Spedizione di Yazoo Pass

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spedizione di Yazoo Pass
VicksburgCampaignDecember62March63.png
Operazioni contro Vicksburg e "Grant's Bayou Operations".

     Stati Confederati d'America

     Unione

Data3 febbraio – 12 aprile 1863 (Operazioni contro Vicksburg) /
29 marzo - 4 luglio 1863 (Operazioni di Grant contro Vicksburg)
LuogoMississippi Nord-orientale
EsitoVittoria della Confederazione
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
8 cannoniere,
2 arieti,
1 zattera dotata di mortaio
2.000, 8 cannoni (Fort Pemberton)[1]
Voci di operazioni militari presenti su Wikipedia

La spedizione di Yazoo Pass fu un'operazione congiunta intrapresa dal maggior generale Ulysses S. Grant dell'Armata del Tennessee e dal contrammiraglio David Dixon Porter del "Mississippi River Squadron" nell'ambito della Campagna di Vicksburg nel corso del Teatro Occidentale della guerra di secessione americana. L'obiettivo di Grant sarebbe stato quello di mettere le proprie truppe in una posizione aggressiva di affiancamento contro i ribelli che dominavano ancora la zona.

La spedizione comprese uno sforzo compiuto per aggirare le postazioni difensive confederate sulle scogliere poste nei pressi della città di Vicksburg (Mississippi), utilizzando le retrostanti vie di comunicazione della regione del delta del Mississippi come rotta dal fiume Mississipi in direzione del fiume Yazoo; una volta giunti qui la truppa si sarebbe trovata in grado di attraversare il corso d'acqua senza incontrare ostacoli di sorta e quindi di raggiungere l'obiettivo previsto.

L'operazione avrebbe richiesto una profonda penetrazione in un territorio nemico dominato da un ambiente lacustre ricco di paludi, quindi fu necessaria la cooperazione tra i due servizi dell'Union Army e dell'Union Navy; l'esercito era guidato da Leonard Fulton Ross laddove il comandante navale era Watson Smith, gravemente ammalato; la precarietà delle sue condizioni di salute si rivelerà essere un fattore decisivo nel fallimento finale dell'intera spedizione.

Il "Moon Lake" in una foto del 1900 circa.

Essa ebbe iniziò il 3 febbraio del 1863 con l'abbattimento di un argine sul fiume Mississippi, permettendo all'acqua di defluire in un ex canale artificiale che collegava lo Yazoo attraverso una serie di altri corsi minori.

La flotta attaccante passò attraverso il taglio nel "Moon Lake", attraverso lo "Yazoo Pass" fino a giungere sulle sponde del "Coldwater River" - affluente del "Tallahatchie River" - e poi da questo direttamente nello "Yalobusha River" il quale forma il bacino dello Yazoo, che a sua volta s'incontra con il Mississippi a breve distanza sopra la città fortificata.

Fin dall'inizio l'operazione venne ritardata da ostacoli naturali che erano più seri della stessa resistenza approntata dai confederati, quindi la spinta in avanti risulterà essere di appena 16 km giornalieri. Poiché il progresso era così lento l'esercito Sudista di John Clifford Pemberton sarà in grado di costruire un fortino e quindi di bloccare il passaggio della flotta federale in prossimità della città di Greenwood.

La flottiglia unionista non si avvicinerà al forte fino all'11 di marzo; in seguito le cannoniere saranno respinte in una fitta serie di scambi di colpi d'arma da fuoco in 3 giornate separate. Le truppe di fanteria presenti non poterono contribuire in alcun modo significativo alla battaglia a causa della natura infida del terreno, la maggior parte del quale si trovava immerso.

Dopo la 3° azione respinta del 16 marzo Smith si troverà obbligato per motivi di salute ad affidare il comando a James P. Foster; questi e Ross decideranno quindi di ritirarsi. Furono temporaneamente persuasi a tentare nuovamente dopo aver incontrato i rinforzi per l'esercito, ma ripresero la loro ritirata quando il nuovo superiore Isaac Ferdinand Quinby intravide chiaramente l'inutilità di ulteriori attacchi.

L'intera formazione era ritornata indietro fino al punto di partenza entro il 12 aprile, ponendo così termine all'intera spedizione.

Contesto militare[modifica | modifica wikitesto]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Avanzata e risposta confederata[modifica | modifica wikitesto]

Fort Pemberton[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joiner, Mr. Lincoln's Brown Water Navy, p. 125

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grant, Ulysses S., Memoirs and Selected Letters: Personal Memoirs of U.S. Grant, Selected Letters 1839–1865. New York: Library of America, 1990. ISBN 0-940450-58-5
  • Hearn, Chester G., Admiral David Dixon Porter: the Civil War Years. Annapolis: Naval Institute Press, 1996. ISBN 1-55750-353-2
  • Joiner, Gary D., Mr. Lincoln's Brown Water Navy: the Mississippi Squadron. Rowman and Littlefield Publishers, 2007. ISBN 978-0-7425-5098-8
  • Milligan, John D., Gunboats Down the Mississippi. Annapolis: United States Naval Institute, 1965.
  • Shea, William L., and Terrence J. Winschel, Vicksburg Is the Key: the Struggle for the Mississippi River. Univ. of Nebraska, 2003. ISBN 0-8032-4254-9
  • Soley, James Russell, "Naval Operations in the Vicksburg Campaign," in Johnson, Robert Underwood, and Clarence Clough Buel, Battles and Leaders of the Civil War. New York: Century, 1887–1888. Reprint, Thomas Yoseloff, 1956. Vol. 3, pp. 551–570. Available at: eHistory at OSU
  • Tucker, Spencer T., Blue and Gray Navies: the Civil War Afloat. Annapolis: Naval Institute Press, 2006. ISBN 1-59114-882-0
  • (ORN) Official Records of the Union and Confederate Navies in the War of the Rebellion. Series I: 27 volumes. Series II: 3 volumes. Washington: Government Printing Office, 1894–1922.
  • (ORA) War of the Rebellion: a Compilation of the Official Records of the Union and Confederate Armies. Series I: 53 volumes. Series II: 8 volumes. Series III: 5 volumes. Series IV: 4 volumes. Washington: Government Printing Office, 1886–1901.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]