Egesia di Magnesia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Egesia di Magnesia (in greco antico: Ἡγησίας ὁ Μάγνης, Hēgēsías ho Mágnēs; in latino Hegesias; Magnesia sul Sipilo, III secolo a.C.[1] – ...) è stato un retore e storico greco antico.

Dionigi di Alicarnasso[2] e Cicerone[3] parlano di lui in termini sprezzanti, per la sua prosa ritmata ed affettata, che ne fece un retore famoso e fu considerato il fondatore di quel nuovo stile insolito e manierato, che andrà poi sotto il nome di asianismo.

Di lui sappiamo che scrisse una Storia di Alessandro Magno[4], di cui sono rimasti 11 frammenti[5], caratterizzati da una prosa ritmata e retorica e da elementi romanzeschi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo Strabone (Geografia, XIV, 1, 41) si tratterebbe invece della vicina Magnesia al Meandro.
  2. ^ De compositione verborum, 18.
  3. ^ Brutus, 286-287.
  4. ^ Aspramente criticata anche da Plutarco, Alessandro, 3.
  5. ^ In FGrHist 142.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56151776767918011015 · WorldCat Identities (EN56151776767918011015