Rosario Rivellino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosario Rivellino
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centromediano
Carriera
Squadre di club1
1959-1961 Cirio Cirio  ? (?)
1961-1964 Napoli 29 (0)
1964-1966 Parma 58 (0)
1966-1967 Trani Trani 11 (0)[1]
1967-1968 Città di Castello 35 (0)[2]
1968-1970 Ischia Isolaverde Ischia Isolaverde[3][4] 36 (1)
Carriera da allenatore
1968-1971 Ischia Isolaverde Ischia Isolaverde[3]
1974-1975 Napoli Giovanili
1976 Napoli
1977-1978 Paganese
1978-1979 Benevento
1986-1988 Ischia Isolaverde Ischia Isolaverde
1988-1989 Campobasso
1989-1990 Frosinone
1990-1991 Enna Enna
1996-1997 Juve Stabia
2002-2003 Puteolana
2013- Flag of None.svg Santiago Club Giovanili
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Rosario Rivellino (Napoli, 15 gennaio 1939) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centromediano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nel Napoli, debuttando in azzurro in Coppa Italia il 25 aprile 1962 e totalizzando 43 presenze con i partenopei[5], di cui 16 in Serie A[6]. Con questa squadra ha vinto una Coppa Italia nel 1962, prima squadra di Serie B a riuscire nell'impresa. Con la stessa maglia ha giocato per la prima volta nelle coppe europee.

Nel 1964 passò al Parma, squadra che allora partecipava al campionato di Serie B che al termine della stagione retrocesse.

Chiuse la carriera nell'Ischia Isolaverde al termine del campionato 1969-1970, dopo che per due stagioni aveva ricoperto il doppio ruolo di giocatore e allenatore. Allenò i gialloblu ischitani anche nella stagione 1970-1971, perdendo il campionato all'ultima giornata.[3]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver sostituito Luis Vinicio alla guida del Napoli in coppia con Alberto Delfrati nella stagione 1975-1976 al termine della quale i partenopei arrivarono quinti in Serie A e conquistarono la seconda Coppa Italia, diventò allenatore in seconda di Bruno Pesaola, suo allenatore quando era ancora giocatore; alle sue dimissioni Rivellino guidò di nuovo la squadra, in un periodo in cui c'erano polemiche all'interno della società, dal 26 maggio 1977.[7]

Sempre nel Napoli è stato per diversi anni allenatore e responsabile tecnico del settore giovanile, vincendo il Torneo di Viareggio nel 1975[8].

Nel 1986-1987 alla guida dell' Ischia Isolaverde, ottenne la vittoria del campionato di Serie C2 e allenò i gialloblu anche nella stagione seguente prima di passare alla panchina del Campobasso. Poi ha vinto dominando la terza edizione del rinomato torneo pianurese "Baiano" 2014 con una squadra più giovane di un anno della loro categoria (2003) battendo in finale la dominatrice assoluta della regione , la "campanile" , guidata da Arturo Esposito detto Hemingway .

Ha poi allenato diverse squadre del Centro-Sud in Serie C1 e Serie C2[9].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 1961-1962

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 1975-1976
Napoli: 1975
Ischia Isolaverde: 1986-87

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1968, p. 236.
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1969, p. 229.
  3. ^ a b c Castagna 1981, pp.33-39
  4. ^ Nelle stagioni 1968-1969 e 1969-1970 svolge il doppio ruolo di allenatore e giocatore.
  5. ^ Ex azzurri, buon compleanno a Rosario Rivellino, Tifosinapoletani.it.
  6. ^ Profilo su Wikicalcioitalia.info, wikicalcioitalia.info.
  7. ^ La Stampa, 27 maggio 1977, pagina 13 archiviolastampa.it
  8. ^ Intervista a Rivellino, NapoliSoccer.net.
  9. ^ Carriera allenatore su Football.it, football.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaele Castagna, Calcio Ischia, attività calcistica isolana dalla Promozione alla Prima Categoria 1956/57 - 1979/80, Ischia, La Rassegna d'Ischia, 1981. ISBN non esistente.