Ctesicle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ctesicle (in greco antico: Κτησικλῆς, Ktēsiklês; IV secolo a.C.III secolo a.C.) è stato uno storico greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In base alla lingua e agli studi, Ctesicle sarebbe vissuto nel IV o III secolo a.C.[1].

Kronikà[modifica | modifica wikitesto]

Ctesicle fu autore di una storia in al massimo tre libri (i χρονικὰ o χρόνοι).[2].

Gli unici due frammenti della sua opera sono conservati in Ateneo di Naucrati[3]. Nella raccolta di Felix Jacoby[4] viene aggiunto anche un terzo frammento[5] scritto da un certo Stesicleide, identificato con Ctesicle.

I due frammenti di Ctesicle si collegano entrambi agli argomenti del XXVI libro di Polibio, per il quale fu probabilmente fonte l'opera di Ctesicle.[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brill's New References.
  2. ^ (EN) William Smith (a cura di), Ctesicles, in Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1870.
  3. ^ VI, 272; X, 445.
  4. ^ FGrHist 245.
  5. ^ FGrHist 245 F 3 = Diogene Laerzio, II, 55.
  6. ^ Luciano Canfora, Una società premoderna: lavoro morale, scrittura in Grecia, Bari, Dedalo, 1989, pp. 112-113, ISBN 9788822005267.