Marija Aleksandrovna Romanova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Granduchessa Marija Aleksandrovna di Russia
Granduchessa Marija Aleksandrovna di Russia
duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha
duchessa di Edimburgo
Stemma
Trattamento Altezza imperiale e reale
Altri titoli Granduchessa di Russia
Nascita Carskoe Selo, Impero russo, 17 ottobre 1853
Morte Zurigo, Svizzera, 24 ottobre 1920
Dinastia Romanov
Padre Alessandro II di Russia
Madre Maria d'Assia e del Reno
Consorte Alfredo, duca di Sassonia-Coburgo e Gotha
Figli Alfredo, principe ereditario di Sassonia-Coburgo e Gotha
Maria, regina di Romania
Vittoria, granduchessa di Russia
Alessandra, principessa di Hohenlohe-Langenburg
Beatrice, duchessa di Galliera

Granduchessa Marija Aleksandrovna di Russia in russo: Мария Александровна Романова[?] in seguito duchessa di Edimburgo e duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha (Carskoe Selo, 17 ottobre 1853Zurigo, 20 ottobre 1920) era una figlia di Alessandro II di Russia e dell'imperatrice Maria Aleksandrovna. Maria diventò la moglie del principe Alfredo, duca di Edimburgo, il secondo figlio maschio della regina Vittoria e del principe Alberto. Dal 1893 fino alla sua morte, ella ebbe la caratteristica di essere una granduchessa russa (per nascita), una principessa britannica e duchessa reale (per matrimonio), e la consorte (e poi vedova) di un duca sovrano tedesco.

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

La duchessa nacque a Carskoe Selo in Russia, come seconda ed unica figlia femmina sopravvissuta dello zar Alessandro II di Russia (che fu assassinato nel 1881) e di sua moglie la principessa Maria d'Assia e del Reno, figlia di Luigi II, granduca d'Assia e del Reno. Fu la zia dello zar Nicola II di Russia che fu assassinato nel 1918. Suo fratello, il Granduca Sergej Aleksandrovič di Russia fu assassinato a Mosca nel 1905, ed un altro fratello, il granduca Pavel Aleksandrovič di Russia fu fucilato a San Pietroburgo nel 1919.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

La granduchessa Marija fu presentata al principe Alfredo, duca di Edimburgo, il secondo figlio maschio della regina Vittoria, dalla principessa di Galles e dalla Zarevna di Russia durante una vacanza con la famiglia in Danimarca nel 1871.[1] La principessa e la Zarevna erano sorelle e principesse danesi. Marija e Alfredo si sposarono il 23 gennaio 1874 al palazzo d'Inverno a San Pietroburgo.[1] Il duca e la duchessa di Edimburgo fecero la loro entrata pubblica a Londra il 12 marzo.

La matrimonio, tuttavia, non diventò felice, e la sposa fu ritenuta altezzosa dalla società londinese.[2] Inoltre, l'insitenza dello zar Alessandro II che sua figlia fosse designata "sua altezza imperiale" e avesse la precedenza sull'allora principessa di Galles fece infuriare la regina Vittoria. La regina insisté che la designazione "sua altezza reale" che Marija Aleksandrovna acquiiva in seguito al matrimonio dovesse sempre precedere la designazione di "sua altezza imperiale" che era suo per nascita. da parte sua, la nuova duchessa di Edimburgo apparentemente risentì del fatto che la principessa di Galles, che era figlia del re di Danimarca, avesse la precedenza su di lei, la figlia dell'imperatore di Russia. Dopo il matrimonio, Marija fu variamente indirizzata come sua altezza reale, sua altezza imperiale & reale, e sua altezza reale & imperiale.

La regina Vittoria le concesse la precedenza subito dopo la principessa di Galles. Suo padre le diede la somma, allora sbalorditiva, di £ 100,000 in dote, maggiorata di un premio annuale di £ 28.000.[senza fonte]

Sassonia-Coburgo e Gotha[modifica | modifica sorgente]

Alla morte di suo zio, Ernesto II, duca di Sassonia-Coburgo e Gotha, il 22 agosto 1893, il ducato vacante cadde sul duca di Edimburgo, poiché suo fratello maggiore, il principe di Galles aveva rinunciato ai suoi diritti alla successione. Dopo l'ascesa del marito al trono ducale, la granduchessa Marija Aleksandrovna diventò duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha, oltre ad essere duchessa di Edimburgo. lei amava essere a coburgo, dopo aver desiderato di lasciare l'Inghilterra.[3] Come consorte di un sovrano duca tedesco, tecnicamente sorpassò di rango sua cognata alle celebrazioni del giubileo di diamante della Regina Vittoria.

L'unico figlio maschio della coppia, il principe ereditario Alfredo, fu invischiato in uno scandalo che coinvolgeva la sua amante e si sparò nel gennaio 1899, nel bel mezzo delle celebrazioni del venticinquesimo anniversario di nozze dei suoi genitori. Sopravvisse, ma imbarazzo i suoi genitori che lo spedirono a Merano per ristabilirsi, dove morì due settimane dopo, il 6 febbraio.[4][5] Il Duca di Sassonia-Coburgo e Gotha morì di cancro alla gola il 30 luglio 1900 al castello di Rosenau a Coburgo.[4] Il trono ducale passo a suo nipote, il principe Carlo Edoardo, duca di Albany. La duchessa vedova di Sassonia-Coburgo e Gotha continuò a risiedere a Coburgo.

Trattamenti di
Maria Alexandrovna
duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha
Stemma
Trattamento di cortesia sua altezza imperiale & reale
Trattamento colloquiale vostra altezza imperiale & reale
Trattamento alternativo Ma'am
I trattamenti d'onore

Vita successiva[modifica | modifica sorgente]

Morì nell'ottobre 1920 a Zurigo in Svizzera apparentemente dopo aver ricevuto un telegramma indirizzatole come "Frau Coburg"; [senza fonte] fu sepolta nel cimitero della famiglia ducale fuori Coburgo. Delle due quattro figlie, alla regina di Romania fu proibito di partecipare o di recarsi in Germania a causa della recente guerra, in cui la Germania e la Romania avevano combattuto su fronti opposti.

Titoli e denominazione[modifica | modifica sorgente]

  • 17 ottobre 1853 – 23 gennaio 1874: sua altezza imperiale granduchessa Marija Aleksandrovna di Russia
  • 23 gennaio 1874 – 22 agosto 1893: sua altezza imperiale & reale la duchessa di Edimburgo
  • 22 agosto 1893 – 11 ottobre 1905: sua altezza imperiale & reale la duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha
  • 11 ottobre 1905 – 24 ottobre 1920: sua altezza imperiale & reale la duchessa vedova di Sassonia-Coburgo e Gotha

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama di gran croce dell'ordine di Santa Caterina - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'ordine di Santa Caterina
Dama dell'ordine della Corona d'India - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'ordine della Corona d'India
Dama di I classe dell'Ordine reale di Vittoria ed Alberto - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I classe dell'Ordine reale di Vittoria ed Alberto
Dama nobile dell'ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama nobile dell'ordine della regina Maria Luisa

Figli[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nipoti di Vittoria e Alberto.
Immagine Nome Nascita Morte Note
Erbprinz-alfred-von-sachsen-coburg-gotha.jpg Principe Alfredo
("Young Affie")
15 ottobre 1874 6 febbraio 1899 Principe ereditario di Sassonia-Coburgo e Gotha dal 22 agosto 1893
MarieRoumanie.jpg Principessa Maria
("Missy")
29 ottobre 1875 18 luglio 1938 sposò, il 10 gennaio 1893, re Ferdinando I di Romania (1865–1927); ebbe figli
Vitoria Melita.JPG Principessa Vittoria Melita
("Ducky")
25 novembre 1876 2 marzo 1936 sposò (1), il 19 aprile 1894, Ernesto Luigi, Granduca d'Assia e del Reno; ebbe figli; divorziarono il 21 dicembre 1901

(2) l'8 ottobre 1905, il Granduca Kirill Vladimirovič di Russia; ebbe figli

Princess Alexandra of Hohenlohe-Langenburg.jpg Principessa Alessandra
("Sandra")
1 settembre 1878 16 aprile 1942 sposò, il 20 aprile 1896, Ernesto II, principe di Hohenlohe-Langenburg; ebbe figli
Arms of Alfred, Duke of Edinburgh.svg figlio nato morto 13 ottobre 1879 13 ottobre 1879
Beatriceedinburgh1884.jpg principessa Beatrice 20 aprile 1884 13 luglio 1966 sposò, il 15 luglio 1909, don Alfonso, infante di Spagna, III duca di Galliera; ebbe figli

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Marija Aleksandrovna Romanovna Padre:
Alessandro II di Russia
Nonno paterno:
Nicola I di Russia
Bisnonno paterno:
Paolo I di Russia
Trisnonno paterno:
Pietro III di Russia
Trisnonna paterna:
Caterina II di Russia
Bisnonna paterna:
Sofia Dorotea di Württemberg
Trisnonno paterno:
Federico II Eugenio di Württemberg
Trisnonna paterna:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Nonna paterna:
Carlotta di Prussia
Bisnonno paterno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo II di Prussia
Trisnonna paterna:
Federica Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna paterna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Madre:
Maria d'Assia-Darmstadt
Nonno materno:
Luigi II d'Assia
Bisnonno materno:
Luigi I d'Assia
Trisnonno materno:
Luigi IX d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld
Bisnonna materna:
Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Nonna materna:
Guglielmina di Baden
Bisnonno materno:
Carlo Luigi di Baden
Trisnonno materno:
Carlo Federico di Baden
Trisnonna materna:
Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonna materna:
Amelia Frederica di Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Luigi IX d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Clay, p. 65
  2. ^ Gelardi, p. 6
  3. ^ Gelardi, p. 14
  4. ^ a b Gelardi, p. 89
  5. ^ Sandner, pp. 155-156

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Catrine Clay, King, Kaiser, Tsar: Three Royal Cousins Who Led the World to War, New York, Walker & Company, 2006. ISBN 0-8027-1623-7.
  • Julia P. Gelari, Born to Rule: Five Reigning Consorts, Granddaughters of Queen Victoria, New York, St. Martin's Griffin, 2005. ISBN 0-312-32424-3.
  • (DE) Harold Sandner, Das Haus von Sachsen-Coburg und Gotha 1826 bis 2001, Andreas, Prinz von Sachsen-Coburg und Gotha (preface), 96450 Coburg, Neue Presse GmbH, 2004. ISBN 3-00-008525-4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duchessa di Sassonia-Coburgo e Gotha Successore
Alessandrina di Baden 22 agosto 1893 – 30 luglio 1900 Vittoria Adelaide di Schleswig-Holstein