Celle di San Vito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Celle di San Vito
comune
(IT) Celle di San Vito
(FPV) Celle de Sant Uite
Celle di San Vito – Stemma
Celle di San Vito – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Foggia-Stemma.png Foggia
Amministrazione
Sindaco Palma Maria Giannini (Unione di Centro) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 41°20′00″N 15°11′00″E / 41.333333°N 15.183333°E41.333333; 15.183333 (Celle di San Vito)Coordinate: 41°20′00″N 15°11′00″E / 41.333333°N 15.183333°E41.333333; 15.183333 (Celle di San Vito)
Altitudine 726 m s.l.m.
Superficie 18,21 km²
Abitanti 177[1] (31-12-2011)
Densità 9,72 ab./km²
Comuni confinanti Biccari, Castelluccio Valmaggiore, Faeto, Lucera, Orsara di Puglia, Troia
Altre informazioni
Cod. postale 71020
Prefisso 0881
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 071019
Cod. catastale C442
Targa FG
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti cellesi (in francoprovenzale cegliàje)
Patrono san Vincenzo Ferrer
Giorno festivo 13 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Celle di San Vito
Posizione del comune di Celle di San Vito nella provincia di Foggia
Posizione del comune di Celle di San Vito nella provincia di Foggia
Sito istituzionale

Celle di San Vito (Cèlle de Sant Uite o Vite in lingua francoprovenzale, fino al 1862 chiamata Celle) è un comune italiano di 177 abitanti della provincia di Foggia in Puglia. Il comune, che è il meno popolato della regione, da secoli si caratterizza per l'uso della lingua francoprovenzale, assieme al limitrofo centro di Faeto, con il quale costituisce l'unica Minoranza francoprovenzale in Puglia.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Il comune è arroccato sui contrafforti dell'Alta Valle del Celone, nella parte occidentale del Subappennino Dauno. sorge a 735 metri s.l.m.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo Celle di San Vito è da ricondurre al XIII secolo alla presenza di un cenobio utilizzato come residenza estiva dai monaci benedettini del convento di San Nicola e dal piccolo santuario dedicato a San Vito situato sull'omonimo monte che sovrasta il paese.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Lingue e dialetti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Minoranza francoprovenzale in Puglia.

Il comune costituisce insieme alla vicina Faeto la cosiddetta Daunia arpitana, che è l'unica isola linguistica francoprovenzale dell'Italia peninsulare. L'impiego della lingua francoprovenzale, originaria del versante francese delle Alpi, è attestato dal 1566, ma probabilmente risale alle incursioni angioine in Italia meridionale, risalenti al XIII secolo.

L'impiego del francoprovenzale è stato di gran lunga prevalente sino al primo Novecento e sino agli anni ottanta vi erano alcuni abitanti monolingui. Oggi, gli abitanti del luogo conoscono anche il dialetto pugliese di tipo dialetto foggiano, oltre che la lingua italiana. Dal 1999 lo stato riconosce ufficialmente e tutela la minoranza linguistica francoprovenzale di Celle e Faeto.

La legge 482 del 15.12.1999, ha riconosciuto la tutela delle minoranze linguistiche presenti in Italia, fra le quali la minoranza francoprovenzale. L'amministrazione comunale di Celle di San Vito, con i finanziamenti previsti dalle legge, ha istituito lo Sportello Linguistico per la salvaguardia e conservazione del nostro patrimonio linguistico. In questi anni sono state realizzate ricerche e incontri che hanno portato alla pubblicazione di una brochure e del libro "Progetto francoprovenzale" e alla realizzazione del calendario 2011 in francoprovenzale.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2011.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.