Epistemologia della complessità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'epistemologia della complessità è una branca dell'epistemologia che studia i sistemi complessi ed i fenomeni emergenti associati.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una visione interdisciplinare degli studi che si occupano di sistemi complessi adattivi, teoria del caos, teoria dei sistemi, intelligenza artificiale, cibernetica, meteorologia, ecologia, fenomeni termodinamici lontani dallo stato di equilibrio. È indicata anche con i termini scienza della complessità, sfida della complessità[1] oppure pensiero della complessità [2].

In questo ambito per "complessità di un sistema" non si intendono le sue proprietà intrinseche oggettive, ma piuttosto le proprietà dell'insieme costituito dal soggetto osservatore (e creatore del modello) ed il modello stesso.

La più diffusa posizione storiografica vuole che la scienza della complessità sia stata fondata verso la fine degli anni '60 da parte di studiosi come il chimico Ilya Prigogine ed il fisico Murray Gell-Mann. Altri autori collocano in un'epoca anteriore i prodromi e la nascita del pensiero complesso,[3] e attribuiscono a Edgar Morin la sua sistematizzazione in sede filosofica. [4]

L'epistemologia della complessità nasce alla fine del XIX secolo in seguito alla constatazione che il dualismo cartesiano e il pensiero settecentesco che ad esso si rifaceva erano ormai inadeguati a comprendere il mondo delle complesse interazioni disegnate dalle scienze moderne, e in particolare dalla fisica, così come esposto dal premio Nobel 1969 Murray Gell-Mann.[5]

In una prospettiva epistemologica la complessità svolge un ruolo fondamentale nel pensiero contemporaneo, introducendo novità molto rilevanti come:

  • Una nuova collaborazione tra scienza e filosofia. Ad esempio le scienze cognitive hanno permesso a neuroscienziati, informatici, filosofi della mente, linguisti, psicologi e antropologi di unire le forze per costruire modelli dell'attività psichica, invadendo dei territori tradizionalmente appartenenti all'indagine filosofica.
  • Un nuovo modo di fare ricerca scientifica per mezzo del computer, della simulazione e dell'approccio bottom-up, che consente la verifica di teorie altrimenti non verificabili.
  • Una nuova visione dell'evoluzionismo, che relega i fenomeni più complessi come la vita stessa, la conoscenza e la cultura a fenomeni isolati e probabilmente rari.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gianluca Bocchi, Mauro Ceruti, La sfida della complessità, Feltrinelli, Milano, 1985 (prima edizione). Bruno Mondadori, Milano, 2007 (nuova edizione)
  2. ^ Tullio Tinti, La “sfida della complessità” verso il Terzo Millennio, pdf, articolo comparso sulla rivista Novecento (anno 18, n.12, pp.7-12, p.25).
  3. ^ Paolo Magrassi, "Sfruttare il caos", pdf, Il Sole 24Ore Nòva Review, N.4 2008, settembre 2008, p.23.
  4. ^ Pietro Quattrocchi, Verso un'epistemogia della complessità: la Methode di Edgar Morin, "Epistemologia", A. 5., 1982, e, più recentemente, Alessandro Cravera, Competere nella complessità - Il Management tra ordine e caos, ETAS 2008, pagg. 27, 33, 34, 212 e Paolo Magrassi, Difendersi dalla complessità, Franco Angeli 2009, pagg. 80-85
  5. ^ M.Gell-Mann, Il quark e il giaguaro. Avventura nel semplice e nel complesso, ed. Bollati-Boringhieri 1996, pp. 9-49.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgar Morin, "Introduzione al pensiero complesso", Sperling & Kupfer, Milano, 1993
  • Alberto Gandolfi, Formicai, imperi, cervelli: introduzione alla scienza della complessità, Bollati Boringhieri 1999
  • Alberto F. de Toni, Luca Comello, Prede o ragni, Utet 2005
  • Alberto F. de Toni, Luca Comello, Viaggio nella complessità, Marsilio 2007
  • Benkirane Réda La teoria della complessità - Bollati Boringhieri 2007
  • Alberto Gandolfi, Vincere la sfida della complessità, Franco Angeli, Milano, 2008

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Scienza e tecnica