Vaglia (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vaglia
comune
Vaglia – Stemma Vaglia – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Firenze-Stemma.png Firenze
Amministrazione
Sindaco Leonardo Borchi (centro-sinistra) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 43°55′00″N 11°17′00″E / 43.916667°N 11.283333°E43.916667; 11.283333 (Vaglia)Coordinate: 43°55′00″N 11°17′00″E / 43.916667°N 11.283333°E43.916667; 11.283333 (Vaglia)
Altitudine 290 m s.l.m.
Superficie 56,94 km²
Abitanti 5 183[1] (31-12-2010)
Densità 91,03 ab./km²
Frazioni Bivigliano, Caselline, Fontebuona, Montorsoli, Mulinaccio, Paterno, Pratolino, Viliani
Comuni confinanti Borgo San Lorenzo, Calenzano, Fiesole, Scarperia e San Piero, Sesto Fiorentino
Altre informazioni
Cod. postale 50036
Prefisso 055
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 048046
Cod. catastale L529
Targa FI
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti vagliesi
Patrono san Pietro
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vaglia
Posizione del comune di Vaglia all'interno della provincia di Firenze
Posizione del comune di Vaglia all'interno della provincia di Firenze
Sito istituzionale

Vaglia (pronuncia: /ˈvaʎʎa/[2]) è un comune italiano di 5.073 abitanti[3] della provincia di Firenze, in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Il Colosso dell'Appennino del Giambologna a Vaglia (località Pratolino) presso la Villa Demidoff, 1580 circa)
  • Villa di Bivigliano, tipico esempio di architettura cinquecentesca, fu costruita, probabilmente su progetto di Bernardo Buontalenti, sulle antiche rovine di un castello dalla famiglia dei Ginori. Utilizzata dai Ginori come residenza estiva, la villa è immersa in un meraviglioso bosco di 12 ettari, voluto da Filippo Ginori che lo utilizzava come riserva di caccia.
  • Villa Demidoff è la denominazione moderna di quello che resta della Villa Medicea di Pratolino e si trova nella località di Pratolino, in via Fiorentina, 276. La villa medicea vera e propria fu demolita nel 1822, ma in seguito venne acquistata dalla famiglia di origine russa dei Demidoff e che adibirono a nuova villa l'edificio secondario delle paggerie, ingrandendolo e ristrutturandolo. Il parco, seppur stravolto e spogliato nel corso dei secoli, è uno dei più belli e vasti di tutta la Toscana, tra i più importanti nello stile all'inglese.
  • Sanatorio Banti è un edificio ospedaliero, in disuso, situato in via Uccellatoio 6 tra Pratolino e Montorsoli,nel comune di Vaglia. È considerato uno dei più interessanti esempi di architettura ospedaliera del XX secolo in Toscana.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 263 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Vaglia ha una propria stazione ferroviaria vicina al centro del paese. Per quanto riguarda il servizio pubblico su gomma il servizio è effettuato dalla società consortile Autolinee Mugello Valdisieve.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 maggio 2014 in carica Leonardo Borchi Centro-sinistra Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Cfr. la voce Vaglia del Dizionario d'ortografia e di pronunzia: [1].
  3. ^ Dato Istat all'1/1/2007.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana