Castello di Lombardia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Lombardia
Castello di Lombardia (Enna) - Panarama.jpg
Panorama del castello di Lombardia
Ubicazione
Stato Italia Italia
Città Enna
Coordinate 37°34′02″N 14°17′17″E / 37.567222°N 14.288056°E37.567222; 14.288056Coordinate: 37°34′02″N 14°17′17″E / 37.567222°N 14.288056°E37.567222; 14.288056
Informazioni generali
Costruzione 1130-1250
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Lombardia, edificio simbolo della città di Enna, è un imponente fortezza che si erge sul punto più elevato della città.

Ritenuto da numerosi esperti il più imponente e antico castello della Sicilia[senza fonte], con i suoi 26.000 m² di superficie è uno dei castelli di epoca medievale più grandi d'Italia, assieme al castello di Brescia e al castello di Lucera[1]. Il castello di Lombardia deve il suo nome a una guarnigione di soldati lombardi posta a difesa dell'antica fortezza durante la dominazione normanna della Sicilia.

Il ruolo del castello nella vita di Enna[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Lombardia, importante maniero medievale di Sicilia, ha sempre rivestito un ruolo di primo piano nella città di Enna; nato quasi tre millenni or sono come rifugio dagli invasori ha permesso ad Henna di rivestire importanza al tempo della colonizzazione greca e di opporre una strenua resistenza ai Romani, facendole assegnare il titolo di Urbs Inexpugnablis.

Dalla torre pisana e dal castello ci si accorge visivamente che Enna è l'Umbilicus Siciliae e probabilmente i Romani la soprannominarono così per la vastità dei paesaggi che abbracciano vaste parti dell'Isola.

Il castello di Lombardia costituisce il simbolo architettonico della città ancor prima della torre di Federico II, il suo monumento non religioso di maggiore importanza e uno dei più visitati dell'entroterra siciliano.

L'illuminazione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Il maestoso profilo della Cittadella è stato dotato di un impianto di illuminazione artistica che lo rende chiaramente visibile da decine di chilometri di distanza.

L'impianto ha un triplo effetto scenografico: l'illuminazione del viale che lo circonda, quella che proietta luce diffusa sui muraglioni perimetrali e quella che rischiara la torre pisana. In tal modo il castello risulta visibile da tutte e quattro i punti cardinali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferdinando Maurici, Enna, Castello di Lombardia, in “Castelli medievali di Sicilia”, Palermo 2001, pp. 193-196.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia