Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Cronologia della guerra di secessione americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Cronologia della Guerra di secessione americana inizia con l'elezione di Abramo Lincoln nel novembre 1860 e termina con la resa della Shenandoah nel novembre 1865.


Indice

1860
1861
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
1862
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre dicembre
1863
gennaio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre dicembre
1864
febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
1865
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno agosto novembre

1860[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 novembre Lincoln eletto Presidente degli Stati Uniti.
  • 20 dicembre La Carolina del Sud secede.
  • 26 dicembre Guarnigione trasferita da Fort Moultrie a Fort Sumter.

1861[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 9 gennaio Il Mississippi secede.
    La nave statunitense Star of the West viene cannoneggiata.
  • 10 gennaio La Florida secede.
  • 11 gennaio L'Alabama secede.
  • 19 gennaio La Georgia secede.
  • 21 gennaio Ritiro di cinque membri del Sud del Senato statunitense: Yulee e Mallory della Florida, Clay e Fitzpatrick dell'Alabama e Davis del Mississippi.
  • 26 gennaio La Louisiana secede.
  • 29 gennaio Il Kansas ammesso nell'Unione come Stato libero.

Febbraio 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 1º febbraio La Convenzione del Texas vota per la secessione.
  • 4 febbraio La 1ª Sessione del Congresso Provvisorio Confederato si riunisce in Convenzione.
  • 9 febbraio Jefferson Davis eletto Presidente confederato provvisorio.
  • 18 febbraio Jefferson Davis assume la presidenza.
  • 23 febbraio I cittadini del Texas approvano la secessione.

Marzo 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 marzo Lincoln assume la presidenza; si riunisce la Sessione Speciale del Senato del 37º Congresso.
  • 16 marzo 1ª Sessione del Congresso Provvisorio Confederato.
    28ª Sessione Speciale del Senato del 37º Congresso.

Aprile 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 12 aprile Ha inizio il bombardamento di Fort Sumter.
  • 13 aprile Fort Sumter si arrende alle forze del Sud.
  • 17 aprile La Virginia secede.
  • 19 aprile Il 6° Massachusetts attaccato da Baltimore mob; Lincoln dichiara il blocco della costa meridionale.
  • 20 aprile Norfolk, Virginia, evacuato il Deposito Navale.
  • 29 aprile 2ª Sessione del Congresso Provvisorio Confederato; il Maryland respinge la secessione.

Maggio 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 maggio L'Arkansas secede; il congresso del Tennessee chiede il voto popolare sulla secessione.
  • 10 maggio Forze dell'Unione catturano Camp Jackson, ne segue una ribellione a St. Louis.
  • 13 maggio Baltimora occupata da truppe U.S..
  • 20 maggio La Carolina del Nord secede.
  • 21 maggio Sessione del Congresso Provvisorio Confederato.
  • 23 maggio I cittadini della Virginia approvano la secessione.
  • 24 maggio Truppe dell'Unione assediano Alexandria, Virginia.

Giugno 1861[modifica | modifica wikitesto]

Luglio 1861[modifica | modifica wikitesto]

Agosto 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 agosto La 1ª Sessione del 37º Congresso si aggiorna.
  • 10 agosto Battaglia di Wilson's Creek (Missouri).
  • 27 agosto Fort Clark, Carolina del Nord, catturato dall'Unione.
  • 28 agosto Fort Hatteras, Carolina del Nord, si arrende all'Unione.
  • 31 agosto La 3ª Sessione del Congresso Provinciale Confederato si aggiorna.

Settembre 1861[modifica | modifica wikitesto]

Ottobre 1861[modifica | modifica wikitesto]

Novembre 1861[modifica | modifica wikitesto]

  • 6 novembre Jefferson Davis eletto Presidente della Confederazione.
  • 7 novembre Belmont, Missouri, e Port Royal, Carolina del Sud, cadono nelle mani dell'Unione.
  • 8 novembre Cattura dei Confederati Mason e Slidell da bordo della nave britannica Trent da parte della USS San Jacinto.
  • 18 novembre 5ª Sessione del Congresso Provvisorio Confederato.
  • 19 novembre La Battaglia di Round Mountain (Oklahoma) è il primo scontro nel Territorio indiano.
  • 28 novembre Il Missouri viene ammesso nella Confederazione nonostante non abbia seceduto dall'Unione.

Dicembre 1861[modifica | modifica wikitesto]

1862[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio 1862[modifica | modifica wikitesto]

Febbraio 1862[modifica | modifica wikitesto]

Marzo 1862[modifica | modifica wikitesto]

Aprile 1862[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 aprile Assedio di Yorktown, Virginia (fino al 4 maggio).
  • 6 aprile Sul fronte occidentale, la durissima Battaglia di Shiloh (Tennessee) (fino al 7) segna un'importante vittoria dell'esercito nordista al comando del Generale Grant.
  • 7 aprile Island N. 10 (Missouri) cade nelle mani dell'Unione.
  • 8 aprile Battaglia di Albuquerqueʿ, Territorio del Nuovo Messico (fino al 9).
  • 11 aprile Fort Pulaski (Georgia) catturato dall'Unione.
  • 15 aprile La Battaglia di Peraltaʿ, Territorio del Nuovo Messico, chiude la Campagna del Nuovo Messico.
  • 18 aprile Bombardamento dei forti Jackson e St. Philip, Louisiana (fino al 24).
  • 21 aprile l^ Sessione del 1º Congresso Confederato.
  • 24 aprile Forze navali federali oltrepassano i Forti Jackson e St. Philip sotto New Orleans.
  • 25 aprile Fort Macon, Carolina del Nord, catturato.
    La flotta unionista porta a termine la Cattura di New Orleans (fino al 1º maggio).

Maggio 1862[modifica | modifica wikitesto]

Giugno 1862[modifica | modifica wikitesto]

Luglio 1862[modifica | modifica wikitesto]

Agosto 1862[modifica | modifica wikitesto]

Settembre 1862[modifica | modifica wikitesto]

Ottobre 1862[modifica | modifica wikitesto]

Novembre 1862[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 novembre Lincoln solleva il Gen. McClellan dal comando per il fallimento nelle operazioni contro il Gen. Lee.

Dicembre 1862[modifica | modifica wikitesto]

1863[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio 1863[modifica | modifica wikitesto]

  • 1º gennaio Il Proclama di Emancipazione entra in vigore.
    Battaglia di Galveston (Texas).
  • 9 gennaio Con la Battaglia di Fort Hindmanʷ¹ (Arkansas, fino all'11) le Forze dell'Unione catturano Arkansas Post.
  • 12 gennaio 3ª Sessione del 1º Congresso Confederato.
  • 19 gennaio "Mud March" (fino al 22) dell'Armata del Potomac dal fiume Rappahannock.
  • 31 gennaio Rotto il blocco di Charleston (Carolina del Sud).

Marzo 1863[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 marzo 3^ (finale) Sessione del 37º Congresso.
  • 4 marzo Sessione Speciale del Senato, 38º Congresso.
  • 11 marzo La spedizione su Yazoo Pass bloccata a Fort Pemberton, Mississippi.
  • 14 marzo La Sessione Speciale del Senato, 38º Congresso, si aggiorna.
  • 17 marzo Battaglia di Kelly's Ford (Virginia).

Aprile 1863[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 aprile Attacco navale a Charleston da parte di corazzate dell'Unione.
  • 17 aprile Il raid di Grierson inizia da La Grange, Tennessee.
  • 29 aprile Con la Battaglia di Grand Gulfʷ³ (Mississippi) ha inizio la terza fase della Campagna di Vicksburg (battaglie contrassegnate con ʷ³).
  • 29 aprile Battaglia di Grand Gulfʷ³ (Mississippi, fino al 1º maggio)
  • 30 aprile La vittoria confederata nella Battaglia di Chancellorsville (Virginia) (fino al 6 maggio) induce Lee all'invasione della Pennsylvania.

Maggio 1863[modifica | modifica wikitesto]

Giugno 1863[modifica | modifica wikitesto]

Luglio 1863[modifica | modifica wikitesto]

Agosto 1863[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 agosto L'Unione lancia la Campagna di Chickamauga (battaglie contrassegnate con ᵊ).
  • 17 agosto Fort Sumter, Carolina del Sud, bombardato dall'Unione.
  • 21 agosto Lawrence, Kansas, saccheggiata dai raiders di Quantrill.
  • 21 agosto Seconda Battaglia di Chattanoogaᵊ (Tennessee, fino all'8 settembre).

Settembre 1863[modifica | modifica wikitesto]

Ottobre 1863[modifica | modifica wikitesto]

Novembre 1863[modifica | modifica wikitesto]

Dicembre 1863[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 dicembre 4ª Sessione del l° Congresso Confederato.
    l^ Sessione del 38º Congresso.

1864[modifica | modifica wikitesto]

Febbraio 1864[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 febbraio Comincia in Mississippi la campagna di Meridian (fino al 14).
  • 17 febbraio La 4^ (finale) Sessione del l° Congresso Confederato si aggiorna.
  • 20 febbraio Battaglia di Olustee (Florida).
  • 22 febbraio Battaglia di Okolona (Mississippi).

Marzo 1864[modifica | modifica wikitesto]

Aprile 1864[modifica | modifica wikitesto]

Maggio 1864[modifica | modifica wikitesto]

Giugno 1864[modifica | modifica wikitesto]

Luglio 1864[modifica | modifica wikitesto]

Agosto 1864[modifica | modifica wikitesto]

Settembre 1864[modifica | modifica wikitesto]

Ottobre 1864[modifica | modifica wikitesto]

Novembre 1864[modifica | modifica wikitesto]

Dicembre 1864[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 dicembre 2ª Sessione del 38º Congresso.
  • 15 dicembre Battaglia di Nashville (Tennessee) (fino al 16).
  • 21 dicembre Savannah, Georgia, occupata dall'Unione.
  • 24 dicembre l° attacco dell'Unione a Fort Fisher, Carolina del Nord (fino al 25).

1865[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio 1865[modifica | modifica wikitesto]

  • 13 gennaio 2° attacco dell'Unione a Fort Fisher (fino al 15).
  • 15 gennaio Fort Fisher, Carolina del Nord, cade in mano delle forze navali e terrestre dell'Unione.
  • 19 gennaio La Campagna delle Carolina ha inizio a Savannah, Georgia (fino al 26 aprile).

Febbraio 1865[modifica | modifica wikitesto]

Marzo 1865[modifica | modifica wikitesto]

Aprile 1865[modifica | modifica wikitesto]

Maggio 1865[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 maggio Taylor si arrende a Canby (Alabama).
  • 12 maggio La Battaglia di Palmito Ranch (Texas) (fino al 13) fu l'ultima della guerra civile americana.
  • 26 maggio Smith si arrende a Canby nell'Oltre Mississippi.

Giugno 1865[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 giugno, la CSS Shenandoah termina le operazioni nel Mare di Bering, dopo aver catturato 11 baleniere lo stesso giorno.
  • 23 giugno 1865, resa del generale Stand Watie, ultimo alto ufficiale confederato ad arrendersi ed unico nativo americano ad avere raggiunto tale grado in quel periodo.

Agosto 1865[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 agosto La Shenandoah apprende la fine della guerra.

Novembre 1865[modifica | modifica wikitesto]