Palissandro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palissandro brasiliano

Con il termine palissandro si indica comunemente un legname pregiato appartenente al genere Dalbergia. Con lo stesso termine possono venire indicate essenze diverse come ad esempio il Machaerium scleroxylon e l'Ocotea cernua.

Il legname solitamente si presenta duro, resistente, di porosità abbastanza elevata e di colore marrone (molto variabile anche tra piante della stessa specie) con striature nerastre. Ha un odore dolciastro molto persistente ed è per questo che viene detto anche legno di rosa (rosewood in lingua inglese o bois de rose in francese). Viene utilizzato per la produzione di mobili, parquet, impiallacciature, stecche da biliardo, pezzi (neri) degli scacchi, nella costruzione di strumenti musicali e per l'estrazione di olio essenziale usato in farmacia.

Nella costruzione di mobili[modifica | modifica wikitesto]

Le specie più usate per la costruzione dei mobili sono la Dalbergia nigra e la Dalbergia latifolia . Esistono molte altre specie usate di palissandro che crescono nell'Asia del sud, in Africa e nell'America centrale e meridionale.

Impropriamente viene chiamato palissandro anche il legno fornito da specie del genere Jacaranda: probabilmente poiché in origine il palissandro tipico in Brasile era chiamato jacarandá, nome che poi passò ad indicare il genere delle piante bignoniacee, secondo la nomenclatura assegnatagli dal botanico A.-L. de Jussieu.

L'olio essenziale[modifica | modifica wikitesto]

Distillato con il vapore dalle scaglie di legno, l'olio essenziale di palissandro viene impiegato, soprattutto come essenza, nell'industria cosmetica, per la produzione di saponi da toeletta, deodoranti e profumi.

Strumenti musicali[modifica | modifica wikitesto]

Il legno di palissandro è usato per la costruzione di alcuni strumenti musicali come il fagotto, il controfagotto, la marimba e lo xilofono. Il legno usato deve essere molto compatto per avere una buona risonanza. Per la costruzione di piccoli particolari, il palissandro viene usato anche nel violino, negli archi in genere e nelle armoniche a bocca. Viene inoltre usato nelle chitarre e nei bassi: di palissandro sono fatte (alcune volte) le tastiere, sia su strumenti elettrici che acustici, nei quali si tende ad usare per il ponticello la stessa essenza della tastiera.