Libro di Naum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Antico Testamento
Cristianesimo, Cattolico, Ortodosso, Protestante

Ebraismo (Torah-Tanakh-Talmud-Chumash)

Pentateuco:

Profeti anteriori o Libri storici:

Profeti posteriori - Profeti maggiori:

Profeti posteriori - Profeti minori:

Scritti:

Meghillot:

Sino a qui riferimenti ebraici

Deuterocanonici
(non canonici per/secondo gli ebrei,
canonici per cattolici e ortodossi,
apocrifi per protestanti)
Ortodosso
Copto
Siriaco (Peshitta)
Progetto Religione
uso tabella

Il Libro di Naum (ebraico נחום, nahùm; greco Ναούμ, naúm; latino Nahum) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e cristiana.

È scritto in ebraico e la redazione del libro è avvenuta nel Regno di Giuda in un periodo imprecisato tra il 663 e 612 a.C.

È composto da 3 capitoli e contiene vari oracoli del profeta Naum contenenti in particolare profezie sulla conquista e distruzione di Ninive, capitale degli Assiri, che minacciavano gli Ebrei.

Data e carattere del libro[modifica | modifica sorgente]

Il libro contiene alcuni gruppi di composizioni poetiche, tutte indirizzati contro l'Assiria e la sua capitale Ninive. Naum, autore dei detti e delle composizioni, era probabilmente un profeta cultuale e un "portavoce" del culto di Gerusalemme al servizio del re giudaico Giosia.

I detti del profeta annunciano la caduta di Ninive, la capitale del nemico principale della Giudea, avvenuta nel 612 a.C.

Si tratta di profezie cultuali enunciate contro le nazioni straniere. È una delle forme classiche e più antiche della profezia nel Medio Oriente in generale. Lo scopo era quello di appoggiare lo sforzo del re per la rinascita e liberazione del paese dal giogo assiro. Il nemico del popolo è inteso e descritto come il nemico di Dio, e con ciò nemico della creazione e dell'ordine. Il nemico, che finora per lunghi anni opprimeva Israele, ora riceve la sua ricompensa: Dio lo tratta così, come egli aveva trattato i suoi nemici. A volte le parole di Naum sanno quasi di sadico e crudele, il che deriva dalla identificazione di Assiria con il nemico di Dio.

Struttura e contenuto[modifica | modifica sorgente]

Il libro di Naum è un insieme di composizioni poetiche:

  • 1,2-8 -- Un inno acrostico (tutti i versi cominciano con le lettere dell'alfabeto ebraico; qui l'acrostico non è però perfetto). L'inno presenta la teofania del Dio-guerriero, Dio nazionale, usando degli attributi conosciuti dall'antica tradizione. Il Dio-guerriero esce in guerra per il suo popolo.
  • 1,9-15 -- Tre brevi detti, probabilmente frammenti di detti profetici cultuali.
  • 2,1-13 -- Il canto che annuncia la caduta di Ninive.
  • 3,1-19 -- La descrizione della caduta di Ninive.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibbia Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bibbia