Filippo di Side

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Filippo di Side, o Filippo di Sida, in greco: Φίλιππος ο Σιδίτης (Side, 380 circa – Costantinopoli, dopo il 431), è stato uno storico, teologo e scrittore greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Filippo nacque a Side, in Panfilia (l'odierna Eski Adaliah, Turchia). Studiò ad Alessandria d'Egitto con Rodone. Attorno al 405 ebbe una scuola a Side. Più tardi fu consacrato dapprima diacono e poi sacerdote a Costantinopoli sotto Giovanni Crisostomo. Fu candidato per tre volte al soglio episcopale, per il patriarcato di Costantinopoli, contro Sisinnio (425), Nestorio (428), e Massimiano (431); ma sempre con esito negativo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

A Costantinopoli, attorno al 430 scrisse una monumentale Storia del cristianesimo in 36 libri, basata sulla nota Historia Ecclesiae di Eusebio di Cesarea. Secondo lo storico Socrate Scolastico, la Storia del cristianesimo di Filippo, della quale sopravvivono solo alcuni frammenti, era di carattere enciclopedico, ma piena di sviste o errori. Di una sua opera polemica contro l'imperatore Giuliano non è rimasto quasi nulla. Dai giudizi di Socrate[1], Fozio[2], e Niceforo[3] Filippo di Side appare essere stato un erudito di straordinaria cultura e diligenza, ma poco critico nel vagliare le fonti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Socrate Scolastico, Hist. Eccl.,, VII, xxvii.
  2. ^ Fozio, Bibliotheca, xxxv.
  3. ^ Niceforo Blemmide, Hist. Eccl., xiv, 29

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43301903 · ISNI (EN0000 0000 6700 8243 · GND (DE100233740 · CERL cnp00114711 · WorldCat Identities (EN43301903
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie