Demostene di Bitinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Demostene di Bitinia (... – III secolo a.C.) è stato un poeta e storico greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Non si conosce nulla della sua vita. Poiché sembra che Polibio alluda a lui in un passo delle Storie[1], dovrebbe situarsi almeno nel III-II secolo a.C.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Fu autore di poemi epici di carattere storico quali Alessandria (Ἀλεξανδρεία), Artace (Ἀρτάκη) e Mausolo (Μαυσωωλοί).

Scrisse, inoltre, probabilmente sempre in versi, una storia della sua terra natia in dieci libri (Bitiniakà[2]) e, nello stesso genere, un trattato sulle fondazioni delle città (κτίσεις)[3], spesso citato, proprio per quest'attenzione storico-geografica, da Stefano di Bisanzio[4] e contro di lui il poeta Euforione di Calcide si espresse nell'opera Demostene (Δημοσθένης).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Polibio, Storie, XII 1, 5..
  2. ^ Cfr. il più ampio frammento in J. U. Powell, Collectanea Alexandrina, Oxford, E typ. Clarendoniano, 1925, p. 25.
  3. ^ FGrHist 699.
  4. ^ 17 frammentiː cfr. http://referenceworks.brillonline.com/entries/die-fragmente-der-griechischen-historiker-i-iii/demosthenes-der-bithynier-699-a699#BOJTEXT699_F_17.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]