Fonte battesimale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
il Fonte Battesimale rinascimentale della Chiesa di San Maurizio a Coburgo

Il fonte battesimale è una vasca presente nei battisteri o nelle chiese: tale struttura è funzionale all'amministrazione del battesimo, che può avvenire per infusione dell'acqua sul capo (forma più diffusa nelle chiese di rito romano e in molte chiese protestanti storiche) o, in modo più corrispondente all'etimologia della parola[1], per immersione (nelle chiese di rito orientale, rito ambrosiano, nella Chiesa battista, presso i Testimoni di Geova e presso i Mormoni).

Collocazione[modifica | modifica sorgente]

Il fonte può essere posto in luoghi diversi: normalmente è su un lato della navata, vicino all'ingresso della chiesa, per ricordare anche simbolicamente che è attraverso il battesimo che si entra ad esser parte di essa. Alcune volte il fonte ha una cappella laterale ad esso riservata oppure esso è collocato nelle immediate vicinanze del presbiterio.
Alcune chiese medievali o rinascimentali possiedono un edificio annesso alla chiesa, il battistero, costruito al fine di conservarvi il fonte e adibito al solo rito del battesimo.

Tipologie[modifica | modifica sorgente]

Fonte battesimale per infusione[modifica | modifica sorgente]

Il fonte battesimale finalizzato all'infusione dell'acqua è costituito normalmente da una vasca di marmo o di pietra, a cui fa da sostegno un piedistallo, sul quale, per mezzo di un supporto, essa poggia. Può essere chiusa da una copertura, sulla quale spesso si ritrovano decorazioni e sculture.
La forma è variabile, sulla base di simbologie: ad esempio, può avere tre lati richiamando la Santa Trinità.

Fonte battesimale per immersione[modifica | modifica sorgente]

Se il fonte è finalizzato all'immersione del battezzando, allora la sua struttura cambia: si tratta di una vasca di dimensioni più ampie, che consenta al corpo di essere immerso completamente.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Battesimo deriva in effetti dal verbo greco βαπτίζω, che significa "immergo [nell'acqua]".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]