Mound Builders

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Monks Mound di Cahokia, testimonianza della cultura dei Mound Builders, situato in Illinois

Il termine Mounds Builders (letteralmente costruttori di tumuli) indica un insieme di culture precolombiane originarie degli Stati Uniti orientali. Queste culture erano caratterizzate dalla costruzione di tumuli, strutture piramidali ed enormi effigie di animali in terra. Esse si svilupparono nella fase Arcaica della preistoria americana e proseguirono fino al XV secolo. I tumuli più antichi rinvenuti ad oggi (2015) sono quelli del sito arcaico di Watson Brake, nella Louisiana nord-orientale, che sono datati al 3500 a.C.[1] Le aree di maggiore sviluppo sono la costa atlantica e la pianura del Mississippi. Si stima che avessero costruito diverse migliaia di tumuli, ma in gran parte sono stati distrutti dall'erosione e dalle macchine agricole.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Marder, Indians in the Americas, Book Tree, 2005, p. 32, ISBN 1585091049.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elliot M. Abrams, Freter, AnnCorinne (eds.)., The Emergence of the Moundbuilders: The Archaeology of Tribal Societies in Southeastern Ohio, Athens, Ohio University Press, 2005, ISBN 978-0-8214-1609-9.
  • Thomas, Cyrus. Report on the mound explorations of the Bureau of Ethnology. Pp. 3–730. Twelfth annual report of the Bureau of Ethnology to the Secretary of the Smithsonian Institution, 1890-91, by J. W. Powell, Director. XLVIII+742 pp., 42 pls., 344 figs. 1894.
  • Feder, Kenneth L.. Frauds, Myths, and Mysteries: Science and Pseudoscience in Archaeology'’. 5th ed. New York: McGraw Hill, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di conquista spagnola delle Americhe