Battaglia di Shepherdstown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Shepherdstown
Un dipinto raffigurante il guado del Potomac nei pressi di Shepherdstown
Un dipinto raffigurante il guado del Potomac nei pressi di Shepherdstown
Data 19-20 settembre 182]
Luogo Contea di Jefferson (Virginia Occidentale)
Esito Vittoria confederata
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
2 divisioni[1] 2 brigate[2]
Perdite
363[3] 261[4]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Shepherdstown (nota anche come battaglia di Boteler's Ford) venne combattuta nel settembre 1862 e fu l’atto conclusivo della campagna del Maryland della guerra di secessione americana.

Contesto[modifica | modifica sorgente]

A seguito della sconfitta subita nella battaglia di Antietam, l’Armata Confederata della Virginia Settentrionale del generale Robert E. Lee si ritirò verso il fiume Potomac per fare ritorno in Virginia. Lee coprì la sua ritirata con due brigate di fanteria guidate dal brigadiere generale William Nelson Pendleton che aveva il compito di tenere la posizione a Boteler's For

La battaglia[modifica | modifica sorgente]

La sera del 19 settembre 1862, il brigadiere generale nordista Charles Griffin ordinò a 2.000 truppe di fanteria e marksman del V corpo d’armata del maggiore generale Porter di attraversare il Potomac a Boteler's Ford e di attaccare Pendleton.

La mattina del 20 settembre Porter fece stabilire una testa di ponte sull’altra riva del Potomac. Per respingere l’attacco Ambrose Powell Hill marciò verso Shepherdstown. Qui in nordisti, numericamente inferiori, furono costretti a ritirarsi e molti annegarono nel tentativo di guadare il fiume[5].

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

L’azione di retroguardia a Shepherdstown scoraggiò ulteriori tentativi da parte delle forze nordiste di inseguire l’esercito di Lee e segnò dunque la fine della campagna del Maryland.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kennedy, p. 121
  2. ^ Kennedy, p. 121
  3. ^ Kennedy, p. 121
  4. ^ Kennedy, p. 121
  5. ^ Sears, p. 307

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Eicher, David J. The Longest Night: A Military History of the Civil War. New York: Simon & Schuster, 2001. ISBN 0-684-84944-5.
  • Carman, Ezra Ayers. The Maryland Campaign of September 1862. Vol. 1, South Mountain. Edited by Thomas G. Clemens. El Dorado Hills, CA: Savas Beatie, 2010. ISBN 978-1-932714-81-4.
  • Kennedy, Frances H., ed., The Civil War Battlefield Guide, 2nd ed., Houghton Mifflin Co., 1998, ISBN 0-395-74012-6.
  • |Sears, Stephen W., Landscape Turned Red: The Battle of Antietam, Houghton Mifflin, 1983, ISBN 0-89919-172-X.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 39°25′40.44″N 77°46′42.96″W / 39.4279°N 77.7786°W39.4279; -77.7786