Ebano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il saggio di Ryszard Kapuściński, vedi Ebano (saggio).

L'ebano è un legno duro, compatto e scuro che si ricava da diverse specie di alberi del genere Diospyros, della famiglia delle Ebenacee. Con lo stesso termine vengono erroneamente designati anche altri legnami.

La qualità di maggior pregio, per il suo colore nero e per la sua grana molto fine, è data dal Diospyros ebenum e dal Diospyros melanoxylon, provenienti dalle Indie.

Nomenclatura e provenienza[modifica | modifica sorgente]

Scultura etnica in ebano, realizzata in Sri Lanka.

Le essenze più pregiate sono quelle di colore nero e possono essere di origine africana o asiatica:

Altre essenze diffuse sono:

Essenze di generi diversi[modifica | modifica sorgente]

Vi sono poi altri alberi che vengono chiamati ebano, solitamente a causa del colore scuro:

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte delle varietà di ebano presenta un peso specifico superiore ai 1000 kg/, ed è quindi uno dei legnami più densi. Le polveri sono spesso irritanti per le mucose. Gli alberi di età più avanzata presentano il durame completamente annerito a causa dell'azione di un fungo parassita che ne fa precipitare gli elementi e contemporaneamente virare il colore in nero o marrone scuro. Sia la crescita della pianta, sia l'azione fungina sono molto lente, per cui non è facile reperire alberi vecchi a sufficienza da avere il durame nero. Inoltre il taglio intercorso da molti anni a questa parte non fa che ridurre ulteriormente il numero di esemplari di età avanzata. Essendo particolarmente ricercato, molte specie di ebano sono a rischio di estinzione o perlomeno stanno diventando via via più rare.

Usi[modifica | modifica sorgente]

L'ebano nero è molto apprezzato in ebanisteria tanto da aver "decretato" il nome di quest'arte. In falegnameria viene impiegato per la fabbricazione di mobili, stipetteria, impiallacciature e manici di coltello. In liuteria è molto usato l'ebano di colore nero ma anche il macassar: è una delle essenze principali per la costruzione di legni (oboi, flauti, soprattutto quelli risalenti al periodo barocco, clarinetti), tasti per pianoforte, tastiere di strumenti cordofoni come chitarra e violino.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • A causa della rarità dell'ebano esso viene spesso venduto a peso.
  • Essendo l'ebano un legname piuttosto costoso, è pratica comune tingere in nero essenze di altre piante di più facile reperibilità.[1] Ottimi risultati si ottengono, ad esempio, colorando il pero (Pyrus communis) o il carpino bianco (Carpinus betulus).
  • Nel Videogame The Elder Scrolls V: Skyrim l'ebano è una pietra di origine vulcanica molto pregiata, usata nella costruzione di armi e armature.
  • Ebano è anche il titolo di una canzone del 2005 cantata dai Modena City Ramblers

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Coloritura, verniciatura e laccatura del legno", Hoepli, Milano, 1985, Cap. V, pag.147-148

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica