Tastiera (cordofoni)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tastiera di un violino

La tastiera, in buona parte dei cordofoni ad arco e a pizzico, è una superficie in legno su cui è possibile premere una o più corde per determinarne la nota eseguita, modificando l'intonazione di base data dalla corda suonata a vuoto. Negli archi e nelle famiglie delle chitarre e dei liuti la tastiera corrisponde al manico dello strumento. Nella categoria delle "tastiere" (pianoforti, clavicembali, organi) il componente è formato da più pulsanti rettangolari.

Tastiera di una chitarra

La tastiera può avere i tasti oppure no, come nel caso del violino. Nelle chitarre, nei mandolini e altri consimili i tasti sono delimitati da traversine metalliche perpendicolari alla direzione delle corde; nei liuti vengono invece usati legacci in budello.

Per la costruzione delle tastiere è preferibile un legno duro e resistente all'usura, come l'ebano, il palissandro o l'acero. Nelle tastiere in acero deve essere applicata una vernice trasparente per proteggere questo legno dal colore molto chiaro. Nei tasti del pianoforte e di altri strumenti, si usa smaltare di bianco o rivestire in avorio, osso o materiale plastico i tasti della scala di Do maggiore, che sono anche più grossi, e di nero quelli delle alterazioni (Do#, Re#, Fa#, Sol#, La#), che sono più piccoli e più indietro rispetto a quelli bianchi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]



Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica