Karl Pearson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karl Pearson

Karl Pearson (Londra, 27 marzo 1857Londra, 27 aprile 1936) è stato un matematico e statistico britannico.

Con i suoi lavori influenzò notevolmente la teoria statistica. È padre di Egon Pearson, anch'egli statistico di fama.

La formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha una formazione in matematica che conclude nel 1879 durante la quale ha avuto come docenti personaggi dal calibro di James Clerk Maxwell, George Gabriel Stokes, Arthur Cayley e Isaac Todhunter. Continua gli studi con il diritto ed nel 1881 diventa avvocato. Soggiorna successivamente a Heidelberg (Germania) interessandosi sia di fisica che di metafisica, storia delle religioni e diritto romano.

Nel 1884 occupa la cattedra di matematica applicata presso l'University College di Londra, ma si interessa pure di fisica, storia e filosofia.

La sua prima opera (The New Werther, 1880) è ampiamente autobiografica, ma già a 33 anni, nel 1889, si indirizza chiaramente verso la statistica in seguito alla lettura di scritti di Francis Galton (Natural Inheritance, 1889) e all'amicizia con lo zoologo W.F.R.Weldon che gli fornisce dati che lo stimolano a riflessioni di tipo statistico.

Contributi alla statistica[modifica | modifica wikitesto]

Karl Pearson ha contribuito alla teoria statistica in diversi ambiti:

Pearson è stato inoltre editore di alcune riviste: Annals of Eugenics, Drapers' Company Research Memoirs e soprattutto Biometrika, finanziata da Galton.

Divenne il primo titolare della cattedra di eugenetica creata dal suo amico e maestro Francis Galton (Galton Chair of National Eugenics).

Si è preoccupato di costruire le tavole statistiche con lo scopo di fornire uno strumento di lavoro a statistici e biometrici, tavole usate ancora oggi. Questa attività venne proseguita da suo figlio.

Il suo laboratorio di biometria venne fuso con l'Eugenics Record Office di Galton, diventando il Laboratorio Galton.

Il suo approccio agli aspetti sociali (p.es. socialismo, emancipazione della donna) e alla scienza (metodi statistici applicati allo studio dell'evoluzione) non fu sempre in sintonia con il pensiero del suo tempo e nemmeno con quello di altri importanti statistici come Ronald Fisher, al punto che poco prima della sua morte il suo dipartimento venne diviso in due: il primo gestito da Fisher, l'altro dal figlio di Karl, Egon.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Argomenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 34522718 LCCN: n84802488