Ebanite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ebanite
Caratteristiche generali
Composizione Gomma naturale vulcanizzata con eccesso di zolfo[1]
Aspetto solido inodore bruno[1]
Stato di aggregazione (in c.s.) solido
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1150-1220[2]
Solubilità in acqua insolubile[1]
Temperatura di ebollizione (K) >450 °C[1]
c0p,m(J·kg−1K−1) 1423[3]
Indicazioni di sicurezza
Flash point (K) 115 °C[1]

L'ebanite è una sostanza creata grazie a O.Meyer e a Thomas Hancock nel 1843 ed utilizzata in seguito come sostituto dell'ebano e come isolante elettrico.

Sistemi di produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'ebanite viene ricavata per vulcanizzazione prolungata da una miscela di gomma naturale (polibutadiene), in eccesso di zolfo (25-50%)[1] e con aggiunta di sostanze minerali ed organiche per variarne la consistenza finale (è infatti nota anche con il nome di hard rubber, in inglese gomma dura).

Il processo produttivo ha una durata di diverse ore ad una temperatura che si aggira attorno ai 150 °C. Utilizzando sostanze acceleranti e temperature più elevate, è possibile ridurre i tempi di produzione fino a poche decine di minuti.

Un prodotto simile a quello dell'ebanite si può ottenere dalle gomme sintetiche a base di nitrile o dai copolimeri butadiene-stirolo.

Proprietà fisiche[modifica | modifica wikitesto]

L'ebanite è un materiale duro e fragile. Resistente alle sostanze acide, ha la proprietà di ammorbidirsi se surriscaldata.

È facilmente lavorabile e lucidabile.

Campi di applicazione[modifica | modifica wikitesto]

Palle da bowling in ebanite

Nell'industria chimica l'ebanite è stata ampiamente utilizzata per la fabbricazione di tubi, recipienti, rubinetti e per il rivestimento di parti meccaniche sottoposte a corrosione. Oggi è stata sostituita, quasi completamente in questi usi, dalla materia plastica.

L'ebanite è inoltre utilizzata per fabbricare parti di strumenti musicali (ad esempio il clarinetto), bocchini per pipa, bocchini per sax, palle da bowling e penne stilografiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Scheda di sicurezza
  2. ^ peso specifico materiali vari
  3. ^ http://www.laterificiopugliese.it/laterizio/p8.pdf

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

materiali Portale Materiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di materiali