Battaglia di Cedar Mountain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Cedar Mountain
Battle of Cedar Mountain.png
"La battaglia di Cedar Mountain", dipinto di Currier e Ives
Data9 agosto 1862
LuogoContea di Culpeper (Virginia)
EsitoVittoria confederata
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
8.030[1]16.868[1]
Perdite
314 morti
1.445 feriti
594 prigionieri[1]
231 morti
1.107 feriti[1]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Cedar Mountain (conosciuta anche come battaglia di Cedar Run) venne combattuta in Virginia del Nord il 9 agosto 1862 nell'ambito della guerra di secessione americana.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Alla fin del giugno 1862 il maggiore generale nordista John Pope venne nominato comandante dell'Armata della Virginia. Pope schierò il proprio esercito in un arco lungo la Virginia Settentrionale posizionando il maggiore generale Franz Sigel a Sperryville, il maggiore generale Nathaniel Banks a Little Washington e il maggiore generale Irvin McDowell a Falmouth.

Ad inizio luglio il comandante dell'esercito sudista in Virginia, il generale Robert E. Lee rispose schierando il maggiore generale "Stonewall" Jackson con 14.000 uomini a Gordonsville. Il 27 luglio Jackson ricevette ulteriori 10.000 uomini di rinforzo[2].

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Schema della battaglia di Cedar Mountain

Il 6 agosto Pope iniziò la sua avanzata ed entrò nella Contea di Culpeper con l'obiettivo di occupare la connessione ferroviaria di Gordonsville[3].

Il 9 agosto Jackson decise di passare all'offensiva: varco il fiume Rapidan e attaccò l'avanguardia di Pope, composta dagli uomini di Banks. Questi si assestò in posizione difensiva a Cedar Run, circa 11 km a sud di Culpeper Court House[4].

Dopo un duro scontro Banks fu costretto a ritirarsi, inseguito dagli uomini di Jackson.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Per due giorni Jackson mantenne la sua posizione a sud di Cedar Run, in attesa di un eventuale contrattacco nordista.

Il 12 agosto, dopo aver saputo che l'esercito di Pope era arrivato a Culpeper Court House, si ritirò attestandosi in una posizione più difensiva dietro il fiume Rapidan [5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Hearn, p. 98
  2. ^ McPherson, p. 525
  3. ^ Henderson, p. 402
  4. ^ Henderson, pp. 405-407
  5. ^ Henderson, p. 414

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Banks, Raymond H. {{}} Archiviato il 1º novembre 2013, in Internet Archive.. Las Vegas, NV: R. H. Banks, 2005. OCLC 63270945.
  • Krick, Robert K. Stonewall Jackson at Cedar Mountain. Chapel Hill: University of North Carolina Press, 1990. ISBN 0-8078-5355-0.
  • Hearn, Chester. The Civil War: Virginia. London: Salamander Books, 2005. ISBN 1-84065-558-5.
  • Henderson, G. F. R. Stonewall Jackson and the American Civil War. New York: Smithmark, 1995. ISBN 0-8317-3288-1. First published in 1903 by Longman, Greens, and Co.
  • McDonald, William N. A History of the Laurel Brigade. Edited by Bushrod C. Washington. Baltimore: K. S. McDonald, 1907. OCLC 3523435.
  • McPherson, James M. Battle Cry of Freedom: The Civil War Era. Oxford History of the United States. New York: Oxford University Press, 1988. ISBN 0-19-503863-0.
  • Robertson, James I., Jr. Stonewall Jackson: The Man, The Soldier, The Legend. New York: MacMillan Publishing, 1997. ISBN 0-02-864685-1.
  • Salmon, John S. The Official Virginia Civil War Battlefield Guide. Mechanicsburg, PA: Stackpole Books, 2001. ISBN 0-8117-2868-4.
  • Welcher, Frank J. The Union Army, 1861–1865 Organization and Operations. Vol. 1, The Eastern Theater. Bloomington: Indiana University Press, 1989. ISBN 0-253-36453-1.
  • Wood, W. J. Civil War Generalship: The Art of Command. New York: Da Capo Press, 2000. ISBN 0-306-80973-7. First published 1977 by Greenwood Press.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]