://www.ennaonline.com/, 30 dicembre 2000. URL consultato il 17 agosto 2016.
  7. ^ Calcio il tecnico Pino La Bianca promosso a Coverciano: "Enna sempre nel mio cuore", su ennapress.it. URL consultato il 3 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2016).
  8. ^ ANGELO GRECO AL POSTO DI MISTER PUMA NELLO SPORTING CLUB GATTOPARDO, su secondacategoria.blogspot.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  9. ^ L’Enna ora cerca un altro tecnico (PDF). URL consultato il 3 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2016).
  10. ^ Enna Calcio: Guido De Maria, l’allenatore dei miracoli, su vivienna.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  11. ^ Calcio Prima Categoria, Usd Enna, l’allenatore sarà Di Matteo, su ennapress.it. URL consultato il 3 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2016).
  12. ^ Trinacria Enna, la sconfitta costa la panchina a Di Matteo, su vivienna.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  13. ^ Calcio Prima Categoria, Inizia la stagione agonistica 2016/2017 per l’Usd Enna, su ennapress.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  14. ^ Calcio. Fazzi è il nuovo presidente dell’Usd Enna, su vivienna.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  15. ^ Calcio – Pareggio a Leonforte per l'Usd Enna. Grippaudo nuovo presidente della società, su dedalomultimedia.it. URL consultato il 3 settembre 2016.
  16. ^ a b c Storia del tifo, http://www.cue1999.com/. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2008).
  17. ^ [1]
  18. ^ [2]
  19. ^ Vietata Enna-Nissa agli ultras nisseni, su tifonet.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]