Lugagnano Val d'Arda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lugagnano Val d'Arda
comune
Lugagnano Val d'Arda – Stemma Lugagnano Val d'Arda – Bandiera
Lugagnano Val d'Arda – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Piacenza-Stemma.png Piacenza
Amministrazione
Sindaco Jonathan Papamarenghi (Popolo delle Libertà-Lega Nord-Unione di Centro) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 44°49′00″N 9°49′00″E / 44.816667°N 9.816667°E44.816667; 9.816667 (Lugagnano Val d'Arda)Coordinate: 44°49′00″N 9°49′00″E / 44.816667°N 9.816667°E44.816667; 9.816667 (Lugagnano Val d'Arda)
Altitudine 229 m s.l.m.
Superficie 54 km²
Abitanti 4 293[1] (31-12-2010)
Densità 79,5 ab./km²
Frazioni Antognano, Chiavenna Rocchetta, Diolo, Montezago, Prato Ottesola, Rustigazzo, Tabiano, Velleia, Vicanino
Comuni confinanti Carpaneto Piacentino, Castell'Arquato, Gropparello, Morfasso, Vernasca
Altre informazioni
Cod. postale 29018
Prefisso 0523
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 033026
Cod. catastale E726
Targa PC
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti lugagnanesi
Patrono san Zenone
Giorno festivo 9 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lugagnano Val d'Arda
Posizione del comune di Lugagnano Val d'Arda nella provincia di Piacenza
Posizione del comune di Lugagnano Val d'Arda nella provincia di Piacenza
Sito istituzionale

Lugagnano Val d'Arda (Lügagnan in dialetto piacentino) è un comune italiano di 4.330 abitanti della provincia di Piacenza. È situato lungo il corso del torrente Arda, sul versante settentrionale dell’Appennino piacentino. Il paesaggio è caratterizzato dalle argille di Monte Giogo.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

I calanchi di Monte Giogo[modifica | modifica sorgente]

Il territorio dell'Appennino piacentino è caratterizzato da gole, guglie e affioramenti rocciosi. I calanchi di Monte Giogo sono prevalentemente costituiti da argille, calcari e arenarie, che presentano reperti paleontologici appartenenti al Piacenziano (5,3 e 1,8 milioni di anni fa). Nel 1995 è stata istituita la Riserva Geologica del Piacenziano.

Il Monte Moria[modifica | modifica sorgente]

Il territorio di Lugagnano (insieme al comune di Morfasso) comprende anche il Parco provinciale Monte Moria, che presenta estensioni di faggi, noccioli e castagni, e una fauna caratterizzata da cinghiali, tassi, volpi, scoiattoli, e varie specie volatili.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo Lugagnano deriva da "locus Anneianus”, ovvero il bosco e la radura sacra di Anneio o dei Galli anani che popolavano queste zone. Il più antico riferimento a Lugagnano Val d’Arda si trova in un atto dell’884 d.C. La storia medievale è legata alle vicende di Castell'Arquato e ai feudatari guelfi e ghibellini che a turno regnarono in queste zone. Nel 1743 il territorio piacentino fu annesso al Regno di Sardegna alleato di Maria Teresa d'Austria. Il trattato di Aquisgrana del 1748 lo restituì al Ducato di Parma e Piacenza. Nel 1816 il Ducato venne assegnato a Maria Luigia d'Austria che, in visita agli scavi di Velleia, avrebbe sostato a Lugagnano nel Palazzo Gandolfi, attuale sede del Municipio.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Parte del territorio comunale è compreso nella Riserva naturale geologica del Piacenziano che contiene un cospicuo patrimonio di reperti fossili del pliocene[2].

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa di San Zenone: eretta nel 1500 su una primitiva costruzione del XIII secolo.
  • Chiesa Santa Maria di Piazza
  • Chiesa Santa Maria del Piano

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

Palazzo Gandolfi: palazzo settecentesco (ora municipio).

Siti archeologici[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Scavi archeologici di Velleia.

In una delle frazioni, Velleia Romana, nel 1747 fu ritrovata la tabula alimentaria traianea, la più grande iscrizione su bronzo di tutto l’Impero romano. Da lì in poi, grazie soprattutto a Filippo I di Parma, iniziarono gli scavi che riportarono alla luce uno dei più interessanti municipi romani. Rappresentava innanzitutto uno dei principali punti dell'interscambio commerciale, ma anche una meta di villeggiatura per consoli e proconsoli grazie anche alle terme ritrovate nella città. I reperti sono conservati nel museo Nazionale di Parma, mentre solo in piccola parte alcuni si trovano nel museo di Velleia.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

  • Fiera Fredda (Festa delle castagne): si tiene l'ultimo fine settimana di ottobre.
  • Festa delle Ciambelline: mostra una specialità del paese, il classico biscotto rotondo forato.
  • Festa dei Chisolini: è il chisolino (italianizzazione di chisulén termine del dialetto piacentino della Val d'Arda, da abbinare ai tre Dop salumi piacentini (coppa, salame e pancetta).
  • Festa delle Mondine: di recente introduzione, ideata per rappresentare e rievocare il lavoro delle mondine.

Gastronomia e prodotti tipici[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cucina piacentina e Colli piacentini.

Persone legate a Lugagnano Val d'Arda[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Comunità montana[modifica | modifica sorgente]

Fa parte della Comunità Montana valli del Nure e dell'Arda.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Tranvie[modifica | modifica sorgente]

Lugagnano Val d'Arda è stata il capolinea di due tranvie interurbane a vapore:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Il primo portale di Castell'Arquato - Turismo a Castell'Arquato - Il parco del Piacenziano
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]