Colonialismo statunitense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Possedimenti americani. In blu quelli stabili, in celeste quelli temporanei

Il Colonialismo statunitense rappresentò la continuazione della conquista del west e si basò sul concetto "west more land". Gli americani preferivano non chiamarlo colonialismo in quanto la filosofia di fondazione dell'America era basata sull'anticolonialismo. Tuttavia tra la fine dell'800 e l'inizio del 900 essi si appropriarono di alcune isole tra cui Hawaii, Midway e Filippine nel Pacifico. In questi avamposti costruirono basi militari con cui controllarono il Pacifico durante tutta la seconda guerra mondiale.

Possedimenti principali[modifica | modifica wikitesto]

Colonialismo e imperi coloniali
Austria-Ungheria Austriaco | Belgio Belga | Regno Unito Britannico | Bandiera dell'Impero curlandese Curlandese | Danimarca Danese | Francia Francese | Giappone Giapponese | Italia Italiano
Bandiera dell'Impero olandese Olandese | Bandiera dell'Impero portoghese Portoghese | Bandiera dell'Impero russo Russo | Bandiera della Scozia Scozzese | Bandiera dell'Impero spagnolo Spagnolo | Stati Uniti Statunitense | Svezia Svedese | Germania Tedesco