Matematico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un matematico è una persona che effettua studi, ricerche e sperimentazioni riguardanti problemi della matematica. Alcuni scienziati di altri campi di ricerca possono essere considerati matematici se la loro ricerca offre nuove idee matematiche; un esempio notevole è Edward Witten. Al contrario, alcuni matematici possono studiare problemi matematici relativi ad altri settori della ricerca, queste persone sono conosciute come matematici applicati.

Significato del termine matematico[modifica | modifica wikitesto]

Il termine deriva dal greco μαθηματικός (mathematikós) che significa "studioso, desideroso di apprendere", a sua volta derivante da μάθημα (máthema), traducibile con i termini "scienza", "conoscenza" o "apprendimento". Essenzialmente però esistono due diversi usi della parola: il matematico può essere designato come una persona attivamente impegnata nella ricerca matematica, dando origine per lo più a pubblicazioni in riviste specialistiche. D'altra parte, il matematico può essere definito come una persona abile in matematica, o che ha lavorato in un settore affine.

Premi per la matematica[modifica | modifica wikitesto]

Non esistono premi Nobel per la matematica ma a volte è successo che dei matematici abbiano vinto il premio Nobel in altri campi, come ad esempio in economia. Tra i più prestigiosi premi per la matematica vi sono:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mathematical intelligencer, periodico edito da Springer
    • Prima edizione, 1940
  • Dunham, William (1994): The Mathematical Universe, J.Wiley

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]