Battaglia di Galveston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Galveston
La Bayou City cattura la USS Harriet Lane
La Bayou City cattura la USS Harriet Lane
Data 1º gennaio 1863
Luogo Galveston (Texas)
Esito Vittoria confederata
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
6 cannoniere 2 cannoniere
Perdite
1 cannoniera distrutta
2 cannoniere catturate
400 prigionieri
26 morti
117 feriti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Galveston è stata una battaglia navale e terrestre combattuta in Texas nel gennaio 1863, durante la guerra di secessione americana, durante la quale le forze sudiste attaccarono e respinsero la flotta nordista che occupava la città di Galveston.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º gennaio 1863 due navi da guerra a vapore confederate (la CSS Bayou City e la CSS Neptune) salpate da Houston arrivarono a Galveston. Qui, nonostante dovessero affrontare sei navi nemiche e nonostante la Neptune venisse affondata dalla flotta nemica, la Bayou City riuscì a catturare la USS Harriet Lane[1].

Il comandante confederato Magruder offrì al nemico una tregua di tre ore ma il comandante nordista Renshaw, temendo che i sudisti potessero impadronirsi anche della USS Westfield (che era alla fonda su un banco di sabbia), decise di farla saltare in aria. Renshaw e molti marinai nordisti morirono nell'esplosione che scoppiò prima del previsto.

Il resto della flotta nordista riuscì a ritirarsi fino a New Orleans[2].

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Il blocco navale nordista sulla città di Galveston venne interrotto e la città rimase sotto il controllo della Confederazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Confederate Ships - C.S. Army gun boat Bayou City". Naval Historical Center, Department of the U.S. Navy (13 October 2000), www.history.navy.mil. Archived from the original on 6 May 2007. http://www.history.navy.mil/photos/sh-us-cs/csa-sh/csash-ag/bayou-ct.htm. Retrieved 2007-04-10
  2. ^ Alwyn Barr. "Galveston, Battle of". The Handbook of Texas Online, Texas State Historical Assoc. (June 6, 2001), www.tshaonline.org. http://www.tshaonline.org/handbook/online/articles/qeg01

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]