Candela (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Candela
comune
Candela – Stemma
Candela – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Foggia-Stemma.png Foggia
Amministrazione
Sindaco Nicola Gatta (centrodestra) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 41°08′00″N 15°31′00″E / 41.133333°N 15.516667°E41.133333; 15.516667 (Candela)Coordinate: 41°08′00″N 15°31′00″E / 41.133333°N 15.516667°E41.133333; 15.516667 (Candela)
Altitudine 499 m s.l.m.
Superficie 96,04 km²
Abitanti 2 741[1] (31-08-2011)
Densità 28,54 ab./km²
Comuni confinanti Ascoli Satriano, Deliceto, Melfi (PZ), Rocchetta Sant'Antonio, Sant'Agata di Puglia
Altre informazioni
Cod. postale 71024
Prefisso 0885
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 071009
Cod. catastale B584
Targa FG
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti candelesi
Patrono san Clemente
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Candela
Posizione del comune di Candela nella provincia di Foggia
Posizione del comune di Candela nella provincia di Foggia
Sito istituzionale

Candela (Cannéla in dialetto locale[2]) è un comune italiano di 2.741 abitanti della provincia di Foggia in Puglia.

L'abitato sorge su due colline dette di San Rocco e di San Tommaso, parte del sistema orografico del Subappennino Dauno meridionale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo gli scritti ritrovati nelle opere del più antico storico greco, Ecateo di Mileto ( V secolo a.C.), esisteva una città, Candane, situata nella Iapigia[3]. Ed ora (alcuni) erroneamente hanno ancora voluto dare ad intendere al lettore, che la località fosse l'attuale Candela in provincia di Foggia. È stato, invece, ampiamente dimostrato che "Candanum" non era in Italia ma nell'IIIiria (Jugoslavia) e propriamente nell'Istria denominata IAPIDIA da Plinio Seniore, come riportato dallo storico locale P. Castellano nel suo libro dal titolo: Candela civiltà nel tempo. Contributo per un'analisi di recupero storico e civile. Edizione mese di Luglio 1986. E dallo stesso Castellano viene prospettata, in maniera alquanto personale, anche la derivazione del nome "Candela" non già perché il posto, il luogo, il paese sia lucente come una candela accesa o perché luogo degno di ingenuo candore, ma dalla semplice locuzione dialettale e dal relativo suffisso che così recita : Cannéla; e i suoi abitanti identificati come : i Cannlìs - Cannelìsi. Da tutto ciò emerge che non è possibile pensare ad un lapsus idiomatico, né ad una banale questione di accenti o ad una corruzione filologica. L'appellativo è chiaro e preciso: Cannéla = (la)Canne; Cannelìsi = ( i lisi di) Canne, ovvero i danneggiati, gli sconfitti, i fuggitivi della battaglia di Canne avvenuta nel 216 a.C. tra Romani e Cartaginesi con la vittoria di Annibale. Ed è probabile che degli scampati, dei fuggitivi, degli sconfitti, costeggiando a piedi il fiume Ofanto, siano arrivati in questo già esistente Oppidulum ( di Oraziana memoria di cui alla Satira V dei vv.88-90 e che non si sa come fosse conosciuto) e costoro stabiliscono il loro insediamento e chiamano (fino a prova contraria) la nuova dimora: "Candela".

(E pensare che in alcune tombe del luogo, agli inizi del 1900, sono state rinvenute anfore ed altri oggetti di terracotta con caratteristiche policrome (rosacee, nere, gialle), databili circa 300 a.C., identiche ai vasi di Canosa e Canne dista pochi chilometri dalla medesima. Da questo, è probabile dedurre la denominazione del luogo e l'antichità del borgo. E la storia continua, e continua e continua...

Alla morte di Filiberto d'Orange, Carlo V concesse ad Andrea Doria, per i servigi avuti, il principato di Melfi ed il tenimento di Candela. I Doria possedettero Candela per 277 durante i quali la cittadina andò man mano crescendo fino a divenire vero punto di riferimento della zona. In tale periodo, infatti, a testimonianza della sua crescita, furono costruite la chiesa Madre, la chiesa della Concezione ed un ospedale civile annesso a quest’ultima, ed il bellissimo palazzo Doria.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]


Cultura[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Candela[modifica | modifica sorgente]

  • Pietro Masulli, di Candela, scultore ed incisore di scuola napoletana. Alcune sue opere sono depositate e visibili anche presso la sede del Comune di Candela.
  • Pietro Maiellaro, calciatore
  • Lalla Castellano di Candela ma residente a Milano ( è stata cantante con molteplici incisioni discografiche e tante partecipazioni a trasmissioni radiofoniche in diretta dalle Sede RAI di Milano con Mike Bongiorno, Enza Sampò ed apparizioni in alcuni programmi televisivi della RAI condotti da Enzo Tortora, Corrado Mantoni, Pippo Baudo, ed altri, degli anni '60 del 1900).
  • Pasquale Castellano, di Candela, residente a Garbagnate Milanese(Milano), è autore di libri (13) di carattere storico, socio-antropologico e linguistico (dialetto) dedicati tutti al suo caro e lontano paese Candela.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • 16-18 agosto: festa di San Rocco, con celebrazioni religiose ed eventi musicali
  • 16-17-18 maggio: 32°Rally Puglia & Lucania, gara automobilistica valida per il Campionato del Centro Europa e per i Campionati Italiani Rally Terra e Cross Country Rally.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Candela dispone di un casello autostradale dell'autostrada A16 Napoli-Canosa, che assicura i collegamenti tra la Puglia e la Campania, e di una stazione ferroviaria sulla linea Foggia-Potenza.

Sport[modifica | modifica sorgente]

La locale squadra di calcio è dedicata a Virgilio Maroso, giocatore vicentino del Grande Torino, scomparso nella tragedia di Superga del 1949. A Candela ha sede anche una società di tiro a segno i cui tesserati hanno ottenuto diverse vittorie ai campionati giovanili italiani.

Dal 2013 è sede dell'Organizzazione del Rally Puglia & Lucania, gara nata nel 1965 che si svolge da sempre su percorsi ricavati contemporaneamente nelle due Regioni, nonché uno degli Eventi Sportivi più titolati perché valido per due Campionati Italiani e per 1 Campionato Europeo. È organizzato dalla Sports Marketing & Management, Società Sportiva Dilettantistica a r.l., con sede in Melfi (PZ).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 129.
  3. ^ Storia di Candela
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]