Operazioni navali nella guerra di secessione americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Guerra di secessione americana.

La guerra di secessione americana, detta anche guerra civile americana, venne combattuta dal 12 aprile 1861 al 26 maggio 1865 fra gli Stati Uniti d'America e gli Stati Confederati d'America (CSA), entità politica sorta dalla riunione confederale di Stati secessionisti dall'Unione (guerra di secessione americana). Questo conflitto venne combattuto dagli schieramenti anche attraverso le forze navali.

Guerra navale. Il blocco[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Blocco dell'Unione.

Poco oltre la metà di aprile del 1861(subito dopo il bombardamento da parte delle forze secessioniste e relativa battaglia di Fort Sumter) la presidenza di Abraham Lincoln proclamò il blocco navale di tutti i porti del profondo Sud. Il blocco messo efficacemente in atto dall'Union Navy colpì duramente i traffici della Confederazione, interrompendo quasi del tutto il commercio internazionale ed ostacolando anche quello locale tra i porti degli Stati sudisti.

Anche se venne combattuto un numero relativamente basso di battaglie navali, in cui ben pochi uomini rimasero uccisi, il blocco impedì al Sud di esportare la sua massima risorsa, il cotone, rovinandone quasi completamente l'economia.

Alcuni investitori dell'impero britannico allestirono allora navi piccole e veloci, che partendo da Cuba e dalle Bahamas, cercavano di violare il blocco, portando nei porti del Sud armi, rifornimenti militari e generi di lusso, appetiti dall'alta società confederata.

I cosiddetti corridori del blocco o "violatori del blocco" tornavano poi indietro, non prima di aver acquistato tabacco e cotone da rivendere nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda. I profitti erano ovviamente alti e i rischi relativi: gli equipaggi erano di nazionalità britannica e, in caso di cattura, venivano rilasciati. I carichi catturati andavano all'asta ed il ricavato veniva equamente distribuito ai marinai unionisti.

La guerra navale vide diverse innovazioni tecnologiche, come le prime corazzate e i primi sommergibili in servizio effettivo. La confederata CSS Virginia, nel suo viaggio di prova ad Hampton Roads, affondò la nave unionista USS Cumberland ed incendiò la USS Congress. Il secondo giorno si scontrò con la corazzata unionista USS Monitor, episodio che videla vittoria strategica dell'Unione.

Altri scontri navali divenuti celebri saranno la Battaglia dell'Isola numero 10, la Battaglia di Memphis, la Battaglia di Drewry's Bluff, la Battaglia di Fort Hindman e la Battaglia della baia di Mobile.

La CSS Arkansas muove attraverso la flotta dell'Unione davanti a Vicksburg, 15 luglio 1862
La corazzata CSS Virginia, ex USS Merrimac.
Illustrazione della battaglia di Memphis.
Illustrazione della battaglia del Grand Gulf.
Illustrazione della Battaglia di Drewry's Bluff.
Illustrazione della battaglia di New Orleans (1862).

Battaglie ed avvenimenti navali[modifica | modifica wikitesto]

Nome dello scontro Data iniziale Data conclusiva Note
Blocco dell'Unione 19 aprile 1861 1865 Parte del Piano Anaconda
Battaglia di Fort Sumter 12 aprile 1861 13 aprile 1861 Primi colpi sparati della guerra navale, prima battaglia della guerra
Battaglia di of Gloucester Point 7 maggio 1861 7 maggio 1861 Prima battaglia navale della guerra
Battaglia di Sewell's Point 18 maggio 1861 19 maggio 1861
Battaglia di Aquia Creek 29 maggio 1861 1º giugno 1861 Primo utilizzo della mina navale da parte delle forze confederate in combattimento
Battaglia di Pig Point 5 giugno 1861 5 giugno 1861
Battaglia di Mathias Point 27 giugno 1861 27 giugno 1861
Naufragio della Petrel 28 luglio 1861 28 luglio 1861 Una delle ultime battaglie navali della storia che coinvolgono una nave corsara
Battaglia di Cockle Creek 5 ottobre 1861 5 ottobre 1861
Battaglia di Head of Passes 12 ottobre 1861 12 ottobre 1861 Primo utilizzo dello sperone ferrato in guerra
Battaglia di Port Royal 7 novembre 1861 7 novembre 1861 Prima grande battaglia navale della guerra
Incidente del Trent 8 novembre 1861 8 novembre 1861 Cattura dei Confederati Mason e Slidell da bordo della nave britannica HMS Trent da parte della USS San Jacinto.
Battaglia di Cockpit Point 3 gennaio 1862 3 gennaio 1862
Battaglia di Lucas Bend 11 gennaio 1862 11 gennaio 1862 Prima battaglia che coinvolge le corazzate dell'Unione durante la guerra
Battaglia di Fort Henry 6 febbraio 1862 6 febbraio 1862
Battaglia di Elizabeth City 10 febbraio 1862 10 febbraio 1862
Battaglia di Hampton Roads 8 marzo 1862 9 marzo 1862 Prima battaglia navale tra due navi da guerra corazzate
Battaglia di Fort Jackson e St. Philip 16 aprile 1862 28 aprile 1862 Terminata con la conquista di New Orleans da parte dell'Unione a seguito della Battaglia di New Orleans (1862) (25 aprile - 1º maggio 1862)
La flotta unionista al comando dell'Ammiraglio David G. Farragut prende la più grande città confederata (e il suo porto principale) cominciando la risalita del Mississippi.
Battaglia dell'Isola numero 10 28 febbraio 1862 8 aprile 1862 Pima sconfitta confederata sul fiume Mississippi
Battaglia navale di Fort Pillow 10 maggio 1862 10 maggio 1862 Primo affondamento di corazzate unioniste da parte della flotta confederata fluviale
Battaglia di Drewry's Bluff 15 maggio 1862 15 maggio 1862
Battaglia di Memphis 6 giugno 1862 6 giugno 1862 La flotta confederata di difesa fluviale viene annientata dalle navi da guerra e dalle cannoniere corazzate unioniste
Battaglia di Saint Charles 17 giugno 1862 17 giugno 1862
Battaglia di Tampa 30 giugno 1862 1º luglio 1862
Scontro navale alle porte di Vicksburg (Mississippi) 15 luglio 1862 15 luglio 1862 La corazzata confederata Arkansas infligge seri danni alla flotta unionista.
Battaglia di Corpus Christi 12 agosto 1862 18 agosto 1862
Battaglia di Baton Rouge 5 agosto 1862 5 agosto 1862 La corazzata Arkansas rimane incagliata e i confederati sono costretti ad affondarla.
Battaglia di Galveston Harbor 4 ottobre 1862 4 ottobre 1862
Spedizione congiunta contro Franklin (Crumpler's Bluff) 3 ottobre 1862 3 ottobre 1862
Battaglia di Fort Hindman 9 gennaio 1863 11 gennaio 1863 Ha portato alla più grande resa delle truppe confederate a Ovest del fiume Mississippi prima della fine della guerra
Azione al largo del faro di Galveston 11 gennaio 1863 11 gennaio 1863
Battaglia di Fort McAllister 3 marzo 1863 3 marzo 1863
Spedizione di Yazoo Pass (battaglia di Fort Pemberton) 11 marzo 1863 11 marzo 1863
Prima battaglia di Charleston Harbor 7 aprile 1863 7 aprile 1863 Attacco navale a Charleston (Carolina del Sud) da parte di corazzate dell'Unione.
Battaglia di Wassaw Sound 17 giugno 1863 17 giugno 1863
Battaglia di Portland Harbor 27 giugno 1863 27 giugno 1863
Prima battaglia di Fort Wagner 10 luglio 1863 11 luglio 1863
Seconda battaglia di Fort Wagner 18 luglio 1863 18 luglio 1863
Seconda battaglia di Charleston Harbor 17 agosto 1863 8 settembre 1863
Seconda battaglia di Sabine Pass 8 settembre 1863 8 settembre 1863 La maggiore vittoria confederata unilaterale della guerra
Seconda battaglia di Fort Sumter 9 settembre 1863 9 settembre 1863
Attacco all'USS New Ironsides 5 ottobre 1863 5 ottobre 1863 La CSS David diventa la prima torpediniera ad effettuare un attacco di successo su una nave da guerra nemica in combattimento
Battaglia di Fort Brooke 16 ottobre 1863 18 ottobre 1863
Naufragio della USS Housatonic 17 febbraio 1864 17 febbraio 1864 Il CSS H. L. Hunley diventa il primo sottomarino ad affondare una nave da guerra nemica in combattimento
Battaglia di Fort Pillow 12 aprile 1864 12 aprile 1864
Battaglia di Plymouth 17 aprile 1864 20 aprile 1864
Battaglia di Albemarle Sound May 5, 1864 May 5, 1864
Battaglia di Cherbourg 19 giugno 1864 19 giugno 1864 Ha portato all'affondamento del raider confederato CSS Alabama da parte della USS Kearsarge al largo di Cherbourg, nel Secondo Impero francese.
Battaglia della baia di Mobile 2 agosto 1864 23 agosto 1864 La più ampia vittoria navale unionista dell'intera guerra
Incidente di Bahia 7 ottobre 1864 7 ottobre 1864 Ha portato alla cattura del raider confederato CSS Florida, incidente internazionale con l'Impero del Brasile
Conquista di Plymouth 29 ottobre 1864 31 ottobre 1864
Spedizione di Rainbow Bluff (incidente di Jamesville) 9 dicembre 1864 9 dicembre 1864
Seconda battaglia di Fort Fisher 13 gennaio 1865 15 gennaio 1865 Il più vasto assalto anfibio della guerra
Battaglia di Trent's Reach 23 gennaio 1865 25 gennaio 1865 La più grande battaglia navale conclusiva dela guerra
  • 2 giugno 1865 - La CSS Shenandoah termina le operazioni nel Mare di Bering, dopo aver catturato ben 11 baleniere in quello stesso giorno.
  • 2 agosto 1865 - La Shenandoah apprende la fine della guerra.
  • 6 novembre 1865 - La Shenandoah si consegna ai Britannici a Liverpool.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]